N.R. Walker Il giorno del mai (Blind Faith #3.5)

[#EBOOK #GRATIS] http://www.triskellrainbow.it/nuove-uscite/ebook-gratis-il-giorno-del-mai-n-r-walker/

28271854 Will Parkinson sta con Mark Gattison da cinque anni e, a detta sua, non c’è mai stato un momento di noia nella loro relazione.
Will è sempre stato quello serio, quello responsabile. Mark è l’irresponsabile uomo-bambino che ama più di ogni altra cosa far sorridere le persone.
Ma Will desidera ardentemente qualcosa che Mark non gli darà.
Finché invece qualcosa non cambia.
Unitevi a Will, Mark, Carter, Isaac e Brady, Hannah e la sua famiglia (e altri ospiti speciali per Natale) e godetevi un Buon Giorno del Mai.

Quanto mi è mancato Mark Gattison Immagine di kikkasole (devo assolutamente rileggermi Preso alla sprovvista)

Breve meravigliosa incursione nella vita coniugale di Will&Mark, Wil
Atmosfera natalizia e Dolcezza e buoni sentimenti ✔
Lubbbrificante e ammmmmore ✔
In ventotto pagine …. Tutto quello che ci vuole e fa bene a natale!
Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ : un cucciolo di Labrador 

Anteprima Recensione: N.R. Walker Preso alla sprovvista (Blind Faith #3)

null
Mark Gattison ha evitato, per tutta la sua vita da adulto, l’amore e il concetto di impegno. Non è mai stato interessato a niente più che alle avventure di una notte o a brevi incontri nelle cabine dei bagni, ed è il perfetto esempio di uno che sa come divertirsi.
Will Parkinson è il ragazzo che lo difende, che lo tollera, e colui che Mark definisce il suo migliore amico. Quando Will diventa instabile e un po’ distante, Mark si impegna per trovargli un fidanzato. Non avendo familiarità con il concetto, pensa che Will abbia bisogno di qualcuno che lo renda felice. Ciò che Mark non sa è che sta per essere preso alla sprovvista. Sta per essere mandato KO dalla cosa che ha avuto sotto gli occhi per tutto il tempo.

Mark è stato, sin dalle prime righe che ho letto di lui in “fiducia cieca” Amore con la A maiuscola e rosso scritta!
Si è presentato come il simpaticone, il piacione, quello sempre sul pezzo, un uomo bambino, ed in più è un amico affidabile e sincero e leale!
Ogni sua apparizione ha sempre lasciato il segno, ed anche in questa storia a lui dedicata lo fa.
Il giovanotto mi appare superficiale ed a tratti egoista,a  volte forzato in questo suo atteggiamento alla “sono simpatico, quando mi guardo allo specchio sono simpatico” (cit.), con la sua illusione di Non volersi concedere all’amore, di Non voler perdere se stesso per questo sentimento che lui razionalmente ignora cosa sia, ma inconsciamente coltiva tenacemente.
Se il percorso di Isaac e Carter – che poche volte appariranno in questa storia, lasciando una traccia indelebile ogni volta, facendo scoppiare di gioia e d’aMMMMore il cuore di chi li ha seguiti nel loro percorso – è stato segnato dalla cecità fisica di Isaac, oltre che dalla sua testardaggine, Mark al contrario maturerà il suo percorso segnato dalla cecità del cuore , che è la peggiore al mondo.
Mark non si è mai innamorato, ignora il sentimento, si racconta che non ne ha fiducia perchè la sua mamma ha avuto un background piuttosto colorito e forse cinico sulla questione. La mamma di Mark fra l’altro è un pò la Karen Walker de noantri

friendship animated GIF

Non provare simpatia per lei è quasi impossibile, i dialoghi madre&figlio sono il top della storia a mio avviso!

Scoprirà tutto e anche di più mentre cerca di aiutare il suo migliore amico Will a trovare l’amore, perchè nella sua generosità lui vuole solo che Will sia felice. Will che a parere mio un pò è messo in ombra dalla personalità schiacciante di Mark.

Eppure la tenerezza che scatena nel cuore quando si rende conto che proprio mentre Will prova a farsi una vita amorosa, Mark realizza che sta per essere messo da parte, che forse verrà abbandonato.

Più di una volta si ha voglia di entrare fisicamente nella storia e strillargli “ma come cacchio fai a essere così cieco? Come fai a non vedere quello che il lettore vede sin da subito, sei mica scemo?”

«Mark…. Hai tanto amore in te. Tu sei il migliore amico che tutti vorrebbero. Faresti di tutto, daresti tutto, senza domande…..Sai come amare. Lo fai eccezionalmente bene.»

Tra momenti di assoluto divertimento ed altri di commozione si snoda una storia, meravigliosamente costruita e strutturata, di scoperta e consapevolezza, di svariate sfumature dell’amore!

Per il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: la notte di Halloween

E questa volta anche una canzone: Indietro di Tiziano Ferro, molti versi di questo testo ed il ritmo della musica, si sposano perfettamente – a mio avviso – alla personalità di Mark ^_^

 

N.R. Walker Attraverso questi occhi (Blind Faith #2)

null
Sei mesi dopo aver lasciato Carter Reece e Isaac Branningan, li ritroviamo ancora insieme e molto innamorati.
I due vanno avanti con la loro vita, emozionati dall’arrivo di una nipotina, fino a quando degli eventi inattesi non minacciano il loro futuro.
A Isaac accade qualcosa che lo spaventa molto e il mondo di Carter inizia a vacillare. Le cose si fanno ancora più complicate con l’entrata in scena di Joshua, il nuovo collega di Isaac.
Mentre Isaac lotta per ottenere ciò che vuole, le sue azioni rischiano di costargli ciò di cui ha più bisogno.

Scrivo a freddo, perchè ieri sera quando ho finito il libro ero troppo emozionata e commossa. Questo secondo libro è stato anche più bello del primo!
In questa seconda parte della storia leggiamo come prosegue la vita e il rapporto di coppia di Carter e Isaac. E’ sempre Carter a raccontare la storia in prima persona, ma questa volta si ha la percezione più netta di lui come persona. Carter è affettuoso, tenero, si dona con generosità, ha le sue fragilità e le sue insicurezze (come chiunque ovviamente). Carter sa amare!
In questo secondo libro si ha la percezione più netta e chiara della fragilità e dell’insicurezza di Isaac, del suo dolore per la cecità. Di Isaac che si lascia condizionare da quello che gli manca invece di concentrarsi in quello che ha!
Io l’ho capito e l’ho abbracciato tante volte nel corso della storia, solo e soltanto una volta – quando ha ferito Carter in quel modo becero e meschino – l’ho preso a schiaffoni. Subito dopo però – consapevole che il suo desiderio e le sue false speranze (insieme alla sua fottutissima testardaggine) lo rendevano cieco sul serio – l’ho abbracciato più forte
il Bello della storia è la crescita e la consapevolezza, la maturazione della coppia … E’ il coraggio di ricominciare sempre,di amare…. malgrado gli sbagli e le mancanze.
Non manca nulla: dalla semplicità della vita di ogni giorno, al desiderio (e non solo quello sessuale).
Da Mark che in quei momenti che appare è sempre una gioia per la mente e gli occhi e il cuore fangirloso, a Joshua che vince il premio “principe cacca” per la schifezza di essere che è! (eh si forse ho fatto spoiler… ma non proprio visto che non vi racconterò perchè lo considero uno schifoso)

Il tutto, e il di più, sapientemente amalgamato per regalare al lettore una storia che regala qualche risata (i dialoghi fra Carter e Isaac sono l’aMMMMore, e la scena dello shopping e una delle mie preferite!).
Momenti piccanti: vi dico solo ananas…. Ed aggiungo: giocatevi sulla ruota dell’aMMMMore (Gigia Cit.) il 23 (cm di….) e il 69 (devo fare un disegnino? 😉 )
Momenti di tenerezza e qualche lacrima … Fanno di questa storia un gioiellino IMPERDIBILE!

Per il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: due anelli d’argento!

N.R. Walker Fiducia cieca (Blind Faith #1)

«Ora hai intenzione di dirmi cosa ti piace di me?»
Alla fine sorrise. «Che non mi tratti in modo diverso. Che mi tratti come tutti gli altri. Non mi avvolgi nella bambagia, non mi fai concessioni, non cerchi di fare di tutto per me. Certamente non me la fai passare liscia,» continuò. Poi aggiunse piano: «Tu non mi tratti come se fossi cieco.»
«Non è mai stato un problema per me,» risposi. «Non ti tratto in modo diverso, perché non sei diverso.»
Isaac sorrise. «Ed è per questo che ti amo.»

null
Carter Reece, veterinario, inizia un nuovo lavoro in una nuova città e risponde alla chiamata a domicilio di un cliente molto speciale.
Arrogante, lunatico e assolutamente splendido, Isaac Brannigan è cieco da quando aveva otto anni. Dopo la morte di Rosie, suo cane guida e migliore amica, la sua collaborazione con il nuovo cane, Brady, non funziona.
Carter cercherà quindi di aiutare l’uomo e l’animale nella fase iniziale del loro rapporto. Ma la domanda è: chi sta conducendo chi?

E’ Carter – quest’uomo molto principe azzurro, paziente, tenero, un carattere buono – a raccontarci la storia in prima persona, è attraverso il filtro della sua voce che facciamo la conoscenza di Isaac.
Mi sono innamorata di Isaac sin dalle prime righe. Perchè è uno stronzetto,un bastardo lunatico, è tenero e fanciullesco, è infantile, è dolce, è cocciuto da corcarlo a padellate, è l’amore insomma!

«Se sei arrabbiato con me, allora rispondi al telefono e dimmelo, urlami contro, dimmi che sono uno stronzo, o qualsiasi altra cosa.» Poi aggiunse dolcemente: «È già abbastanza brutto essere cieco, non posso sopportare anche il silenzio.»

Oltre ad Hannah, la fantastica sorella di Isaac, tutto il mio amore bimbominkioso devo assolutissimamente donarlo a Mark:

«Andrà tutto bene con Isaac, non ti preoccupare.»
«Sì, lo so.»
«Sii forte, ricordati tutta quella merda che avresti voluto dirgli e digli tutto quello che vuoi prima di scopartelo,» disse, serio. «E, soprattutto, per l’amor di Dio, niente olive sulla mia pizza.»

Quest’uomo è una Favola che cammina 😀
Una storia che si divora, che fa compagnia con il suo perfetto mix di dolcezza e simpatia.
Per il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare, questa volta ho due voci da segnare : una benda, la prima. Brady, la seconda.

E mentre vi consiglio calorosamente di leggere questo libro io…. scappo a leggere il secondo della serie 😉