Anteprima Recensione Charlie Cochet Quando tutto crolla (THIRDS #4)

34804868A seguito di un attacco da parte della Coalizione, il team leader dei THIRDS, Sloane Brodie, rimane seriamente ferito, e Dexter J. Daley giura che Beck Hogan pagherà per ciò che ha fatto. Ma i piani di vendetta di Dex hanno vita breve. Con Ash ancora in congedo per via delle ferite riportate, Sloane in ospedale e la Destructive Delta nel mirino della Coalizione, il tenente Sparks non vuole rischiare. La squadra di Dex viene tolta dal caso e le indagini passate a un altro team leader: Sebastian Hobbs.
Dex si rifiuta di farsi da parte mentre un’altra squadra dà la caccia a Hogan, e così decide di mettere a frutto le sue capacità di detective per trovare Hogan prima della Theta Destructive, costi quel che costi.
Con una lunga e dolorosa convalescenza davanti a sé, l’ultima cosa di cui Sloane ha bisogno è che il suo compagno se ne vada in giro a fare ricerche in città, specialmente se le sue bugie – anche se a fin di bene – iniziano a sfuggirgli di mano. Sloane conosce fin troppo bene il desiderio di vendetta, ma ci sono cose più importanti, come l’uomo che ha giurato di stagli accanto.
Quando Dex si avvierà verso un sentiero oscuro, sarà compito di Sloane mostrargli cosa c’è in gioco e dare finalmente un nome a ciò che ha nel proprio cuore.

Prima di tutto il sottofondo musicale delle mie giornate, da sabato, è ZZ Top – Rough Boy (Calvin&Hobbs ….e Dex, Addio !)

Ero rimasta “appesa” al finale da panico del terzo libro, la storia riprende da li. Sloane, in seguito all’esplosione deve rimane gravemente ferito, viene trasportato all’ospedale, lo seguono Ash&Dex.
Mi è piaciuto moltissimo della storia la nuova sfaccettatura di Dex, che non è solo il pagliaccio della classe.  É anche maledettamente bravo nel suo lavoro, è un uomo che non è mai venuto a patti con il fatto che gli assassini dei suoi genitori non sono mai stati presi, è un uomo che si da anima e cuore per proteggere le persone che ama. E fa casino perchè nella sua folle ossessione allontana tutti. Il rapporto tra Dex&Sloane lo riassumo in questi due passaggi:

Per la prima volta nella sua vita, aveva completamente perso la testa per un uomo. Ma d’altro canto Sloane Brodie non era un uomo qualsiasi. Era il furore del tuono e una dolce brezza d’estate. Appassionato, complicato e intenso. Misterioso e pensieroso. Faceva ridere Dex, lo faceva supplicare e desiderare di urlare. Poteva spezzargli il cuore con uno sguardo, metterlo in ginocchio con un sussurro. Era terrificante ed esilarante….

«Te l’ho detto che ti amo?»
«Non mi dispiacerebbe sentirlo di nuovo,» lo stuzzicò lui, lasciandogli andare il braccio e ricambiando il bacio.
«Ti amo.»
Sloane fece la sua miglior imitazione di Han Solo. «Lo so.»
«Che stronzo,» rise Dex. «Andiamo.»
«Okay.» Sloane si fece serio. «Tu… mi piaci un po’. A volte.» Dex premette insieme le labbra per cercare di non ridere. Scosse la testa. «No? Okay, che ne dici di: mi piaci, ma tanto. Mi fai sentire come se dentro i miei pantaloni ci fosse una festa.» Dex scoppiò a ridere. «Oh, mio Dio, di cosa ti sei fatto? Sono le medicine che ti fanno parlare così? Sono quelle, vero?»
«Non ne ho idea. No, non sono le medicine.» Attirò a sé il suo compagno e gli mise una mano sulla guancia. «Io ti amo.» Se bastavano quelle tre piccole parole per far sorridere Dex in quella maniera, non avrebbe mai smesso di dirle.

Questo quarto capitolo ha più il sapore della riflessione e della crescita. E poi Ash a sto giro mi ha messo ai suoi piedi ,il rapporto tra Ash&Cael, Clavin&Hobbs , la Destructive Delta e il senso di famiglia! Una nota a margine per Austen che mi piace da morire! E devo ammettere che ho avuto un po la mancanza di Dex buffoncello, e mi sono resa conto di questa mancanza sul capitolo finale….. Definitivamente ADORO questa serie, la ADORO!!!

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire): divisa da infermiere in latex bianco 

Precedente #Random 15 (lista) Successivo Alice Elle A Second Life