M.A. Church Tre d’amore e di guai (Graffi, fusa e felini Vol. 1)

Tre stelle risicate per l’unico punto che mi ha veramente dato noia: il troppo sesso, capisco che si tratta di una thresome, e concordo che un po va bene, ma ad un certo punto c’ho avuto mal di pancia, me
pareva de sta su youporno (che barba che noia che barba!)
Peccato perchè come discutevo con Iss O Pupaz c’era molto potenziale!

33391014Una tempesta di neve – la notte di Capodanno – non promette niente di buono. Dopo una relazione finita male e una serie di disastri domestici, Kirk è in attesa di essere colpito dalla disgrazia numero tre, che si realizza con l’arrivo di due gatti randagi che si mettono subito comodi a casa sua. Kirk ha il cuore tenero e decide di farli restare, anche se c’è qualcosa di strano in quei due mici così affettuosi.
Al riparo dal maltempo e sazi di tonno, Dolf e Tal sono contenti di stare al calduccio a casa di Kirk, ma quando il loro umano esce a prendere della legna per il fuoco e cade perdendo i sensi, i due sono costretti a rivelare la loro vera natura.
Quando Kirk si risveglia, scopre che i gatti sono in realtà due mutaforma che il destino ha scelto come suoi compagni. Per lui non è facile abituarsi all’idea di fare parte di un ménage à trois felino, inoltre la colonia da cui provengono Dolf e Tal ritiene che umani e felini non debbano unirsi. Anche se Kirk ha capito fin da subito che quei due gatti gli avrebbero portato dei guai, non sa che i guai veri sono dietro l’angolo.

Lettura scialla, nel quale i punti che ho reputati più interessanti sono: la struttura sociale, il galateo e le usanze, della colonia dei gatti mutaforma, i vari personaggi che sono stati presentati.

Sono troppo interessata a conoscere Heller e il motivo del suo fastidio verso gli umani, Remi che mi sta parecchio simpatico e Aidric. Questi sono i beta, che nella gerarchia felina vengono subito dopo, oltre ad esserne guardie del corpo, degli alfa.

Ora venendo alla storia di di questo trio, tutto comincia un giorno in cui Tal e Dolf, i gatti mutaforma, sono a fare spese per i fatti loro e vengono “acchiappati” dall’odore di un nuovo compagno, l’umano Kirk. Ma prima di reclamarlo devono seguire il protocollo , e informare l’alfa – i beta – gli anziani … Pippo Baudo 😉 ,e farsi dare il permesso, va bene a tutti tranne che a Heller.

Seguite tutte le formalità i due vanno a casa di Kirk e lo avvicinano prima in forma felina e poi in forma umana, avviene tutto il processo di accoppiamento e bla bla bla. Dolf è della coppia il soggetto più dominante, Tal quello remissivo e Kirk, l’umano che ha poca autostima e di cui le cronache narrano abbastanza sfiga, quello che nella coppia dovrebbe portare l’equilibrio.

La storia sottolinea un fondamentale: gli umani sono una razza che distrugge tutto quello che tocca, è una razza piena di pregiudizi e che pensa a farsi del male. I mutaforma nell’accogliere Kirk nella loro comunità si comportano nello stesso modo spregiativo che rimproverano agli umani. Ammetto che a 3 stelle ci arrivano anche per il colpo di scena sui capitoli finali, che da un minimo di movimento ad una storia altrimenti un po noiosa secondo i miei gusti. In definitiva comunque credo leggerò il seguito per sapere di quei personaggi che m’interessano di più!

Jaime Samms Una famiglia accogliente

31935591 Cresciuto in affidamento, Kerry Grey ha poca autostima e ancora meno speranze per il suo futuro. Abbandonata l’università, sopravvive con un lavoro part-time in un vivaio. L’amicizia con il suo capo e lavorare con le piante sono quanto di più importante ha nella vita. Frequenta l’uomo che a scuola lo prendeva di mira con atti di bullismo, ma dopo che il suo amante lo abbandona a una festa, Kerry si ritrova a vagare lungo la spiaggia per affogare i dispiaceri in una bottiglia di scotch.
Malcolm Holmes e Charlie Stone stanno insieme da quindici anni. Nonostante Charlie desideri accettare la dominazione di Malcolm a letto, anche se non l’hanno mai formalizzata, nel loro rapporto sembra mancare qualcosa. Una mattina presto, salvano Kerry, che rischia di essere portato via dalla marea dopo essere svenuto. Charlie intuisce subito uno spirito affine nel giovane perduto. Quando il coinquilino di Kerry lo butta fuori di casa, Malcolm e Charlie lo invitano da loro. Mentre Charlie e Kerry creano un legame grazie al giardino di Charlie, Malcolm vede Kerry come la persona che stavano cercando per completare la loro vita. Tutto quello che devono fare è mostrare a lui, e dimostrare l’uno all’altro, che la tendenza a sottomettersi di Kerry si inserisce bene nella loro dinamica.
Ma qualcuno ha preso di mira il ragazzo. Mentre lotta per scoprire il colpevole, Kerry teme per la sicurezza dei suoi nuovi amici. Se Malcolm e Charlie non riusciranno ad aiutarlo, la loro ricerca del terzo uomo perfetto non potrà terminare con il lieto fine che immaginavano.

Era impossibile. Non si poteva venire e piangere nello stesso respiro. E non avevo motivo di piangere. Quelli erano i due uomini più belli del mondo e volevano me, mi stavano guardando. Ero capitato nel Paese delle Meraviglie. Tutto quello a cui riuscivo a pensare era che Lissa aveva ragione. Loro non mi appartenevano. Appartenevano l’uno all’altro, e io ero solo un divertimento temporaneo.
Un figlio temporaneo.
Un mezzo per incassare uno stipendio facile dallo Stato.
Un coinquilino temporaneo.
Una scopata occasionale e disprezzata.
La mia erezione si afflosciò.
Spinsi la schiena contro il muro di piastrelle e fissai Malcolm. Volevo supplicarlo di andarsene, di nuovo. Che mi permettesse di riprendere il controllo.
Invece, mentre apriva la porta della doccia, chiudeva l’acqua, e mi avvolgeva un grosso asciugamano sulle spalle, non dissi nulla. “Sto bene,” mormorai

Comincerò proprio d questo passaggio, che secondo me è anche uno dei momenti più belli di tutta la storia!

É stato più facile affezionarsi a Kerry (all’apparenza fragile ed incapace di badare a se stesso, che per non sentirsi più solo si butta via in un rapporto che non gli da nulla di nulla … Che non sa vedersi per il tesoro che è realmente, che sa di essere forte ma ha bisogno di “servire”, che vive l’eterna sensazione di essere temporaneo e non avere nessuno di stabile. Mi è piaciuto del suo cammino che ad un certo punto ha dovuto accettare che non era solo di passaggio nella vita delle persone, che c’è chi gli vuole davvero bene, che non è solo!

Malcolm&Charlie, una coppia di lunga data, un amore lacero nonostante la sua forza, un amore sull’orlo del precipizio.
Presi singolarmente: Charlie vive la sottomissione a Malcolm solo perchè lo ama profondamente. Ama il giardinaggio (passione che condivide con Kerry), è un’artista fotografico e…. Si spreca a fare l’assistente per una stronza malefica. Ecco questo ai miei occhi è già la prima crepa!
Malcolm dal canto suo è Dom più che altro perchè ha bisogno, secondo me patologico quasi, di tenere tutto sotto controllo. Ho amato profondamente la sua fragilità. L’apparente forza che sta nel costruire muri e nell’indossare maschere ed incolpare gli altri per nascondersi da se stesso. E perdersi finchè si diventa ciechi nel vedere/sentire ciò di cui ha davvero bisogno l’uomo che ami profondamente!

Kerry che rappresenta per loro quel verso di canzone di Battisti che dice “un angelo caduto in volo….”,  perchè ha sottolineato le crepe del loro amore certo, non ha avuto pudore a sottolineare, che invece di mettercisi in mezzo e devastarli definitivamente li aiuta a riprendere mano nella mano il cammino. (Consapevole ed intimorito, di non trovare posto all’interno di questa dinamica una volta che l’amore fosse guarito….)

Ci sono elementi di BDSM all’interno della storia, ma secondo me non hanno assolutamente nessuna connotazione veramente sessuale, è più un prendersi cura l’uno dell’altro, a maggior ragione lo dico quando ad un certo punto Malcolm dovrà fare i conti con i muri e le maschere (non posso dire altro perchè quello è un momento assolutamente da vivere insieme ai protagonisti, posso dire però che è il mio momento PREFERITO di tutta la storia, quello in cui il lettore dice ok questo amore ce la farà!!! Il momento in cui mi sono innamorata più profondamente di Malcolm).

Un vero e proprio camino emotivo in cui alla fine imparano a lasciare andare “io e mio” ed abbracciano “noi e nostro”

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è (cito Malcolm) “una paio di pantaloni alla volta” 

Nota a piè pagina: mentre scrivevo di questo libro in cuffua mi sono lasciata accompagnare da questa playlist https://t.co/gKYBD6bRFf (fra le mie amatissime), e secondo me ci sono molti brani che si sposano alla perfezione con questa bellissima Threesome 😉

Rain Carrington Le Tentazioni di Pappy (Le Cronache di Apishipa Creek Vol. 3)

Questo libro è davvero tanta tanta roba, colpi di scena, nuovi personaggi ….. Pappy protagonista insieme a Nathan e Binx. Una bellissima,sconcia,adorabile,intensa thresome!

32069492Si dice che gli opposti si attraggono, ma se i due in questione sono un predicatore e un uomo di scienza, le cose possono diventare esplosive. Mark (Pappy) Rafferty è un ex sacerdote che si è trasferito da poco ad Apishipa Creek, per costituire la sua nuova chiesa in mezzo alla natura maestosa delle Rockies Mountain. Nathan Lee è ateo, è il dottore della clinica del paese, e vanta delle notevoli capacità oratorie. Nonostante le loro differenze, cominciano a fare jogging insieme tutte le mattine per mantenersi in forma, ma ben presto i loro cuori cominceranno a battere l’uno per l’altro.
Dayton Binx è un sottomesso alla ricerca di un Dom. Travis Walton è molto legato al ragazzo per via del loro simile passato. Decide di affidarlo a Pappy, il quale, credendo che la travolgente attrazione che prova per il dottore non possa portare a nulla, si prende cura del ragazzo e pian piano si innamora di lui. Quando però si lascia trasportare dalla passione che prova per Nathan, quello scivolone rischia di allontanare Dayton, ma… mai sottovalutare un sub in missione!
Ricco di intrighi, suspense e sesso bollente tra uomini sexy, Apishipa Creek vi riscalderà di nuovo con la storia di tre uomini che troveranno un legame non comune, mentre altri due si separeranno a causa di un orgoglio testardo. Riusciranno tutti a vivere felici e contenti, o chi cerca la vendetta porterà a termine il suo intento, uccidendo chiunque si metterà sulla sua strada?
Attenzione: contiene scene di sesso tra due uomini, scene di ménage e BDSM.

Ero sicura, sicurissima che Pappy mi sarebbe piaciuto. Così dolce e gentile e innamorato del Signore (ex sacerdote e comunque rimasto un ministro spirituale), nello stesso tempo a suo agio nella sua pelle di uomo gay e Dom.

Certo sicuro di se finchè il buon Dio non mette sulla sua strada il sottomesso Binx. Binx che a descriverlo mi vengono in mette tutti quei film dove protagonisti sono i bambini discoli e pestiferi 😉
Si Binx è una vera forza della natura, impegnativo e un po incasinato, però ha un cuore buono ed è capace di lottare, servendosi della sua meravigliosa mente contorta, perchè chi lo circonda stia bene.

Ma Pappy è anche intrigato/affascinato/attratto dal bellissimo e abbastanza stronzetto dottor Nathan Lee, anch’esso Dom. Ahhhhh la tentazione e il desiderare quello che apparentemente non si può ottenere….

…..La rabbia e la frustrazione, unite alla voglia e al desiderio nei confronti di quell’uomo presero il sopravvento su di lui, tanto che Pappy diede una spinta forte a Nathan sul petto, sbattendolo giù tra le erbacce, dietro allo spiazzo panoramico. «…Avresti potuto avere me, testardo del cazzo! Se tu avessi metà del cervello che credi di avere, ti saresti reso conto che io ti volevo! Ma no! Avevi la testa infilata troppo a fondo nel culo per vedere quello che ti stava davanti!» Durante tutta quella tirata, Nathan si era limitato a fissarlo, sbalordito, ma nell’attimo in cui il predicatore si zittì, saltò in piedi e fece roteare il pugno fino a che non andò a collidere con il mento di Pappy, mandandolo a incespicare all’indietro e di lato. «Io ti voglio, ma tu non potevi aspettare!….»

Ahhhh quanta tensione sessuale racchiusa in poche parole 😉
E mica si risolve tutto così, no perchè Pappy&Nathan sono, e cito Pappy 

….delle teste di cazzo testarde

Benedetto sia il cervello contorto di Binx e la forza di Lonnie e la complicità di Rebel e Max

Ma questo terzo libro è ricchissimo anche di altro: in primis ll continuo della relazione tra Travis&Lonnie, Per buona parte della storia, e anche dopo giusto per tenerlo in riga, avrei preso Master Travis a padellate sui testicoli giuro!!. Chemmifrega se gli altri Dom lo appoggiavano? (che poi questa mi ha fatto incacchiare anche di più ….) Secondo me ha sbagliato molto più di Lonnie, secondo me Lonnie avrebbe dovuto tenerlo in ginocchio sui ceci un mese prima di risolvere le cose…

Lonnie che, a dispetto di tutto, ancora una volta si dimostra quello veramente più forte! Sarà anche un alcolizzato che deve combattere ogni giorno contro la bottiglia ma è un amico eccezionale, un ottimo vice sceriffo, generoso come pochi!

Per fortuna che Binxie ha il cervello che ha, sono stata così felice di leggere la combriccola dei sub (Rebel amore amore amore mio )
Questa alleanza ha dato alla storia quel tocco di famiglia e di amicizia, di lealtà e sostegno che l’ha resa ancora più corposa e bella da leggere…. E poi mamma mia cosa non avrei dato per essere fisicamente presente alle loro riunioni da “vecchie pettegole” (i miei amatissimi sub )

Inoltre anche questa volta è stato un continua corsa di emozioni fino alla fine, perchè a stare tranquilli per troppo tempo poi ci si annoia 😉
Curiosa di leggere presto i seguito con il superfigofigoinmodoassurdo motociclista Sidney e il Domcheamalecamicepastello Brandon…..

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Nathan con in mano un bisturi!

Cristina Bruni Text Me

24514025 Sullo sfondo della storia una Londra grigia e triste, muta spettatrice del viaggio di crescita dei protagonisti.
In primo piano Walter Ferguson, professore ordinario di una materia ordinaria in una scuola ordinaria e Jude Knight, studente straordinario con una intelligenza fuori dal comune e un’estrema insicurezza che cerca di mascherare dietro una facciata di arroganza e una madre bipolare di cui non ama parlare.
Il professore è succube di etica e regole, convinto della propria eterosessualità, lo studente fugge dai propri sentimenti convinto che mai nessuno potrà amarlo.
Nello scoprire di aver bisogno l’uno dell’altro affidano a piccoli messaggi di testo la loro storia di tentazioni, dichiarazioni nascoste, ironia, lontananza e gelosia.

Delicato, dolce, tenero. (Gigia hai fatto benissimo ad insistere a farmelo leggere! :* )
Mi sono innamorata di Walter&Jude, dei loro pensieri, delle insicurezze e delle fragilità di entrambi, del loro modo di interagire (attraverso sguardi, attraverso gli sms che sono il filo conduttore di tutto.)
Walter&Jude sono meravigliosamente reali, al punto che per tutto il tempo ho avuto la sensazione di averli davanti in carne ed ossa, di toccarli.

Lo stile dell’autrice è… si penetrante è l’aggettivo giusto, poichè è riuscita a farmi entrare dentro la storia, è riuscita a farmi entrare questi due con tutto il loro bagaglio emotivo dentro il cuore.
Storia di due anime che si trovano, si inseguono, si trovano, si amano e si prendono!

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è la goccia che fa traboccare il vaso 🙂

Kate Sherwood Dal buio alla luce (Dark Horse #3)

24894296

Seguito di Fuori dall’oscurità
Serie Un cavallo nell’ombra, Libro 3

Jeff, Evan e Dan vivono insieme felici da due anni. Ci sono ancora dei problemi, soprattutto tra Evan e Dan, ma la maggior parte delle volte riescono a trasformare le divergenze personali in tensione sessuale che puntualmente risolvono: nessuno di loro ha di che lamentarsi.
Ma un giorno si presenta da loro la sorella di Dan, che lui non vedeva da molti anni e che adesso è incinta di sette mesi e in fuga dalla legge, e la situazione da complicata diventa disastrosa. Jeff ed Evan vogliono aiutarlo, ma Evan è distratto dai propri timori per la sicurezza di sua sorella e Jeff dai tentativi di tenere nascosti i propri problemi di salute. Mentre la sorella di Dan lotta col passato, Evan sembra intenzionato a giocare d’azzardo sul suo futuro. Con i sentimenti e i legami familiari a tirarli in direzioni diverse, i tre dovranno riuscire a restare uniti o le persone che amano potrebbero separarli.

Mi dispiace da morire che questo sia l’ultimo libro, mi dispiace dover salutare per l’ultima volta questo trio delle meraviglie. (Fortuna che ci stanno le novelle, so in inglese ma pazienza…)

Punto di forza della storia è che questa volta ci sono i pov alternati fra Dan, Evan e Jeff. Ciò consente di conoscere meglio le sfaccettature di un rapporto fra loro che si è ben avviato e si sta consolidando.

“Evan è ricco, Jeff è furbo, e io sono stupidamente testardo.”

E così ci ritroviamo ancora una volta pienamente coinvolti nelle loro dinamiche, in maniera più intima in un certo senso, approfondiamo le loro sfumature. C’è da incazzarsi con Evan e Dan che , nonostante siano innamorati, danno per scontato Jeff. Jeff c’è, lui è una roccia sicura, lui risolve tutto. C’è da incazzarsi del loro comportamento da princi sul pisello. A volte pare che gli diano solo il compito di fare l’arbitro nelle loro dispute da donnicciole dell’ 800, come viene facile quindi immedesimarsi nelle sue fragilità e in questa sua inaspettata vena di gelosia.

 C’è da dare una bella scrollata a Jeff perchè è talmente occupato a prendersi cura di chi ama si trascura pesantemente. Ma poi lui stesso ci dice:

Jeff sorrise soddisfatto “Mi tengono al guinzaglio perché sono innamorato di loro. Sono stupidamente follemente fottutamente innamorato perso di loro. So che a volte è difficile, ma il motivo per cui mi ritrovo in mezzo alle loro liti è che quello è esattamente il posto in cui voglio stare. A prescindere da quello che fanno e da quanto sono immaturi e irritanti, voglio stare con loro. Esattamente in mezzo. Sempre.”

#TeamJeff punto e basta! (sarei capace di scrivere un post di solo tag bimbominkiosi solo per esternare quanto lo amo!)

Voglio bene a questo trio, anche quando mi fanno arrabbiare. Anche quando Evan ha dato i numeri perchè sembrava che la sorella di Dan, siccome che è una fetente criminale, è la sospettata numero uno di un possibile crimine, e poi quando sbarella così il motivo è il terrore che a Tat sia successo qualcosa,  e allora chissenefrega del “non esiste il mio ma esiste il nostro”. Ho voluto bene a Evan anche in quella particolare scena in cui mi ha fatto perdere in rispetto che provavo per lui (come dicevo meno male che ci sono i pov alternati, così ci rendiamo conto che l’idiozia è solo un virus temporaneo e non c’entra assolutamente con la cattiveria che apparentemente esprime)

Il punto che traballa del libro è il finale, spiccio e soprattutto aperto. Insomma avrei preferito un epilogo conclusivo e non un ultimo capitolo ….Aperto! Questo m’ipedisce di salutare definitivamente e come si deve questo trio che tante emozioni mi ha regalato. Pazienza (più o meno)!

Una trilogia bellissma e coinvolgente. CONSIGLIATISSIMA!

Secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com il particolare da non dimenticare: burro!

Kate Sherwood Fuori dall’oscurità (Dark Horse #2)

22488186

“Seguito di Un cavallo nell’ombra”
“Serie Un cavallo nell’ombra, Libro 2”

“”E gia abbastanza difficile quando si e in due. Aggiungere un terzo al mix e… non lo so, non vi sembra che sia come andare in cerca di guai?” ”
Non e stato facile, ma l’addestratore di cavalli Dan Wheeler, ha cominciato a costruirsi una nuova vita, e ha trovato il suo posto in California con i suoi amanti Evan Kaminski e Jeff Stevens. Quando le cose tra loro funzionano, e tutto spettacolare: c’e affetto, divertimento, passione. Ma spesso, non va cosi bene.
Dan continua a soffrire per la morte del suo precedente compagno e a volte dubita persino di meritare la felicita. Evan e geloso e considera un rivale chiunque catturi le attenzioni di Dan, incluso Jeff. E Jeff si domanda se non sia troppo vecchio per loro due e prende in considerazione la possibilita di farsi da parte. A dispetto dei suoi propositi, Dan comincia a legarsi sempre di piu ai due uomini, ma non e sicuro che questo basti a risolvere tutto. Sa che fa male stare insieme, deve solo capire se farebbe ancora piu male doversi separare.”

La storia riprende più o meno dove era stata interrotta e

Dan non riesce bene a capire quale sia il suo posto tra loro. Fisicamente o sentimentalmente.

Sessualmente i tre non hanno problemi anzi, sono quello che io mi avvicino a definire spettacolare con fuochi d’artificio. Ma è nella vita di tutti i giorni, nel mondo esterno che ci sono buche e scaffe che sfiniscono mentalmente e fisicamente. Come sottolineavo nella citazione sopra Dan fa fatica a trovare il suo spazio in una coppia ben consolidata e con le sue abitudini. E’ ancora vulnerabile per il lutto, è come uno che caduto da cavallo ha paura di risalire in sella. Dan è anche uno che ha la tendenza, per natura e vissuto, a lasciarsi sempre una via di fuga…. a fuggire. E’ anche dolcemente tendente al melodramma, nota questa che me lo fa amare di più di scazzo in scazzo.

Evan, geloso e possessivo. Sul serio ci sono momenti che lo avrei preso a padellate (con amore si capisce). Lui semplicemente si fa prendere dall’embolo e parte per la tangenziale. Ma va bene così perchè Evan è …. quello che è, ed impossibile non lasciarsi travolgere da lui, dalla sua energia, dal suo fascino …Dal suo mostrarsi un pò insicuro nonostante lui sia il “figo miliardario che non ha bisogno di chiedere mai!”

E poi c’è, il mio adoratissimo, Jeff. Con la sua personalità affascinante, il sorriso dolce e timido, il suo animo da artista e le sue insicurezze da uomo forse troppo maturo per due personalità focose come quella di Dan ed Evan. Perfetto arbitro, sempre pronto a fare un passo indietro per quanto riguarda se stesso, a bilanciare due personalità forti, come lo sono Evan e Dan. Il trio alla ricerca del giusto equilibrio anche nel quotidiano. Ma come farcela?

“Quindi che facciamo, stiamo scomodi insieme?”

Ovviamente è più facile per Dan rendersi conto di quanto si senta coinvolto da Jeff, sostegno e porto sicuro:

 Jeff mormora: “Fatti più avanti.” Dan obbedisce e Jeff scivola giù e si siede a terra tra la schiena di Dan e il divano, Dan si ritrova così tra le sue gambe, con la schiena poggiata al suo petto. Jeff gli tira delicatamente i capelli invitandolo a inclinare indietro la testa sulla sua spalla e Dan resiste per un istante prima di rilassarsi.Non può fare a meno di dirlo: “Cavolo, ci mancano soltanto il camino e un tappeto di pelliccia d’orso per rientrare perfettamente nel cliché.” Jeff strofina la guancia barbuta contro la sua. “Non fingere che non ti piaccia da morire.” Gli dà un bacio all’angolo della bocca e poi appoggia indietro la testa. Rimangono seduti così per un po’, poi le braccia di Jeff circondano Dan in cerca delle mani,quando le trova intreccia insieme le loro dita.

#TeamJeff para siempre! Perchè si! Perchè Jeff è il collante, Evan ama Jeff, ed anche Dan si sta innamorando di Jeff. Jeff li ama e vuole entrambi ….E io la devo smettere perchè mi sto sentendo come la voce narrante di peppapig e questo non è bello!

Jeff…. Poi fa scivolare i piedi lungo la sdraio quanto basta per infilarli sotto le cosce di Dan….. Evan riempie il bicchiere di Jeff,porge a Dan la birra e poi si siede all’estremità della sdraio di Anna. È scalzo e incastra un piede tra quelli di Dan, poi alza l’altra gamba e mette
l’altro sulla sedia di Jeff nascondendo le dita tra il dorso del piede di Jeff e la coscia di Dan. Rimangono seduti così per un po’ ad ascoltare i loro amici e familiari che si divertono.

Capite che è in momenti come questi, quando si divide una rilassata intimità, che il mio cuoricino si emoziona di più?

Da segnalare che oltre a seguire l’evoluzione del “triangolo delle meraviglie” ,che tra scazzi cosmici e riconciliazioni piccanti ci tiene incollati dall’inizio alla fine, è bello leggere degli altri personaggi : Tat (la sorellina di Evan) ed Anna (la mamma di Jeff) insieme a Chris (il migliore amico di Dan) si sono presi un bel pezzo del mio cuoricino!

Secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com  il particolare da non dimenticare: Un quadro

Kate Sherwood Un cavallo nell’ombra (Dark Horse #1)

2015 Reading Challenge: 34- Libro con un triangolo amoroso

15755920

Dan pensa all’idea di continuare semplicemente a guidare, lasciando tutti i casini alle spalle. Ha abbastanza denaro per farlo. Si potrebbe organizzare, fare arrivare il suo cavallo e le sue cose dove deciderà di fermarsi. D’altra parte, andarsene è quello che ha sempre fatto, ogni volta che le cose sono diventate troppo difficili – e, davvero, è sempre andata bene così.
Dan Wheeler pensava di aver trovato un equilibrio e un amore che sarebbero durati in eterno con Justin Archer, suo partner nella vita e nel lavoro. Ma quando Dan, continuando a lavorare alle dipendenze dei genitori di Justin come addestratore di cavalli, si trova tragicamente di nuovo da solo, deve riuscire ad accettare che la sua vita perfetta è irrimediabilmente scomparsa.
È qui che entrano in scena il miliardario Evan Kaminski, arrivato alla scuderia con l’intenzione di comprare un cavallo alla sorella minore, e l’amante di Evan, Jeff Stevens, che sembra capire non solo in che cosa consista il lavoro di Dan, ma molto di più. Mentre lotta per cercare di affrontare tutti gli sconvolgimenti nella sua vita, Dan si ritrova, suo malgrado, attratto sia dall’intensa ma imprevedibile passionalità di Evan, sia dalla quieta saggezza di Jeff. Riuscirà Dan ad essere forte abbastanza da rischiare di dare una possibilità a questo nuovo amore, o deciderà invece che per lui sia meglio – più sicuro – rimanere da solo?

 Perché Dan riesce ad essere così sicuro quando è su un cavallo e così completamente confuso tutto il resto del tempo?

Questa storia è uno stupendo viaggio di emozioni.Una storia che rimane dentro anche mentre stai facendo qualcos’altro, anche dopo aver finito il libro.  E’ lento al punto giusto, è intenso, in certi punti molto commovente, in altri c’è da sorridere….

“Ryan è preoccupato che i tipi della tua compagnia siano omofobi, quindi farà finta di essere etero.”
Evan si acciglia. “E ti va bene?”
“Sì. Cioè, quasi del tutto. Siamo usciti insieme, non so, tre volte, e sono stato io a dire che volevo tenere le cose casuali. Quindi è ovvio che non voglia rischiare qualcosa di così importante. E non siamo esattamente dei tipi da pubbliche dimostrazioni d’affetto, quindi non è che noterò la differenza, con ogni probabilità.”
“Non so. Voglio dire, se fossi io, ballerei fino ad arrivare davanti a te nei miei attillati pantaloni neri e la mia camicia nera sbottonata e direi, ‘Nessuno può mettere Danny in un angolo,’ e poi danzeremmo e danzeremmo.” Evan fa ondeggiare il suo corpo lentamente e Dan scuote la testa.
“Sì, e vivremmo il momento migliore della nostra vita, ne sono sicuro. Dio, sei così gay.”
“Ehi, tu hai riconosciuto la citazione. E io sono stato con un sacco di donne! Quindi sei molto più gay di me!”
Non notano che Jeff è tornato fino a quando non interviene dicendo, “Buon Dio, pensavo che voi due foste qui a litigare sul serio. Lasciate che vi chiarisca le idee: siete entrambi molto gay. Adesso muovete i vostri bei culetti e andate a parlare con qualcuno.”

E’ il viaggio di Dan, ma mentre si legge diventa anche il nostro viaggio in qualche modo, che fa i conti con il lutto e la perdita, che deve capire e decidere come andare avanti. E’ qualcosa che non può non smuoverti dentro!

Mi sono piaciuti, e mi sono lasciata coinvolgere, in tutti i percorsi emotivi di Dan. Dan semplicemente sceglie di andare via con Evan e Jeff, di continuare a lavorare, per loro, con i suoi adorati cavalli, che gli viene più facile capire (povero lui che per quanto riguarda leggere le persone è teneramente tonto!)

Mi è piaciuto tanto Evan, questo giovane ricco in maniera vergognosa, che può sembrare un viziato dalla vita, ma che in realtà è un bravo ragazzo con la testa sulle spalle e le emozioni in primo piano. Evan è esplosivo e travolgente … Intenso, come lo definisce lo stesso Dan. A bilanciarlo c’è Jeff –  mi dichiaro spudoratamente #TeamJeff sempre e per sempre! –  pacato/molto zen/confortevole ….I due sono una bella coppia,innamorati ma che cercano di restare sul “impegnati ma con reciproca libertà”. Ma per quanto siano innamorati fra loro due, e la cosa è chiaramente percepita all’esterno, vivono un momento di pericoloso sbilanciamento e Dan è l’evidenziatore di questa falla. E siccome Evan è l’imprenditore sempre sul pezzo e propositivo gli viene la fantastica idea del secolo

“Ok, l’opzione uno è essere puramente dei soci in affari. Né amici, né altro. E se questa è l’opzione che scegli, allora non mi trovo nelle condizioni di dire nulla sul fatto che tu ti scopi Jeff. Questo sarebbe fra me e lui, perché tu ed io lavoreremmo semplicemente insieme.
opzione due… opzione due, siamo solo amici. Tu ed io. E non intendo fare la principessa, ma con questa opzione non puoi scoparti Jeff.” Si interrompe. “O farci qualcosina, o che altro. Lo so che è un po’ dispotico, ma… funziona bene, il fatto che Jeff ed io andiamo con altre persone, ma non se le conosco, non se… Non posso passare il tempo a chiedermi, capisci? ‘Ehi, Jeff era occupato venerdì, e Dan era occupato, venerdì… Mi chiedo se fossero occupati insieme?…..Non posso farlo. Quindi, sì, questa è l’opzione due.
L’opzione tre è tutti noi insieme. Continuo a credere che potremmo farlo funzionare, e continuo a pensare che sarebbe fottutamente fantastico. Il fatto è… non sto dicendo che dobbiamo buttarci nella cosa, ma ho bisogno di sapere che tu ci stai. Non intendo dire che voglio una garanzia, o una data… anche se entrambe le cose sarebbero fantastiche… “

Come dicevo Evan sta sempre sul pezzo!

A questo punto tocca a Dan decidere, tocca a lui scegliere, avere dubbi, andare fuori di testa. Un’altra cosa che ho davvero apprezzato è il lutto per Justin rimane sempre in sottofondo, che Dan ad un certo punto – nel suo tanto pensare troppo – mette l’accento sul fatto che

 È degno di essere amato da qualcuno. Justin lo ha amato, e Justin non era stupido. Deve solo continuare a ricordarselo.

Insomma è una storia che CONSIGLIO caldamente!

Questa volta non ci sarà il particolare da non dimenticare, secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com, solamente perchè non ne trovo un momento in particolare da isolare… Tutta questa storia è un particolare da non dimenticare, ecco!