Recensione Anteprima Abigail Roux Goie e dolori (Cut & Run #8)

35107957 Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.
Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.
Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.

Primo: questo ottavo libro per quel che mi riguarda viene catalogato sullo scaffale “robe che non si superano”, a cominciare da

guardò Zane negli occhi e fece un gran sorriso. Gli prese il volto tra le mani. «Ciao, bellissimo.»

Li avevamo lasciati con un colpo di scena cattivissimo: Ty richiamato in servizio dai Marines. Sono passati sei mesi da allora e questo riprende dal momento in cui i Sidewinder rientrano a casa.

Secondo: mi è piaciuto come la Roux ha fatto evolvere ancora Ty&Zane e il loro rapporto:

Invece sospirò. «Prima… prima dobbiamo imparare di nuovo a conoscerci.

(Nella mia testa Ty&Zane e il loro amore sono diventati un po come i pokemon, in continua evoluzione😂)

Zane sin dalle prime righe conquista in scioltezza. Si legge questo suo senso di leggerezza interiore, finalmente è venuta fuori completamente tutta la sua vera forza. La fenice è rinata dalle sue ceneri! (Bravo lui, applaudo con molto orgoglio!!!)
Ty che una volta archiviata la sua vita militare deve…. ritrovarsi. Visto con gli occhi di Zane mi sono sottolineata:

Non poté fare a meno di chiedersi quanto di Ty non sarebbe più stato lo stesso, dopo l’ultimo anno. Erano andate perdute così tante cose. Ogni volta che sembrava recuperare un pezzo di sé….Zane si sentiva come se gli venisse tolto un peso dal cuore.

Fin dal suo ritorno a casa, Ty era sempre stato sulle spine, sempre in lotta con se stesso per mantenere il controllo. Magari aveva semplicemente bisogno di lasciarsi andare.

Man mano che si sviluppa il corso di questa avventura deve anche cominciare a fare i conti con le scelte che ha fatto in passato, e che giustamente cominciano a chiedere il conto.

Terzo: La Scozia, meraviglia per me che ho sempre adorato questo tipo di ambientazione, un po meno per il povero Nick che da bravo irlandese me le ha frantumate con il suo

«Morirò in Scozia,» sussurrò Nick.

Il rapporto di amicizia tra Nick e Ty, è come una casa che poggia su fondamenta che vanno assolutamente ristrutturate. Mi ha dato tristezza un po, proprio come a Zane, notare che non era tutto così forte come in apparenza si vede. Si capisce del carattere di Nick che è uno di quelli che assorbe all’infinito, che perchè vuole bene nasconde sotto il tappeto e va avanti, ma poi quando sbotta fa male e picchia duro! La loro amicizia è qualcosa di bellissimo ed io ci spero che riescano a salvarla nel modo giusto!

Il modo in cui Zane lavora con Nick, potrei essere leggermente favorevole alla possibilità di una ship che non sognavo nemmeno e invece mi accorgo che tanto male non è, e con Kelly. Tutta la parte investigativa che un po mi ha fatto pensare ad un gioco, tipo di quelli che la gente per il fine settimana va a giocare a fare Sherlock. Comunque gioco si/gioco no, secondo me ci stanno indizi che nel prossimo libro ci torneranno utili. (Iss O Pupaz non sgancia una parola che sia una… muta sta 🙂 )

Non mancano momenti in cui ci si scioglie di tenerezza epica (ci sono cose che dopo averle lette continua a pensare “come lo supero questo?? Cooomeeee”), e oltre al morto (Ty&Zane e la vacanza … Un flagello alla “Attila dove passo io ecc ecc” 😂), ed altri che scappa qualche risata. 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) una piccola scatola nera con un fiocco bianco 😍😍😍

Lo Stuzzichino del martedì #58

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia  e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) 

Da questa settimana mi dedicherò, insieme ad Iss O Pupaz, alla rilettura della serie “Cut&Run” di Abigail Roux, e tutto cominciò con “Armi&Bagagli”  (*_*)

Buona Visione https://youtu.be/osa532i3NHo, grazie veramente a chiunque è riuscito ad arrivare alla fine di questi miei sproloqui 🙂
Noi ci si vede alla prossima ….

Fangirlday #7 Ma anche Ty&Zane day!!!!

E così un altro venerdì fangirloso è passato, a vocalizzare e messaggiare su wazzap con la mia Masha.gif sulla nostra ship ClaudioMario (dateci una puntata a settimana tutta SOLO per Claudioooo … che dell’artri fotteega!!) a uomini&donne (mentre Iss O Pupaz, che prima tutta a sbandierare “seguiamo il trono/a settembre pronte/ciapa chi e ciapa là…” ed è finito con un armiamoci e partite, segue i nostri deliri silenziosa … lei aleggia 😉 )

Ma a questo punto della giornata sta anche per concludersi il Ty&Zane day, ovvero l’uscita ufficiale di “toccata e fuga” (qui la mia recensione e QUI il pensiero con SORPRESA finale (*___*) di Iss O Pupaz)

Oggi (giornata mondiale del sorriso io, nella persona di me medesima) ho rigoduto delle nuove scene di questo ottavo libro
*della doccia e quella del balcone (con Nick&Kelly, ship ship ship)
* del momento dichiarazione “chi sei Ty? Sono l’uomo che non sbaglia un colpo” “Chi sei Zane? Sono un fichissimo figlio di puttana in motocicletta”
* del set fotografico e di Ty&Zane su un letto per un calendario (ciao ciao…. non mi riprenderò mai da questa immagine *___*)
* di Zane e dei coltelli, di Zane salvatore a cavallo della motocicletta …..

Ho ripassato vecchie scene:
* Ty&Zane e il telefono 
* “Balla con me Zane” (*____*)
* l’indicabile Peppino di Tamarropoli !!!! 
* Ty&Zane e tatuaggi da ripassare con il pennarello
* il TRAILER della serie
* …. Indimenticabili momenti come: 

Era pronto a mettersi in ginocchio e supplicarlo, se fosse stato necessario per tornare nelle sue grazie.
Ma ogni cosa a suo tempo. Batté forte le nocche sulla porta.
Ci volle un minuto intero perché il chiavistello si allentasse. Quando Ty aprì la porta, non indossava altro che un asciugamano, e i rivoli d’acqua gli scorrevano ancora sul petto e sulle braccia.
“Garrett,” disse, sorpreso. Alla vista di tutta quella pelle gloriosa, il calore sommerse Zane così in fretta che perse il filo del discorso accuratamente preparato. Invece allungò una mano, afferrò Ty per la nuca e lo strattonò in avanti così da potergli schiaffare le labbra addosso.
Ty si dimenò per restare in equilibrio, e Zane si accorse distrattamente che aveva in mano la pistola. Quando si staccò lanciò un’occhiata all’arma – per fortuna puntata altrove – prima di guardare Ty per una frazione di secondo, e fare quello per cui era venuto.
Gli tirò un pugno.
Ty barcollò all’indietro, troppo sorpreso dal doppio assalto per restare in piedi. La pistola finì a scivolare sulle assi del pavimento, e Ty si ritrovò disteso sulla schiena, l’asciugamano ancora miracolosamente avvolto intorno ai fianchi.
Zane rimase in piedi nell’ingresso, si sfilò gli occhiali da sole e si prese un paio di secondi per rimirare la vista. “Non te l’aspettavi, eh?” chiese, poggiandosi le mani sui fianchi…….

Agli hashtag usatissimi dalla sottoscritta: #TeamTy #TeamTy&Zanealetto si aggiungono altri di grande spessore tipo #TyMIgnottadelmiocuore #Nick&Kellybambinibirichini …..

Ed alle 23.23, la camomilla finita da un pezzo io mi congedo. Statemi bene, bimbominchieggiate tanto, amate Ty&Zane 😉 …. Noi ci si legge 🙂

Recensione Anteprima Abigail Roux Toccata e fuga (Cut & Run #7)

32313701Dopo che le loro facce sono comparse su tutti i notiziari a causa di un’indagine ad alto profilo, gli Agenti Speciali dell’FBI Ty Grady e Zane Garrett sono diventati più utili al Bureau come modelli per servizi fotografici piuttosto che come agenti sotto copertura. Proprio quando Zane sta cominciando a considerare l’idea di ritirarsi, Ty riceve una richiesta d’aiuto da parte di un amico, che li porta in una città colma di echi del loro passato.
New Orleans indossa la propria storia sulle sue strade ed è il luogo in cui Ty teme di finire ucciso. Circondati da problemi fin dall’atterraggio, i due agenti si devono confrontare con un passato che Ty non può più nascondere, uno che ha una sorprendente connessione con Zane.
Mentre i pericoli li raggiungono da ogni direzione, entrambi gli uomini dovranno venire a patti con le realtà del loro passato e le bugie che hanno raccontato. Scopriranno presto che non tutti i segreti sono ancora venuti allo scoperto e che niente dura per sempre.

Digger mise un braccio sulle spalle di Owen. «Ti va un drink?»
«Sono appena le dodici, amico.»
«E allora? Siamo a New Orleans!» Scoppiarono a ridere e si diressero verso gli ascensori. Ty e Zane li seguirono, camminando fianco a fianco, ma senza dire niente. Nick scosse la testa e li guardò andare. «Staranno bene?» chiese Kelly dal letto. Nick ci pensò su. «Oh, conosci Ty,» rispose dopo un po’, con tono allegro. «Sa tirarsi fuori da qualsiasi problema.»

Sul serio io non ho idea da che parte iniziare, a questo giro ci sono talmente tante emozioni e situazioni in ballo che non posso limitarmi solo a fangirlare come una scatenatissima bimbaminchia …..

Sin dalle prime pagine si capisce che è un libro Ty centrico (è nato un nuovissimo hashtag: #Tymignottadelmiocuore, no non volete sapere …. E se volete sapere chiedete a Iss O Pupaz, issa sape 😉 ), si respira sin da subito una sorta di malinconica tristezza (ho quasi pianto, e se non l’ho fatto è perchè sono senza cuore -.-), le verità che vengono alla luce rischiano seriamente di distruggere Ty&Zane (quando scopri che la persona che ami ha tradito la tua fiducia …. è durissima da digerire.)

Si è stato Ty dalla parte del torto tutto il tempo, si accetto ogni reazione di Zane. La giustifico e la comprendo, cacchio per una frazione di minuti anche io sono stata incazzata a morte con Ty. Poi però, continuando a leggere mi sono anche detta che lui ha avuto il coraggio di rischiare tutto e di più, ha rischiato mettendo in conto che forse non avrebbe potuto nascondere le sue bugie, che avrebbe perso….E generosamente, per amore, ha rischiato!!!
Si fanno del male a vicenda, io ad un certo punto (ed è stato quando ho quasi pianto) mi sono detta “non ne usciamo, non ce la faranno… è davvero finita cazzo!”.

Chi è davvero Ty? Chi è davvero Zane?
Il loro  sarà un confronto straziante, spudorato e cattivo…. L’ho detto e lo ribadisco ad un certo punto sembra anche senza speranza… Solo che E poi:

«Tu mi ami, Zane?» Quella semplice domanda posta con così poca emozione negli occhi lo colpì al petto come una martellata, spezzandogli il fiato, facendogli tremare le ginocchia. Barcollò nell’ascensore prima che si richiudessero le porte..
«Sì. Sì, ti amo.»
Ty annuì. «E io amo te.»

Non sarà una scampagnata ma c’è una SPERANZA al quale aggrapparsi! C’è una solida base dal quale ricostruire!

Inoltre i sidewinder: Kelly che SI AMA a prima vista, che mi ha conquistato perchè mi sa di bimbo birichino. Nick pur non standomi proprio antipatico dubitavo, e invece mi sono meravigliosamente ricreduta, è stato amico e sostegno. Owen, che mi fottesega se Iss O Pupazz mi dice “ma dai pensa tu se un giorno quello che pensavi bianco scopri che è rosa a pallini fucsia … ecc ecc” No Owen non mi garba manco per il cavolo. E il meraviglioso psicopatico Digger 🙂 .
La loro dinamica, il loro lavoro di squadra, la loro profonda unione, e Zane che si ritrova a osservarli dall’esterno e che scopre la gioia di una VERA squadra, lui che è sempre stato un solitario.

Momenti di alta tensione a trattenere il fiato sperando che nessuno ci lasci le penne, qualche risata ci scapperà anche, New Orleans parte integrale di questa avventura (il lettore si ritrova a viverla insieme ai personaggi…)
Ambiguità di due personaggi che non me la raccontano giusta. Ed un finale… UN FINALE che non so come farò ad arrivare sana di mente alla prossima uscita

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è:  moneta rettangolare d’argento

Abigail Roux Stelle e strisce (Cut & Run #6)

27861853 Gli Agenti Speciali Ty Grady e Zane Garrett sono riusciti a fare l’impossibile: vivere alcuni mesi in pace e tranquillità. Dopo quasi un anno di problemi personali e professionali, finalmente vivono insieme senza liti, al lavoro va tutto liscio e sono entrambi felici, in salute e tornano a casa tutte le sere prima che faccia buio. Ma chiunque li conosca sa che una situazione del genere non è destinata a durare.
Quando una telefonata urgente disturba il delicato equilibrio del loro mondo, Ty e Zane dovranno vedersela con un dramma familiare e un crimine sconcertante per salvare una vittima innocente prima che scada il tempo.
Dalle montagne del West Virginia a un remoto ranch del Texas che ospita ben più che bestiame e ricordi d’infanzia, Ty e Zane dovranno fronteggiare le loro paure, e le loro famiglie, per sconfiggere un inaspettato nemico e riportare la pace nelle loro vite.

Questa serie è IL Meraviglioso Tunnel del quale non si vorrebbe mai trovare l’uscita, perchè di leggere Ty&Zane non ci si stanca davvero mai!
La storia procede. Tra Ty e Zane finalmente scorre liberamente e senza più paura di dire/fare/viversi in coppia. Si tengono per mano,si amalgamano al punto di cominciare ad assorbire i piccoli gesti l’uno dell’altro, si dicono “ti amo” ogni volta che ne hanno l’occasione, si concedono degli splendidi momenti di romanticismo:

Quando le prime gocce avevano colpito la spiaggia, Zane si era voltato per tornare in stanza, ma Ty l’aveva afferrato e aveva cominciato a ballare un valzer con lui sotto la pioggia….Era stato anche uno dei momenti più romantici della sua vita. Non sarebbe mai riuscito a superare il romanticismo spontaneo di Ty con niente di attentamente pianificato. Però aveva intenzione di passare il resto della vita a provarci.

Parlano di cose importanti come il passato, più o meno perchè Ty rimane “abbottonato” quanto e come può… pur non chiudendosi a riccio. Parlano del futuro.
Vengono allo scoperto con le famiglie. E qui si apre un altro interessante spunto. il padre di Ty è ingiustificabile nella sua reazione, il rapporto padre figlio che Ty ha con suo padre io non lo capisco e condivido con Zane l’opinione del “Sergente più che padre”, però Ty – pur ammettendo che è complicato – dice che per lui è andata bene così. Il resto della famiglia di Ty lo adoro follemente , Nonno Chester un mito/ Deuce chevvelodicoaffàquantosocottadiiss?. Ma la mamma di Ty signori miei Stupendaaaaa:

Mara si schiarì la voce e posò una mano sul braccio di Ty. «A proposito, ho detto al pastore e al direttore del coro che voi ragazzi parteciperete alla funzione di domani mattina.» Deuce e Ty gemettero all’unisono. «Ehi, potrò sentirti cantare,» disse Zane, rianimandosi. «Qualcosa che non sia l’Inno Nazionale o l’Inno di Battaglia.» Ty grugnì in risposta, poi guardò sua madre. «Hanno un coro perfettamente funzionante. Sono certo che non hanno bisogno di noi.» «Che c’è che non va in lui?» chiese Deuce, indicando suo padre con un movimento brusco del pollice. «Non si canta con le dita.» Mara guardò entrambi con occhi minacciosi. «Va bene, va bene,» concesse Ty, tenendo alzate entrambe le mani in segno di resa. «Canteremo.»
Deuce grugnì, ma non rispose. I due fratelli si guardarono negli occhi e sembrarono comunicare in silenzio, cercando un modo per uscirne. Mara era troppo soddisfatta per notarlo.
«Purché papà canti con noi,» aggiunse Ty con un sorrisetto beffardo rivolto al padre. Earl alzò gli occhi al cielo.
«Qualsiasi cosa serva,» disse Mara. Si alzò in piedi e si diresse al frigorifero. «Tutti voi teste di cazzo avete un gran bisogno di Gesù, per quanto mi riguarda.» Zane quasi si strozzò con il suo tè.

Lo ammetto è da questa scena che nella mia mente si snoda il confronto fra le due famiglie.
Il padre e la sorella di Zane sono persone buone e lo accettano per quello che è e gli vogliono bene.Beverly, la madre di Zane, è una stronza senza cuore fatta e finita! (secondo me il personaggio è ispirato ad Alexis Colby di Dinasty

L’atmosfera è chiaramente diversa, dal calore e affetto che si respira a casa Grady siamo passati al “freddo polare” di casa Carter-Garrett.
Mi ha un pò toccato il cuore quando Zane realizza che molte volte ha ferito Ty proprio con lo stesso atteggiamento freddo e chiuso che la madre usa con lui.
Ancora una volta si sottolinea forte e chiaro quanto i due si sono salvati a vicenda in molteplici modi!
E siccome si tratta di Ty&Zane, oltre a meravigliosi momenti Piccanti:

…. «Dolcezza,» grugnì, implorando Ty perché continuasse a parlare. Ty lo fece, mormorando, dicendogli come toccarsi, cosa avrebbe fatto se fosse stato lì con lui, quanto amava sentire i suoni che emetteva. Zane non cercò di attutire i gemiti e i grugniti, lasciando che Ty li sentisse, che se ne servisse per raggiungere il suo orgasmo. «Fai dei suoni così belli,» sussurrò Ty, la voce roca e profonda.Quella voce coprì Zane,avvolgendolo in un manto di caldo piacere. L’uomo sollevò i fianchi dal materasso, il suo intero corpo perso negli spasmi.
«Andiamo, Zane!» urlò Ty, sembrando disperato come quando Zane era dentro di lui. Zane urlò e si aggrappò alla testiera del letto mentre veniva. Mosse la mano più in fretta e poi con le dita si massaggiò le palle, per regalarsi un orgasmo ancora più potente mentre si schizzava su tutto lo stomaco e persino sul petto. Sentiva Ty continuare a parlargli per tutto il tempo, ma non riuscì a capire le parole fino a quando non riprese fiato. «Zane,» disse Ty, la voce che sembrava tanto lontana…. «Per quanto sia stato bello, lo preferisco di persona,» disse Zane.Ty rise, un suono cupo e familiare. «Adesso vai a darti una pulita. Guarda come ti sei conciato, ti dovresti vergognare.» «Proprio come te, pervertito,» grugnì Zane con un sorriso.
«Buona notte, Zane.» «Buona notte, Ty.»
La chiamata si chiuse senza altre chiacchiere o smancerie. Zane rimase sveglio per un altro po’, scioccato da come una semplice telefonata e pochi minuti in cui aveva ascoltato la voce di Ty avessero potuto risollevargli così tanto il morale. Si addormentò con il telefono ancora stretto in mano.

Non mancano momenti di puro pericolo in cui rischieranno la vita mentre cercano di scoprire cosa sta succedendo in Texas.
Definitivamente concludo con #TeamTy (sempre fi 😉 ) #TeamTy&Zane #Teamty&ZaneALetto #TeamMaquantoècarinocarinodaperderelatestaTyconibimbi? *____*

Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ Lo Stetson 😉

Abigail Roux D’amore e d’accordo (Cut & Run #5)

26199892

Abbandonato a Baltimora dal suo imprevedibile partner, l’agente speciale Zane Garrett non trova di meglio che sfogare la rabbia su qualunque cosa incontri sul proprio cammino – finché non gli viene ordinato di recarsi a Chicago per assistere un collega durante un’operazione sotto copertura. L’ultima cosa che si aspetta è di trovarvi proprio il partner fuggitivo, l’agente speciale Ty Grady. La missione per cui sono stati inviati, ossia recuperare un informatore ed ex-agente della CIA di nome Julian Cross, si prospetta improvvisamente più difficile.

Ex-marine e uomo chiave del Bureau, Ty ha un debole per i tiri mancini – tratto su cui Zane può ampiamente testimoniare. Reduce da un passato tormentato, Zane viveva solo per il lavoro, ma finalmente sta iniziando a comprendere che i lutti di un tempo non devono necessariamente gettare ombra sul futuro. I due uomini sono compagni di squadra, amici, amanti, nonché la scelta perfetta per quel genere di lavoretti insoliti. Ora, con al seguito Cross e quell’ingenuo del suo ragazzo, Cameron Jacobs, dovranno affrontare gli ostacoli di un viaggio attraverso il paese – incluse imbarazzanti perquisizioni aeroportuali, tempeste di neve, prigionieri assai poco collaborativi, squadroni di killer della CIA, carenza estrema di sonno e caffeina… e loro stessi. Ty e Zane sono determinati a scortare Cross fino a Washington, ma cominciano a dubitare di poterne uscire vivi.

Esauriamo subito il delirio Bimbominkioso: Ty&Zane Ty&ZaneALetto Ty&ZaneDopoSesso Ty&ZaneCheFinalmenteComincianoAParlarSISulSerio FinalmenteComincianoADareUnaBasePiùSolidaAlLoroAmore

“Ty,” gli disse fra un bacio e l’altro, le mani solide sul suo corpo. “Sii mio e basta. C’è tempo per il resto.” Lui gli prese il viso fra i palmi, guardandolo negli occhi. “Sono sempre stato tuo,” disse a fatica.

“Ti amo. Sarò sempre tuo, Zane, non importa dove sono io né dove sei tu. Te lo prometto,” disse, le parole più serie che Zane gli avesse mai sentito pronunciare

“Porca puttana!” Senza alcun preavviso, Zane colpì la bottiglia d’acqua, mandandola a rotolare sul tappeto ai piedi di Julian. “Finirò al manicomio a stare con te!” Allungò il braccio e afferrò il polso del partner, strattonandolo. “Questa storia d’amore mi farà uscire di testa!”

tumblr_ls46nrmBEI1qg9lwr.gif Photo by royaltwiliteangel | Photobucket (5) free! eternal summer | Tumblr

Gli scontri di Ty con Julian (sono stati più fantastici, si può scrivere “più fantastici?” vabè ortmai l’ho scritto 😀 ,di quanto avevo immaginato)

“E va bene,” disse Julian, il tono di chi ha esaurito la pazienza. “Risolviamola da uomini.”
“Che vuoi fare, O’Figo, un duello?”
“No.” Julian mostrò entrambe le mani, una aperta, l’altra stretta a pugno. “Carta, sasso, forbici. Due su tre.”
Ty alzò gli occhi al cielo e allungò il pugno, apparentemente disposto a giocare. Julian si colpì il palmo tre volte, e Ty tenne il tempo agitando il suo nell’aria. Ma quando lui scelse carta, Ty allungò l’altra mano nella giacca ed estrasse la pistola, puntandogliela contro.
“Ty!” esclamò Zane dal sedile di fronte.
“Carta, ammazzo, forbici. Ho vinto.”
“Sei un cretino,” borbottò Julian.

E poi vari punti in cui mi sono proprio sciolta per il troppo ridere, ed altri in cui mi sono sciolta di infinita pucciosità, e c’è quella chiacchierata notturna in particolare che Zane si farà con nonvogliodirechicosìnospoiler che mi resterà nel cuore per parecchio!

Ora posso smetterla e scrivere due cose sensate? Ci provo. E’ il primo della serie “armi&bagagli” che la Roux scrive da sola e non più in coppia con la Urban. E un pò un libro di prova, e si avverte il cambio in maniera sottile ed impercettibile, e direi che è andata benissimo!

E’ stata bravissima a gestire più POV , a tenere il ritmo e la suspence, a rendere quest’avventura piacevole ed intrigante. MI conferma così che da sto tunnel NON Uscirò MAI 🙂

Inoltre è l’ultimo libro della serie tradotto dalla dreamspinner, dal sesto in poi saranno tradotti da Triskell. Domanda c’è la possibilità che babbo natale ci porti il sesto? Siiii speriamo 🙂

EDIT (Grave dimenticanza!)

Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ Bussola! (ma prima di questo …. La telefonata notturna 🙂 )

Madeleine Urban Abigail Roux Luci e ombre (Cut & Run #4)

23782232

La città di Baltimora, nel Maryland, è in pieno subbuglio. Un’escalation di violenza ha suscitato polemiche e proteste fra i cittadini, e a farne le spese in termini di popolarità sono le forze dell’ordine, compresa l’FBI. Da qui le ultime trovate del Bureau per migliorare la propria immagine pubblica: un torneo di softball cittadino e una serie di conferenze rivolte ai commercianti e alle scuole. Peccato che per gli agenti speciali Ty Grady e Zane Garrett i nuovi impegni si traducano in meno ore libere da trascorrere insieme – ore che avrebbero volentieri passato ad approfondire la loro relazione.
Finché non esplode – letteralmente – una nuova ondata di crimine, che mette a dura prova non solo la popolazione e l’FBI, ma anche il rapporto incerto e altalenante che unisce Ty e Zane. I due uomini si ritrovano nei guai fino al collo, costretti a brancolare nel buio in cerca dei bombaroli e dei rapinatori, e con un solo modo per raggiungere vivi la luce in fondo al tunnel: chiudere gli occhi e fidarsi l’uno dell’altro.

Prima di qualsiasi cosa …

Ty riaggiustò la presa, lo attirò a sé e riprese a ondeggiare piano. Poi attaccò a canticchiare a ritmo di musica, e ben presto furono parole vere e proprie, quelle cantate contro il suo orecchio. Zane non lo aveva mai sentito cantare. Quando parlava aveva un timbro incredibile, profondo e appassionato e con un accenno ruvido. La voce di quando cantava non aveva niente da invidiargli. Era come lo sciabordio delle onde, i loro corpi che si fondevano nella danza, e Zane si smarrì in lui, perdutamente e disperatamente.

(5) free! eternal summer | Tumblr

Su questa scena c’ho perso il cuore, gli ormoni…. ho fangirlato come non ci fosse un domani insomma!

Quarto appuntamento della serie “armi e bagagli”, una riconferma in toto. Stavolta più che un caso da risolvere è stata di più la parte emotivo/sentimentale che ha tenuto banco. Ty con il suo coraggio, la sua forza, i suoi mille e uno più talenti. Ty alle prese con un sentimento mai sperimentato prima: la gelosia!

Ty appoggiò i gomiti sul tavolo e gli tirò un calcio negli stinchi sotto la tovaglia di lino bianco. Zane gridò e urtò il tavolo, facendo tintinnare il ghiaccio nei bicchieri. “Cos’ho fatto?” chiese, sul viso un’espressione ferita.

   “Mangi qui tre volte a settimana,” rispose Ty a denti stretti.  “Non sempre.” Zane sembrava confuso. “E allora?”

  “E allora? Il tuo amichetto, lì, Peppino di Tamarropoli, è fin troppo carino,” brontolò Ty. “‘La tua cucina bla bla bla. Vuoi mettere con la mia?’,” gli fece il verso, mentre prendeva il bicchiere con l’acqua. Zane inclinò la testa, l’espressione pensierosa. “È venuto a portarmi il cibo da asporto qualche settimana fa. L’avevo ordinato ma poi mi sono dimenticato di passarlo a prendere perché stavo discutendo con Freddy su un mandato di perquisizione.”  “Che pensiero premuroso,” ribatté Ty, gelido. ….

Ty si staccò quanto bastava per sfilarsi la giacca del completo e strapparsi dalla testa la camicia e la maglietta. Zane tastò con le dita la sua pelle nuda, calda e soffice sui muscoli guizzanti che avrebbe saputo tracciare anche a occhi chiusi. Poi Ty fu di nuovo su di lui, le mani che gli frugavano il corpo e gli strappavano i vestiti, la bocca che gli mordicchiava le labbra e il mento e il collo, gli succhiava il lobo dell’orecchio e ringhiava. “Tu sei mio. Peppino di Tamarropoli dovrà trovarsene un altro.”

L’eccitazione lo investì così in fretta che le ginocchia gli cedettero, e si accasciò contro la porta con un gemito, inchiodato dal corpo dell’altro. “Ty,” mormorò, impotente.

E scene tipo …

Sollevò la cravatta e gliela avvolse al collo, guardandolo negli occhi con un sorriso. “Girati. Faccio io.” Zane alzò gli occhi al cielo, ma obbedì e si rivolse al bancone della cucina. Amava che Ty lo facesse. Sentì le mani scivolargli sotto le braccia, il corpo dell’altro stretto contro la sua schiena per poter raggiungere la cravatta, il naso e il mento che gli premevano sulla spalla. Quando gliel’ebbe annodata con dita rapide e precise, Ty si staccò e lo incitò a voltarsi, dopodiché gli lisciò e raddrizzò la giacca. Infine annuì, soddisfatto. “Ispezione superata?” chiese Zane. “Superata,” rispose Ty, squadrandolo dalla testa ai piedi.

Ad un certo punto un Ty che anche lui ha bisogno di una spalla di un sostegno di un appiglio per non cadere ..
E Zane con tutte le sue menate mentali, tutto vulnerabilità e Luce ed Ombra (mai titolo di libro fu così azzeccato U_U). Nell’insieme questo quarto appuntamento è la summa di tutto quello che sti due devono trovare forza e coraggio di dirsi, fin qui hanno costruito tanto, ed ora con grande pace di Zane è ora di cominciare seriamente a tirarli fuori questi sentimenti. In questa storia incontriamo poi i compagni marines di Ty, e c’è questo tipo, tale Nick, che mi fa simpatia e m’incuriosisce, che spero di rivedere più in là nella storia, a patto che tenga giù le zampe da Ty!!!

Vi segnalo inoltre che sto scrivendo a caldo proprio dopo questo finale che m’ha lasciato più o meno così:

crazy stupid love | Tumblr

A maggior ragione Dopo …e per Dopo intendo:

“Ty.” Finalmente, nel pronunciare il suo nome, la voce quieta e rassicurante di Zane si ruppe. “Ti amo e ho paura di perderti. Ti prego, non lasciarmi solo nel buio.”

Secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com il particolare da non dimenticare: un pugno!

Random #4: Edizione delle 18.00

Al momento sono intrippata in una storia piccante alla “il triangolo no, non lo avevo considerato ma …Ci Piace!” Gigia @veroluc84 sa *ammicca*, voi amici lettori ne saprete di più quando arriverò a fine libro

Sono in corso due Giveaway che ci tengo a segnalarvi:

Il primo

Please Another Book

Siccome oggi sono allegra… FLASH GIVEAWAY! Diffondiamo l’amore! Vi regalo una copia digitale di TRENTATRE’ di Mirya in onore del gruppo di sostegno “Trentatrè Anonimi” O una copia digitale di DESIDERIO DI NATALE di Alessia Esse. Per vincere dovete mettere mi piace alla pagina, mettere mi piace a questo post e commentare quale dei due libri volete e che cosa farete a NATALE. Avete tempo fino a domenica sera per commentare!

*Facebook non è coinvolto in questo giveaway in nessun modo.*

Ed il secondo

Alessia Esse

Il mese scorso ho chiesto ad Alessia Catania di disegnare le mie cartoline natalizie a tema ‘Trilogia di Lilac’. Lei ha gentilmente accettato, creando tre chicche.
La tipografia ne ha stampate più del necessario (grazie, tipografia) e quindi ora ho qualche copia in più. Ho pensato di metterle in palio per uno di voi.
Per ricevere le tre card che vedete qui sotto (la filigrana non c’è sulla cartolina, ovviamente) non dovete fare altro che lasciare un commento a questo post, dicendomi qual è il vostro libro preferito della trilogia. E’ sufficiente il titolo, non esigo una spiegazione XD
Tutto facile, no?
Sceglierò un vincitore mercoledì 17, alle 20.

Buona fortuna a chi partecipa, terrò le dita incrociate per voi! 🙂

Ed infine il motivo per cui mi sto ritagliando un momento in questo pomeriggio è la notizia che mi ha segnalato ,sempre lei, la mia amata Gigia, sull’uscita di “Luci ed ombre” di Madeleine Urban e Abigail Roux 

QUI il post DreamSpinner che ne da l’annuncio

QUI il twit di Gigia por mi

Cattura

con conseguente manifestazione di ESULTANZA da parte di me medesima

Mancano esattamente 17 giorni e 6 ore all’ EVENTO …. Potete approfittare di questi giorni per leggere, qualora ancora non l’abbiate fatto: “Armi e Bagagli” “Forza e coraggio” “ Bulli e Pupe” (QUI, QUI e QUI le mie recensioni)

Per il momento es todos, grazie per la vostra attenzione, ci si legge amici :*

Madeleine Urban, Abigail Roux Bulli e pupe (Cut & Run #3)

23109023

 

Gli agenti speciali Ty Grady e Zane Garrett sono finalmente riusciti a trovare un equilibrio fra il loro rapporto lavorativo, basato sull’istinto di proteggersi a vicenda, e quello personale, dove invece è una lancinante passione a farla da padrona. Reintegrati al lavoro sul campo, vengono assegnati a una missione speciale: raccogliere informazioni su un traffico internazionale di contrabbando d’arte sostituendosi a due dei membri – una coppia gay sposata – per una crociera ai Caraibi. Come dice il loro capo, senz’altro preferiranno darsi qualche bacetto che farsi sparare addosso, no?

Calarsi nel ruolo dei due ricchissimi criminali richiede a entrambi un cambio di atteggiamento, nonché una buona dose di pazienza, visto che la missione è basata sull’attesa. Quando le parti che interpretano cominciano a influenzare anche il loro rapporto privato, Ty e Zane capiscono che essere partner non significa soltanto guardarsi le spalle… finché l’indagine non prende una svolta inaspettata e Ty non rischia la vita. I due si ritroveranno quindi a navigare in acque assai tempestose, fra segreti, bugie, e rivelazioni – alcune delle quali decisamente personali.

 

La domanda alla fine di questo libro mi sorge spontanea: Riuscirò a smettere l’euforia bimbominchiosa per scrivere un pensiero sensato e coerente della storia? La risposta è: ci posso provare ma…non me la sento di promettere niente! ( ancora una volta infinitamente grazie alla mia cara [email protected] per avermi fatto scoprire questa bellissima serie!)

Bulli e pupe è stato bello come avevo sperato. Un puro concentrato di divertimento, suspence, la giusta dose di romance …per tutto il resto Ty ,molto moltissimo Ty (aggiungere alla mia lista di fanghirl innamoratissima che sa ballare il tango divinamente e che adora le decorazioni natalizie!!! *___*) , e Zane, con tutto il suo bagaglio da calimero! Insomma questi due creano una seria dipendenza!

La coppia cresce e si amalgama nel lavoro, dove fanno scintille e faville

Ty vedeva le cose in modo caotico, come un puzzle rovesciato su un tavolo. Sapeva ricomporlo senza neanche guardare i pezzi, li univa basandosi sull’istinto e sulle sensazioni. Il cervello di Zane, invece, li prendeva uno per uno, li girava dal verso giusto, li etichettava in base a ogni possibile caratteristica − a partire dal colore fino ad arrivare al nome dell’operaio che li aveva tagliati alla fabbrica − dopodiché li incastrava uno a uno.

Questa differenza di metodo li rendeva una squadra compatibile − imbattibile, il più delle volte − ma litigiosa.

come anche nei sentimenti e nelle parole non dette (e grazie a Dio anche in quelle che cominciano a  dirsi),il fatto che le loro personalità si sfumano con quelle dei due tipi che stanno impersonando e quindi i pensieri assumono un peso particolare, il loro non conoscersi del tutto e nascondersi, ed in questo frangente è sempre Ty quello coraggioso, quello che si lancia e fa il salto nel vuoto, quello che rischia e mi rapisce il cuore! Ma poi è Zane se ne esce con

“Sei in debito con me.”
“In debito?” ripeté Ty, la voce incerta e il battito che accelerava.
“Mh-mhmm. Per il modo in cui ti desidero,” sussurrò Zane. “Mi terrorizza.”
“Lo so,” mormorò Ty, girandosi e strusciandosi contro il suo collo.
Zane gli prese il viso fra le mani tremanti e lo coprì di baci gentili.

ed io rimango li con gli occhi a cuore e la voglia di abbracciare mezzo mondo. E il sesso, che merita davvero una menzione a parte. Perchè è una componente molto importante di loro due come coppia, ma primo le scene di sesso si mescolano perfettamente alla storia senza essere ne troppo ne troppo poco. E secondo, cosa più importante, io come lettrice percepisco perfettamente che nel sesso oltre agli orgasmi ci sono sentimenti che ancora non hanno coraggio di affrontare, si percepisce il livello di fiducia che cresce e si consolida.

…. Ty si accorse della sua reazione. Gli appoggiò una mano sulla schiena, chinandosi per baciargli la spalla, dopodiché si spostò per appoggiarsi a lui e sussurrargli all’orecchio: “Ti ecciti con un niente.”
Zane mugolò e strinse le dita nel copriletto. “Se ti interessa, sai dove trovarmi,” rispose, la voce roca.
Ty gli accarezzò lentamente le spalle e il braccio, strusciandosi contro il suo collo. Quando lo baciò sotto l’orecchio, mordicchiandogli il lobo e il rubino, Zane mugolò in segno d’incoraggiamento, inclinò la testa ed espose la gola, sollevando i fianchi per strofinargli il culo contro l’inguine. Ty lo prese per la spalla e lo fece girare a pancia in su. Si chinò e gli sfiorò le labbra con le sue, mentre Zane obbediva e lo cingeva con le braccia, mordicchiandogli il labbro inferiore e sospirando per la gioia di sentire su di sé il peso dell’amante….

A tutto questo bisogna aggiungere “incidenti” sul lavoro, una scena in piscina/lacrime sotto la doccia/ il mattino dopo,Norina Bianchi , un regalo di natale (non dato) ….Un salto nel vuoto e

“Penso che correrò il rischio.”

Ed …. In anteprima un estratto del seguito di Bulli e Pupe, Luci ed Ombre!!! Che il bisogno di urlare “Vi prego datemelo subito!” è spasmosdico

il particolare, piccante, da non dimenticare, secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com un tatuaggio ed un pennarello nero

Insomma non posso che straconsigliarvi ancora una volta la serie “armi&bagagli”, conoscete e innamoratevi di Ty e Zane…. Io intanto mi metto in un angolo ad aspettare impaziente “Luci ed Ombre”

 

Madeleine Urban, Abigail Roux Forza e coraggio (Cut & Run #2)

 

22404186

Sei mesi dopo aver rischiato di finire assassinati da un serial killer a New York, gli agenti speciali dell’FBI Ty Grady e Zane Garrett sono alle prese con una cosa altrettanto spaventosa: la noia del lavoro d’ufficio. Quando, per la sanità mentale loro e di chi li circonda, il capo li invita a prendersi una vacanza, Ty stringe i denti e decide di portare Zane con sé nel West Virginia, nella speranza che la quiete e il silenzio delle montagne diano loro l’occasione di esplorare l’attrazione esplosiva che finora è apparsa inconciliabile con il lavoro di coppia al Bureau.
Insieme al padre e al fratello di Ty, i due agenti si avventurano sugli Appalachi per una bella gita nel profondo dei boschi, dove la pace regna sovrana… e nessuno potrà sentirli gridare. Perché ovviamente la situazione precipita, e il gruppo si ritrova ad affrontare pericoli di ogni tipo: tempo imprevedibile, montagne selvagge, bestie feroci, escursionisti disperati… nonché la sfida più grande: loro stessi.

Da 1 a 10 il secondo libro della serie Armi&Bagagli è bello di più! E se prima ero solo innamorata di Ty adesso molto molto di più!

(5) free! eternal summer | Tumblr
A questo giro ci ritroviamo a seguire Ty e Zane in vacanza, dalla famiglia di Ty. Il nonno con badile sempre e comunque, la mamma che si prende cura dei suoi cari e li tiene tutti in riga e sforna meravigliose torte, il fratello strizzacervelli, il papà severo e tutto d’un pezzo che adora i suoi figli ma che capita di tanto in tanto di aprire la bocca e sparare la cazzata che lascia il segno e ferisce, una bella scarpinata la sui monti con annette dove il cielo è sempre blu …ecc ecc

Col legno e col sasso puoi rompermi un osso, ma le parole mi scivolano addosso.

Credo che un senso forte di tutta la storia sia riassunta in questa frase. Soprattutto per quanto riguarda il carattere di Ty! A seguire quest’avventura c’è stato da ridere tanto, ad un certo punto gli occhi a cuore, quando ho letto:

“È tutto a posto,” gli disse Zane, a bassa voce ma scandendo bene le parole. “Concentrati un attimo su di me. Qual è la prima cosa che ti viene in mente?” domandò, continuando a ripulirlo gentilmente dal sangue.
Ty sbatté le palpebre e fece per dire la prima cosa che gli veniva in mente. Ti amo. Richiuse di colpo la bocca e lo fissò, senza poter né voler rispondere.

In realtà a scrivere qualsiasi cosa, pensando a quanto mi è piaciuto Ty a quanto sono stracotta di Ty, mi sento profondamente ingiusta nei confronti di Zane. Perchè la storia è così bella da leggere e seguire anche perchè c’è lui,che è l’altra metà di tutto. Con la sua testa “fuori uso”,e sempre pronto a guardare le spalle di Ty prima di che a se stesso, e ci sono anche per lui  momenti di gloria:

“È più tipo… una sensazione,” cercò di spiegare, la voce esitante. “Hai presente quando cadi nel vuoto, la sensazione allo stomaco? Come se non riuscissi più a distinguere l’alto dal basso.”
Zane lo strinse più forte. “Non ti lascerò cadere.” Poi fece una smorfia, a mo’ di scuse. Trito e ritrito. Sospirò. Trito, ma vero.
Si accorse che Ty tratteneva il respiro; poi lo sentì sbuffare dal naso e mordersi un labbro per non scoppiare a ridere. Strinse le braccia intorno a Zane e tornò a premere il naso contro il suo. “Grazie, Garrett,” riuscì a dire, la voce che tremava sotto la minaccia delle risate.
“Ridi pure. Era terribile, lo so,” ammise Zane a denti stretti.
“È il pensiero che conta,” provò a dire Ty. Poi di colpo scoppiò a ridere e gli schioccò un bacio impulsivo, strappandogli un sorriso.
Zane fu lieto di udire quel suono felice, per quanto breve. Tornò a rilassarsi, crogiolandosi nell’abbraccio e nei brividi che passavano dal corpo di Ty al suo.

“Non ci pensare adesso,” lo sgridò Zane con dolcezza, accarezzandogli la barba cresciuta negli ultimi giorni. …. Ty annuì, ma era ovvio che si stava di nuovo addormentando. “Va tutto bene,” mormorò Zane, continuando ad accarezzarlo. “Andrà tutto a posto.”

il particolare da non dimenticare, secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com

“Ce l’hai un’altra sigaretta?”

PS: “Bulli & Pupe” … Le ultime notizie danno il tutto in fase di Seconda Revisione. @DreamspinnerIT aspetto con lo stesso amore con cui aspetto BabboNatale il 24 dicembre!