Crea sito

Tal Bauer Interludio

Interludio – Tal BauerPrima che Ethan ritorni a Washington…
Prima che diventi il First Gentleman di Jack…
Ethan e Jack trascorrono il loro primo Natale insieme.
Un salto indietro a quel periodo festivo e ai primi passi incerti della loro relazione, mossi sotto i riflettori di tutto il mondo.
Tre mesi dopo il suo trasferimento forzato a Des Moines, Iowa, Ethan inizia a sentirsi schiacciato dalle pressioni dovute alla sua relazione con Jack, il Presidente degli Stati Uniti d’America. Le sue settimane sono scandite dai giorni passati a Des Moines, a indagare su crimini finanziari, e dai weekend che riesce a trascorrere con Jack nella capitale. I media seguono ogni sua mossa, i colleghi lo evitano e la solitudine lo fa stare male.
A Washington, Jack cerca di mettere in piedi un’alleanza globale per sconfiggere il Califfato, mentre il mondo sembra più interessato a distruggere la sua vita privata. L’ostilità lo circonda da ogni angolo del globo, ma un’offerta a sorpresa del presidente Sergey Puchkov pare gettare le timide basi per un’alleanza… e forse per un’amicizia.
Mentre Ethan si ritrova coinvolto in un’indagine che lo colpisce troppo nel profondo e Jack cerca di trovare un equilibrio tra il guidare il mondo libero e tenere viva la loro relazione, i due uomini dovranno affrontare il nuovo significato del loro legame, e dove ciò li porterà.

Ma quanto mi erano mancati Ethan&Jack??? Troppissimo!!! 
La novella racconta il periodo di esilio di Ethan in Iowa, quando la storia con Jack era agli inizi, quando lo scandalo del loro amore era appena saltato fuori, e il loro primo natale insieme.
C’è tutto:
– La frustrazione del poco tempo (di alta qualità/pucciositudine/sensualità)
che i due sono costretti a passare insieme.
Il mio podio:
il momento regali di natale
il ballo
i selfie countdown di Jack (quello col cappello di babbo natale il meglio di tutti)
Risultati immagini per unicorno arcobaleno gifJack impegnato a fare il POTUS e a salvare il mondo dai malvagi, Ethan dalla sua indagine di crimine finanziario (sia messo agli atti che tutti lo evitano come la peste, lui sul lavoro è tipo un fantasma, si fa il culo ma non gli viene riconosciuto più nulla (anzi gli piazzano sul groppone un giovane agente che ha il compito di fargli da baby sitter, oltre che prendersi i meriti lavorativi. Eppure L’agente Backer me è piaciuto moltissimo!), e la stampa quasi lo perseguiterebbe persino in bagno se potesse… Essere in disgrazia è il prezzo da pagare quando ami il POTUS)
– Il signor presidente della Russia Sergey Puchkov e la nascita dell’ alleanza/splendida amicizia con Jack

Davvero tanta roba (anche se io di questa coppia non sono mai sazia,ne avevo bisogno), PERFETTA!!! 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: