Random #18

Ciao bellissimi 🙂
buon pomeriggio e buona merenda.

Sogni di merende porno (desideri folli se penso ai flauti del mulino, ma sia messo agli atti che non ne sto mangiando e resto con frustrazione …. Non so quando ancora quanto resisterò. Comunque mi sono appena scofanata un piattone d’insalata di riso a merenda, so che ci tenevate a saperlo)
Mi siedo al pc e faccio il punto di questa metà di giugno, di quel poco che ho concluso fin qui (troppo poco devo ammettere 😅)

Telefilm: breve premessa, al momento sto in fissa da morire a cercare robe con protagonisti agenti FBI, militari, e robe così ….Perché si!
24
è stata una maratona intensa (l’ho fatta insieme alla mia mamma e lei quando si mette in testa di vedere un tf quasi non dorme la notte. Se non fosse stato per lei magari ci sarei stata qualche giorno in più a finire. Mi sono innamorata di Jack Bauer, nonostante le prime puntate non mi avessero preso troppo. Un personaggio a cui è impossibile non voler bene, così forte e deciso, così ricco di sfumature, e povero lui mai un attimo di pace emotiva. Una stagione più bella dell’altra, nonostante il finale definitivo mi abbia lasciata triste per lui.
Altro personaggio che resterà nel mio cuore per sempre è Chloe O’ Brian, all’inizio la guardavo e pensavo soltanto “questa è una psicopatica” per il suo atteggiamento, e poi puntata dopo puntata mi sono accorta di amarla moltissimo!
Adesso ho iniziato Homeland, però alla quarta puntata ancora non so se mi piace, in genere questo è un incentivo a mollare.
Ho preso visione delle prima puntate di The Agency, e questa dopo 4 puntate mi sa che la mollo perchè non mi sconfinfera, a meno che non la lascio andare tanto per sentire chiacchierare mentre casalingheggio in cucina. E consiglio fresco da masha.gif: Alias (che ho messo già in download e che conto di iniziare in serata)

Musica: ho recuperato la puntata di “sentieri notturni” del 07/06, dedicata al respiro.
Nella lista “ascolta poi” fra le altre cose ho messo: Rufus Wainwright – Across The Universe, John Coltrane – Too Young To Go Steady, e Ludovico Einaudi – elements (special edition)
A proposito di musica ho appena trovato il video del mese per me: Ingrid Michaelson – Celebrate Feat. AJR 

Cosa ho letto, e consiglio caldamente? Santino Hassell Sutphin Boulevard (Five Boroughs #1),Keira Andrews Una nuova vita (Gay Amish Romance #2), Marie Sexton Il canto di Oestend (Oestend #1),
Sto leggendo:

«Lasciami stare, cretino,» rise Evan. Spinse via l’amico, ma poi gli diede un colpo sul braccio per fargli capire che non se l’era presa. «Riuscirò a convincerti a fare il provino quest’anno?» chiese Scott. Girarono l’angolo e si fermarono ai piedi della scala principale della scuola. Ecco come si allenava Evan: quattro rampe tutte le mattine verso l’aula di coordinamento. Non che non fosse in forma. Tutt’altro. «No, non voglio giocare per una squadra,» rispose. Fece scivolare il braccio sotto l’altra spallina dello zaino e se lo mise bene sulle spalle. «Sei bravo, comunque,» si lamentò Scott. «E insieme siamo una forza.» Anna Martin _Cinque volte in cui il mio migliore amico mi ha baciato 

E sul mio taccuino letture fra le ultime voci ho segnato :
“Butterfly Tattoo” di Deidre Knight in uscita il 9 Giugno {spero sia una di quelle letture catartiche che mi rivolta come un calzino, ne ho bisogno!}
20 giugno Tra finzione e realtà, di LA Witt Serie Wrench Wars – Gli assi dei motori
30 giugno C.S. Pacat Il Principe Prigioniero Serie “Captive Prince” Vol. 1{ a proposito sta andando in onda un blogtour+ giveaway, e qui la seconda tappa}
4 luglio Smuovere le acque, di Marie Sexton Una storia della serie Wrench Wars – Gli assi dei motori
11 luglio Quando si posa la polvere, di Mary Calmes Un libro della serie Tempo al tempo {…. e non finisce qui…}

Bene mi pare di aver detto tutto quello che volevo, vado a prepararmi un te da bere freddo e praticare lo sport del punto croce {mi piace vivere pericolosamente 😎}.
Noi ci si legge alla prossima

#Random 15 (lista)

1) Per esempio sta svolta

Hermione. Corse da Ron, lo abbracciò e lo baciò sulla bocca. Ron gettò via le zanne e il manico di scopa e rispose con tanto entusiasmo che sollevò Hermione da terra

Non l’accetterò mai e poi mai!!! (Dovrò sedermi con calma, carta e penna alla mano, segnarmi tutti i miei #Topmoment della saga!)

2) Stasera avevo programmato di vedere il film su canale 5, quello li con l’attore figo che mi piace, Russell Crowe. Alla fine la televisione è spenta 🙂

3)  (tisana biancospino, camomilla,menta. Buona per carità ma ogni volta all’ultimo sorso mi lascia sempre morta di sete)
(in lettura “Stelle&Strisce”. Perchè ci sono tunnel che sono come la copertina di Linus, e esistono momenti in cui si ha bisogno solo di comfort)

4) Domani devo mettermi d’impegno e sistemarmi il calendario delle uscite di Aprile. (Che poi a Marzo non mi ricordo se l’ho fatto … Marzo è volato via disorganizzato mi sa, ed io manco c’ho fatto caso)

5) A proposito di uscite una che ho letto fresca fresca dalla regia

Data di pubblicazione: 10 Aprile (Qui tutte le notizie del caso)

6) A proposito di copertina di Linus, la mia playlist su Spotify al momento

Lo Stuzzichino del martedì #54 (audio)

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday” Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia  e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) 

Si avvicina “il giorno della memoria“, generalmente ogni anno in questo periodo mi dedico a letture/film dedicate a questo argomento. Non ce l’ho fatta in lettura, invece di film ho già iniziato ieri sera vedendo Conspiracy – La cospirazione su Cielo tv. Prosegue domani sera con il film “La ladra di libri”, che vi dirò il film non mi è dispiaciuto…. Ma leggere il libro è stato meglio!!!

…. Stavo dicendo siccome che non ce l’ho fatta in lettura a questo giro di #stuzzichino vi ripropongo una lettura del passato: “Nascosti dal mondo” di J. W. Kilhey, che parla di quel orribile e tragico momento storico da un altro punto di vista (un punto di vista Ingiustamente ignorato!!!)
Il sottofondo musicale alla mia lettura: Mozart – Concerto per pianoforte N.27 K.595 – III. Rondò – Allegro

Buon ascolto. Noi ci si legge/vede/sente 🙂

Canzoni di natale

Ho appena finito di vedere su La 5 ” un bacio sotto l’abero”, commedia romanticopucciosa 🙂
(Voglio un cappuccino di natale con panna&noce moscata *___*)

Ovvero il Calendario dell’Avvento secondo me, Iss O Pupaz e Masha.gif

Tema del giorno è la musica, dato l’orario facciamo la ninna nanna 😉
Intanto ogni periodo natalizio che si rispetti si inizia e si chiude con “Last Christmas” (da ascoltare all’impensata in qualsiasi periodo dell’anno subito aver controllato nel calendario quanto manca a natale). Per ora comunque che sono in fissa con i #clario continuo a canticchiare “Creeeedo negli esseri umaniii, credo negli esseri umaniiii … che hanno coraggio di esseri umaniiii!” (fangirlismo portami via 😀 )

La mia playlist natalizia di punti fissi contiene:
Questo Natale – RadioDj
Natale allo zenzero – Elio e le storie tese
Tony Hadley – Shake Up Christmas
Let it SnowMichael Buble

Mentre finisco di scrivere questo post apro Spotify e, saltello da questa playlist (che sto aprendo ora per la prima volta) a Sax Christmas (che avevo salvato tempo addietro)

S’è fatta na certa ….
 Buonanotte e sogni d’oro, a domani con un nuovo post

Blogtour & Giveway “Naufraghi” di Dawn Blackridge : Ultima tappa: Playlist e proclamazione del vincitore del giveaway

14650234_10211012296452218_5949044883894072062_n

Ciao ciao a tutti :), finalmente sono arrivata anche io con la mia tappa finale, più proclamazione vincitore, di questo blogtour :), il mio pensiero sulla storia lo troverete qui ,e questa mia tappa sarà musicale!
Infatti a proposito di musica, appena finito di leggere questa storia mi sono fatta sfacciata, me timidina, ed ho contatto Dawn per chiacchierare un po con lei,molto gentilmente ha risposto a qualche mia domanda 🙂

le canzoni preferite di David&Simon? Per quanto riguarda David e Simon e le loro canzoni preferite, azzarderei del classic rock, che è quel che piace a me, tipo Pink Floyd, U2, Genesis, cose così
La tua di musica preferita? La mia musica preferita è il rock classico, la mia radio è sempre e solamente sintonizzata su Virgin Radio.
Ascolti musica mentre scrivi? Quando scrivo non ascolto mai musica, dato che appena c’è una canzone che mi piace mi metto a cantare e la cosa mi distrae troppo
(i vicini ascoltano estasiati, al contrario dei miei che si lamentano sempre per le loro orecchie 😉 )

(emh emh…. hozier – take me to church ,pare che musica e video abbiano nutrito la mente della nostra Dawn per storie future!Ma io non vi ho detto niente 😉 )

Ora venendo alla colonna sonora del libro secondo me, vi propongo
Ed Sheeran – Make it rain come unico thema di tutta la storia, specie quando accade che l’ex di David scappa dal carcere, e quella notte in particolare:

Lui mi strinse di nuovo a sé, senza dir nulla, e restammo così, abbracciati nel mezzo della stanza, respirandoci a vicenda, finché non mi fui calmato abbastanza da salire le scale per andare in camera.
Coricati nel buio ci tenevamo stretti, io appoggiato al torace di Simon. Sentire il battito del suo cuore mi stava calmando, anche se ero ancora troppo agitato per dormire. Lui sembrò accorgersene, perché iniziò a lasciarmi dei baci lievi sulla fronte, mentre con le mani mi carezzava la schiena. Quando sollevai il viso le nostre labbra si incontrarono e cominciammo a baciarci sul serio.
Lo volevo da morire ma, ancora di più, volevo che lui volesse me. Volevo sentirlo dentro di me, anche se in quel modo lo avevamo fatto raramente. Non riuscivo a fermare le mie mani, lo toccavo dappertutto per provare a me stesso che fosse davvero lì con me, vivo, e non se ne fosse andato per sempre come avevo creduto ore prima. Simon sembrò capire la mia frenesia e mi lasciò fare, lasciò che lo annusassi, che lo mordessi, che lo leccassi ovunque, che adorassi ogni centimetro del suo corpo, finché non ricominciai a piangere come un idiota, il viso premuto nel suo collo.
Senza dirmi nulla mi prese il volto tra le mani e mi asciugò le lacrime. Poi scivolò lungo il mio corpo. Adesso era lui a farmi tutto quello che aveva appena ricevuto da me, e io iniziai a calmarmi. Sapeva quello che volevo, sapeva di cosa avevo bisogno in quel momento. Mi preparò dolcemente e quando entrò in me fu una liberazione da tutti i fantasmi che mi avevano circondato durante la giornata. È qui, è con me, è vivo erano le uniche cose a cui riuscivo a pensare, e me le ripetevo nella mente mentre i nostri corpi si muovevano in perfetta sincronia, finché raggiungemmo l’orgasmo insieme.
«Ti amo da morire, David, e vorrei restare dentro di te per sempre,» lo sentii mormorare.
«E allora fallo, non te ne andare,» risposi stringendolo a me.
Era tutto perfetto e ci addormentammo tenendoci stretti.

E adesso vi riassumo il blogtour fino a qui:
Prima Tappa: 20 Ottobre Letture Sale e Pepe – Citazioni e partenza del giveaway
Seconda Tappa: 27 Ottobre Romanticamente Fantasy – Presentazione dei personaggi
Terza Tappa: 3 Novembre Leggere è Magia – Intervista all’autrice
Quarta Tappa: 10 Novembre Tre Libri Sopra il Cielo – estratto
Quinta tappa: 17 Novembre Testa e Piedi tra le Pagine dei Libri – Playlist e proclamazione del vincitore del giveaway.
E le regole del giveaway:
1. Mettere mi piace alla Pagina dell’autrice
2. Condividere l’evento sul vostro profilo (link evento), facendo attenzione che la privacy sia impostata come “pubblica”.
3. Lasciare un commento all’evento che conferma la partecipazione e aggiungere il link della condivisione.

E finalmente il nome del vincitore …….

15086318_1730549167265307_1667056705_n

In bocca al lupo a tutti 🙂

15057830_1730549203931970_754085677_n

Rullo di tamburi per favore……

15134434_1730549293931961_1637951276_n

Barbara Sesana, applausi e felicitazioni 😀

Noi ci si legge Immagine di kikkasole

Fangirlday #9 “scopa,sposa…butti giù dalla torre!”

Incomincio da:
* Gli appunti cartopazzosi (e audio fangirlosi e senza senso, e sono anche iniziate le ricerche su tumblr al grido di #tuttomoltoetero ^.^) —> l’ultima puntata di Yuri!!! on ice
* La voglia improvvisa —> Ascoltare a palla Mango (Cuore, stella del nord, sabbia e nuvole, come l’acqua, mio fiore mio, sentirti,eccoti folle d’amore,la rosa dell’inverno ecc ecc)
* L’importante considerazione del giorno —-> Iss O Pupaz che decreta “Cardeno C. è una caramella da succhiare!”. Direte voi uddiu che affermazione profonda … Fatevi il conto che a questa “profondità” c’è arrivata partendo dal porno gay anni 80 (per la gioia di Masha.gif #imiglioriamiciche …)

E brevemente per quanto riguarda il tema del giorno, che lento lento è ormai al suo finale e piano piano sottovoce iostosorseggiandocamomillaesognopandoroenutella, “chi scopi, chi sposi, e chi butti giù ….”
Iss O Pupaz mi fa “occhio che non valgono Ty&Zane”. Però a me freganacippa perchè tanto il sidewinder Owen lo butto giù dalla torre eccome, così s’empara!!! Ci tengo a specificare che invece il resto dei sidewinder + Julian Cross me li faccio eccome se me li faccio #teamorgia 😉

Mi sposo di sicuro Jeff del #triodellemeraviglie! Evan&Dan me li faccio nei fine settimana #miapplaudodasola
Dalla famiglia Bedwyn sposo Wulfric, e butto giù dalla torre Rannulf e Alleine, e na bottarella ad Aiden gliela do molto molto volentieri.
Sono quasi al finale di Clover, al momento mi faccio Will e mi sposo Tyler. Herry Spades? Noooo non lo butto giù dalla torre, che poi sennè Christian ci resta male, però mi sa che lo tengo sospeso nel vuoto per una notte e forse più.
John Reece #personofinterest anche più di una volte a notte grazie! 😉

Ha appena cominciato a piovere, ho finito la camomilla, adesso tutto quello che voglio mo è infilarmi nel mio pigiama e nel mio lettuccio a leggere Cardeno C Perfette imperfezioni , ed eventualmente wazzappare di delirio notturno la mia Iss O Pupaz 🙂

É sempre un piacere, buonanotte, buon tutto, noi ci si legge 🙂

Fangirlday #8: hashtag #cosebelle!

La giornata è cominciata con me che alle mie compagne di fangirlamenti (Masha.gif e Iss O Pupaz) ho detto che avrei usato questa immagine:

IMG-20161014-WA0002
“kikkaaaa io te lo dico è inquietante sta cosa ….” mi dissero, ma io:
Ehhh già noi si era deciso l’argomento: #cosebelle, anche perchè cacchio succedono una dietro l’altra di robe che ci fosse Ty Grady, lo dico da un po, nella nostra vita ci costringerebbe a cercare sti cacchio di gris- gris (chi ha letto “toccata e fuga” capisce). Perciò, tazza della camomilla (quella co la pecorella)che dato l’orario ci sta tutta, vi racconto.

Ho ricevuto il mio primo regalo compleanno

che è lo stesso giorno di Zane Garrett 😀

la mia masha.gif mi ha regalato il libro di Clover di Francesca Bufera (ancora saltello e fangirlo e ohhhhmmmmioddiooooo che GIOIA che GIOIAAAAA). Già iniziato, ancora non so che #team sono (forse forse Tyler…. ma William mi stuzzica e mi ha detto Masha.gif non ho conosciuto Harry)

Ed a proposito di letture? Assolutamente “domare le fiamme” della Tachna, di sicuro medaglia d’oro per le letture del mese!!! (non riesco a smettere di pensare a Ian&Thorne, non riesco a lasciarli andare ….)

Io la mia adorata Iss O Pupaz abbiamo un nuovo appuntamento anime, il lunedì: Yuri!!!on Ice. Cominciò tutto con me che tempo fa gli dissi “lo dobbiamo vedere, secondo me ci piace” e lei che rispondeva “maaa non so bla bla bla”. Ci penso io, entro in modalità il mignolo col prof….. Ho visionato il pilot e sul finale sono impazzita (avete presente l’immagine iniziale?? Ecco io al cubo!!) Faccio un minivideo con la scena a Iss O Pupaz, e lei che è sciroccata come me ….  Come mi capisce lei, come posso condividere questi deliri con lei.

Ho trovato un punto da studiare ai ferri: Tilted Block | Lace Knitting Stitch #10 . Ho fatto il mio primo ordine (cartopazzoso) su Aliexpres, dalla regia me dicono de sta fiduciosa 🙂

Nella mia playlist musicale della settimana? (che la musica è #cosebelle a prescindere 🙂 ):
The White Buffalo – Oh Darling, what have I done
Katey Sagal, The Forest Rangers Strange Fruit (e molte altre di #sonsofanarchy)
Biagio Antonacci – C’e’ silenzio
Milva – Alexander Platz
Newton’s Cradle (Live At Fabric, London / 2013) ……

Bene s’è fatta na certa, su Raiuno continua tale&quale,la camomilla è finita da un pezzo …. Buon tutto a tutti, pace&bene, noi ci si legge/vede 

Jaime Samms Una famiglia accogliente

31935591 Cresciuto in affidamento, Kerry Grey ha poca autostima e ancora meno speranze per il suo futuro. Abbandonata l’università, sopravvive con un lavoro part-time in un vivaio. L’amicizia con il suo capo e lavorare con le piante sono quanto di più importante ha nella vita. Frequenta l’uomo che a scuola lo prendeva di mira con atti di bullismo, ma dopo che il suo amante lo abbandona a una festa, Kerry si ritrova a vagare lungo la spiaggia per affogare i dispiaceri in una bottiglia di scotch.
Malcolm Holmes e Charlie Stone stanno insieme da quindici anni. Nonostante Charlie desideri accettare la dominazione di Malcolm a letto, anche se non l’hanno mai formalizzata, nel loro rapporto sembra mancare qualcosa. Una mattina presto, salvano Kerry, che rischia di essere portato via dalla marea dopo essere svenuto. Charlie intuisce subito uno spirito affine nel giovane perduto. Quando il coinquilino di Kerry lo butta fuori di casa, Malcolm e Charlie lo invitano da loro. Mentre Charlie e Kerry creano un legame grazie al giardino di Charlie, Malcolm vede Kerry come la persona che stavano cercando per completare la loro vita. Tutto quello che devono fare è mostrare a lui, e dimostrare l’uno all’altro, che la tendenza a sottomettersi di Kerry si inserisce bene nella loro dinamica.
Ma qualcuno ha preso di mira il ragazzo. Mentre lotta per scoprire il colpevole, Kerry teme per la sicurezza dei suoi nuovi amici. Se Malcolm e Charlie non riusciranno ad aiutarlo, la loro ricerca del terzo uomo perfetto non potrà terminare con il lieto fine che immaginavano.

Era impossibile. Non si poteva venire e piangere nello stesso respiro. E non avevo motivo di piangere. Quelli erano i due uomini più belli del mondo e volevano me, mi stavano guardando. Ero capitato nel Paese delle Meraviglie. Tutto quello a cui riuscivo a pensare era che Lissa aveva ragione. Loro non mi appartenevano. Appartenevano l’uno all’altro, e io ero solo un divertimento temporaneo.
Un figlio temporaneo.
Un mezzo per incassare uno stipendio facile dallo Stato.
Un coinquilino temporaneo.
Una scopata occasionale e disprezzata.
La mia erezione si afflosciò.
Spinsi la schiena contro il muro di piastrelle e fissai Malcolm. Volevo supplicarlo di andarsene, di nuovo. Che mi permettesse di riprendere il controllo.
Invece, mentre apriva la porta della doccia, chiudeva l’acqua, e mi avvolgeva un grosso asciugamano sulle spalle, non dissi nulla. “Sto bene,” mormorai

Comincerò proprio d questo passaggio, che secondo me è anche uno dei momenti più belli di tutta la storia!

É stato più facile affezionarsi a Kerry (all’apparenza fragile ed incapace di badare a se stesso, che per non sentirsi più solo si butta via in un rapporto che non gli da nulla di nulla … Che non sa vedersi per il tesoro che è realmente, che sa di essere forte ma ha bisogno di “servire”, che vive l’eterna sensazione di essere temporaneo e non avere nessuno di stabile. Mi è piaciuto del suo cammino che ad un certo punto ha dovuto accettare che non era solo di passaggio nella vita delle persone, che c’è chi gli vuole davvero bene, che non è solo!

Malcolm&Charlie, una coppia di lunga data, un amore lacero nonostante la sua forza, un amore sull’orlo del precipizio.
Presi singolarmente: Charlie vive la sottomissione a Malcolm solo perchè lo ama profondamente. Ama il giardinaggio (passione che condivide con Kerry), è un’artista fotografico e…. Si spreca a fare l’assistente per una stronza malefica. Ecco questo ai miei occhi è già la prima crepa!
Malcolm dal canto suo è Dom più che altro perchè ha bisogno, secondo me patologico quasi, di tenere tutto sotto controllo. Ho amato profondamente la sua fragilità. L’apparente forza che sta nel costruire muri e nell’indossare maschere ed incolpare gli altri per nascondersi da se stesso. E perdersi finchè si diventa ciechi nel vedere/sentire ciò di cui ha davvero bisogno l’uomo che ami profondamente!

Kerry che rappresenta per loro quel verso di canzone di Battisti che dice “un angelo caduto in volo….”,  perchè ha sottolineato le crepe del loro amore certo, non ha avuto pudore a sottolineare, che invece di mettercisi in mezzo e devastarli definitivamente li aiuta a riprendere mano nella mano il cammino. (Consapevole ed intimorito, di non trovare posto all’interno di questa dinamica una volta che l’amore fosse guarito….)

Ci sono elementi di BDSM all’interno della storia, ma secondo me non hanno assolutamente nessuna connotazione veramente sessuale, è più un prendersi cura l’uno dell’altro, a maggior ragione lo dico quando ad un certo punto Malcolm dovrà fare i conti con i muri e le maschere (non posso dire altro perchè quello è un momento assolutamente da vivere insieme ai protagonisti, posso dire però che è il mio momento PREFERITO di tutta la storia, quello in cui il lettore dice ok questo amore ce la farà!!! Il momento in cui mi sono innamorata più profondamente di Malcolm).

Un vero e proprio camino emotivo in cui alla fine imparano a lasciare andare “io e mio” ed abbracciano “noi e nostro”

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è (cito Malcolm) “una paio di pantaloni alla volta” 

Nota a piè pagina: mentre scrivevo di questo libro in cuffua mi sono lasciata accompagnare da questa playlist https://t.co/gKYBD6bRFf (fra le mie amatissime), e secondo me ci sono molti brani che si sposano alla perfezione con questa bellissima Threesome 😉

Blog Tour Elias di Erin Keller Playlist e proclamazione del vincitore del giveaway

30303634 Thomas Doyle, dopo la morte del compagno, vive una vita a compartimenti stagni fatta di lavoro e di incontri notturni con corpi senza nome. È una vita di solitudine che gli lascia fin troppo tempo per pensare e per rimpiangere. Eppure, nonostante tutto, la custodisce gelosamente. 
Ecco perché quando Elias Byrne, che sembra spuntare dal nulla e provenire dalle sue zone d’ombra, irrompe con prepotenza nella sua quotidianità, Thomas si ritrova a fare i conti con una serie di sentimenti ambivalenti, sentendo la necessità di respingere quel ragazzo tormentato, ma al tempo stesso nutrendo lo strano desiderio, difficile da accettare, di unire le loro solitudini. 
Il mio pensiero su questa storia sta qua —> http://solekikka.altervista.org/erin-keller-elias-landmeadow-1/ 

Musica, ogni fatto particolare della mia vita in genere ha una colonna sonora. A volte mi capita di scegliere una canzone per determinate parole o per il suo significato (non racconterò che per esempio “tutto da rifare” di Caterina Caselli è per la fine del mio primo amore 🙂 )
Anche per i libri che leggo, e che mi rimangono nel cuore scelgo una colonna sonora, e quindi sarò gentilissima, perchè gentile è il mio secondo nome 😉 , e condividerò con voi la mia playlist personale per questo libro….. Pronti? Iniziamo!

Subito al Capitolo 1 incontriamo Thomas alle prese con uno dei suoi attacchi di panico …. ad un certo punto la voce di Elias:

“….Thomas scese dall’auto, lasciando che la pioggia gli inzuppasse gli abiti e gli bagnasse il viso. Sollevò il volto al cielo e aprì la bocca, inspirando ed espirando, stendendo le braccia ai lati, tirando i muscoli, cercando di pensare a tutto fuorché alla morte. Ruotò un paio di volte su stesso, continuando a prendere profonde boccate di aria e acqua. La pioggia gli inumidì i capelli castano chiari e il viso pallido, gli scivolò nel colletto della camicia azzurra e scese sul petto, lasciando scie di freddo che gli fecero accapponare la pelle e lo distrassero dall’oppressione che sentiva. «Ecco, passa dai…» mormorò allentandosi il nodo della cravatta scura…. Ma era solo. E lo era anche in quel momento. Era solo, aveva paura di essere sul punto di morire e non aveva nessuno da chiamare. «Cosa fai? Lo sciamano sotto la pioggia?»….”

“Andare” Ludovico Einaudi: c’è una struggente malinconia che ben si sposa con la pioggia, un crescendo che ben si sposa con lo stato d’animo di Thomas in questo momento, del suo bisogno di aggrapparsi con disperazione a qualcosa pur di non precipitare nel panico, di quell’allentarsi il nodo della cravatta…. Perchè secondo me sottolinea anche la voce di Elias che ad un certo punto arriva a spezzare la tetraggine dei pensieri persi di Thomas!

Per risaltare tutte le loro interazioni, il modo in cui Elias prima lo travolge e poi sfugge, le paure e i muri che ci sono da buttar giù: “Take Five” Dave Bruback!
Ho messo un segnalibro a capitolo 8 esattamente da queste parole in poi

“Elias rise e strinse le gambe attorno alla sua vita.
«Non sei gentile, sai?» mormorò mellifluo mordendogli il lobo. «Prima spogliamoci almeno.» Thomas si staccò dalla porta e camminò fino alla camera da letto, trasportando Elias prima di lasciarlo cadere sul materasso e salire sopra di lui, quasi senza lasciargli il tempo di rendersi conto di dove si trovasse…”

E la musica che ho scelto per la prima volta che fanno l’amore e per il subito dopo: Jazzango – l’abbandono
Per Elias e il suo abbandono e la fiducia che concede a Thomas, non tanto per l’atto fisico in se ma per l’emotività. Elias butta giù tutte le maschere e si dona. E quando subito dopo si addormenta nel letto di Thomas, secondo me c’è una dolcezza talmente grande, Elias si rannicchia e si addormenta, la bruttura della sua vita FUORI dalla porta e da quel letto!

Ed infine non posso non scegliere che Hoppípolla (che tradotto in italiano vuol dire “saltando nelle pozzanghere”) dei Sigur Ros
Come un inno e una promessa! Che a Elias non toccheranno mai più brutture, che qualsiasi pozzanghera incontreranno Elias&Thomas tenendosi per mano a salteranno insieme!

Questa era l’ultima tappa di un blogtour + giveaway che si è svolto durante il mese di agosto:
Prima Tappa: Aria e Parole – Recensione e partenza del giveaway
Secondo Tappa: Romanticamente Fantasy – Presentazione dei personaggi e citazioni.
Terza Tappa: Tre Libri sopra il Cielo – estratto
Quarta Tappa: Letture Sale e Pepe – Intervista all’autrice.
Quinta Tappa: Testa e Piedi tra le Pagine dei Libri – playlist e proclamazione del vincitore del giveaway.
Regole del giveaway
1. Mettere “mi piace” alla pagina dell’autrice:
https://www.facebook.com/erinekellerautrice/?fref=ts
2. Condividere l’evento (link all’evento quando sarà creato) sul vostro profilo, facendo attenzione che la privacy della condivisione sia impostata su “pubblica”.
3. Lasciare un commento nell’evento, scrivendo “Partecipo” e aggiungendo il link della condivisione.

Quindi ora sono pronta a dichiarare il vincitore…. Ruuulloooo di taaaamburiiii …..

14218212_1734967460098860_539336680_n

il 26 Dawn Blackridge , complimenti ^_^ Mi raccomando contatta Erin per ritirare il tuo premio

Noi ci si legge 🙂

TRENTATRE’ BLOG TOUR Tappa #4 : Musica!

CALENDARIO

Eccomi qua a presentarvi la mia tappa. Mattiniera si, il mattino ha l’oro in bocca si sa (ovvio dopo l’uso dello spazzolino 😀 )

Ho finito di leggere Trentatré da una settimana circa ed ancora sono incastrata li dentro, proprio non posso lasciarlo andare. Ci ho provato ma nessun libro mi prende, perchè il mio pensiero torna sempre lì al Fortuna, penso a cosa starà cucinando Consuelo , e quale sarà il nuovo telefilm o libro a cui si stanno appassionando D e Grace …

Siccome mi tocca di fare l’intervistatrice si capisce bene che dovrei vestirmi in tiro per l’occasione. Ma siccome si tratta di me, e della prof, immaginateci – in seconda serata, che fa molto soft porno – accomodate sul divano, in tuta o pigiama, con in mano un mojito lei ed un bicchiere di latte al cioccolato per me. Io non bevo, beh a parte una birra ogni tanto nel periodo estivo, e non è solo che sono astemia come Grace, io proprio non posso bere, con buona pace della prof.

Sarà semplicemente una chiacchierata informale sul tema musicale di Trentatré …Pronti? Iniziamo!

Di Trentatrè è nata prima la trama o la musica?
La musica ha creato la trama, poi la trama ha creato altra musica, con o senza note. Poi io ho iniziato a cantare, e non c’è più stata musica.

Qual’è la playlist della storia?
E’ molto breve, per quella mia tendenza un tantino ossessiva a riascoltare a ripetizione le stesse canzoni quando scrivo una storia:
One of us ( e che aggiungo io conosco ed ho sempre amato nella versione italiana), da cui tutto ha avuto inizio, e Amazing Grace ,con cui tutto ha avuto fine. Ma anche inizio. E un po’ la metterei pure nel mezzo. Beh, e Let it snow ( t’interrompo n’ autra vota per attaccare a canticchiare la mia versione preferita del pezzo : Frank Sinatra Let it Snow  ok ok la smetto continua pure), che cito nei ringraziamenti, che è una delle mie canzoni preferite di Natale e che ascolto anche a metà agosto. Ma ascolto tutte le canzoni di Natale, a metà agosto; non tutte però mi parlano con la voce di Grace. Dunque, mettendo insieme queste tre canzoni, cosa succederebbe se Dio fosse uno di noi? Che la sua grazia ci troverebbe e rinnoverebbe; e che lasceremmo nevicare sempre. E, certo, che io dovrei smettere di cantare, per non farlo scappare.

Quali sono le scene della storia che tu sottolineeresti con il sottofondo musicale? 
Naturalmente il primo incontro tra Grace e D (One of us), poi i due momenti in cui i personaggi cantano Amazing Grace; quando la canta D me la sono immaginata come nella versione di Alan Jackson (QUI); nel finale, anche se non ha senso, sento sempre quella delle Celtic Woman, seppure non assomigliano molto alla voce dei presenti… E poi, nell’ultima scena in assoluto, lì c’è Let it snow . In versione allegrissima. Ma ci metterei anche un Alleluia ogni volta che Grace e Michele concludono.
In qualunque versione va bene, dato che concludono in qualunque versione.
E ogni volta che sono in scena insieme D e il vecchio Giò ci metterei un jingle scemo o qualche canzone comica vecchio stampo, tipo quelle di Cochi e Renato (vi faccio presente che quando mi ha suggerito questa visione io ero ancora ai primi capitoli, e da quel momento ogni volta che D e il vecchio Giò interagivano fra loro e con gli altri li vedevo così:

imageMagari a cantare “L’uccellin della commare” …Capite quanto è pericolosa questa donna?!) … E non disdegnerei “Il coccodrillo come fa“.

Quanto in generale la musica influisce con la nascita delle tue storie?

Non ci sarebbero storie senza musica. Guido, vado a correre, stiro, cucino e ascolto musica, e lì a volte risolvo la scena che non mi veniva, altre volte immagino tutto un libro nuovo; poi quella canzone diventa un’ossessione, per me, e la metto a ripetizione ovunque. Il marito ricorda ancora mesi e mesi di Rien de rien di Edith Piaf: stava iniziando a diventare verde di muffa. Ma mentre scrivo no, non posso ascoltare musica, mi serve il silenzio (per quanto possa ottenerlo una mamma con lavatrice accesa che centrifuga e bimbo acceso che centrifuga): a quel punto le musiche mi sono già in testa e ne scaturiscono le parole. Tante parole, purtroppo: con una o due canzoni, come vedi, faccio un libro. Per fortuna di tutti è raro che io ascolti qualcosa di nuovo: ho sempre gli stessi mp3 nelle cuffie o nell’autoradio, quella che mio marito definisce sadicamente ‘musica giovane’.

E su cosa ti focalizzi in genere solo musica, solo parole oppure l’insieme? (mi ricordo in Linee che hai rielaborato il tuo culo ed il tuo cuore di Vecchioni e poi in DCDC ogni citazione degli ABBA a fare da sottofondo)

Ovviamente la melodia mi deve piacere, ma io vivo di parole e pertanto sono quelle che mi colpiscono (con ulteriore differenza da mio marito, che in quanto musicista nemmeno ha capito che oltre agli accordi c’è anche un testo, sopra quello che suona). Considera che ho una buona memoria (tutti quelli della mia generazione ce l’hanno, perché ci facevano studiare a memoria le poesie e i nomi dei dinosauri, che praticamente erano i nostri vicini di casa), perciò ricordo quasi tutti i testi delle canzoni che ascolto. Quando sono proprio in cerca di un momento, un’atmosfera, una caratterizzazione del personaggio, scartabello nei miei archivi mentali fino a reperire il testo giusto; quando invece sono del tutto rilassata e non in cerca, il testo mi colpisce a tradimento, come le ginocchiate di mio figlio.

…. ho ascoltato “Oggetti smarriti” di Ruggeri, e “This is the way you left me” di Mika, per immaginare i mesi dopo ‘quel fatto’.

 

Per conto mio aggiungerei anche William Joseph – Standing The Storm e lo colloco al Sesto giorno: In cui Dio Sente le voci

Michele passò la levigatrice sul pezzo che aveva finito, muovendola avanti e indietro, la mente scollegata da qualunque cosa fosse al di fuori di quel piano da lavoro. Avrebbe continuato così finché non fosse stato soddisfatto del risultato, finché non avesse sfogato quella miscela di creatività e dolore che ogni tanto lo soffocava, finché quel peso sullo stomaco non fosse scomparso, liberato nel legno.
Levigatrice avanti.
I soldi basteranno per la telefonata, per il cibo e anche per un po’ di umanità: costa meno di quello che si crede e rende molto di più.
Levigatrice indietro.
Ti sto dando solo dei problemi. È un’accusa che mi fanno spesso, i miei figli, di dar loro solo dei problemi.
    Avanti.
Sono qui per lei. Ne parlano quasi tutti ai tavoli. Si è diffusa la voce che hai assunto una rossa mozzafiato e sono venuti a vederla.
Indietro.
Non chiamo per me, naturalmente, so che non muoveresti un dito per me, chiamo per tua sorella, che è sparita col bambino.
Avanti.
Questa è la segreteria telefonica di Juliette, lasciate un messaggio dopo il segnale acustico.
Indietro.
Scuse accettate.
Avanti.
Ti piace la cioccolata al peperoncino?
Indietro indietro indietro.
Si riebbe come sempre, all’improvviso: un secondo prima era ancora in trance, il secondo dopo stava mettendo giù il pezzo a cui aveva lavorato per chissà quanto, svuotato e stordito ma nuovamente padrone di se stesso.

E quando D realizza che l’umanità è un respiro di neve, ogni volta che si realizzano gli incastri nel grande piano della vita con tutti i suoi effetti, ogni volta che gli unicorni rosa hanno la meglio su questo ecosistema di asini, per ogni fiocco di neve :  Ogni mia parola (Come la pioggia e la neve) e la colonna sonora di Sister Act , infine tanto per rispondere al tuo “il coccodrillo come fa” rilancio con “Popof” 😉

Finito il mojito, finito il mio bicchiere di latte… ognuna delle due si alza e dopo i convenevoli di rito ce ne ritorniamo ognuna delle due da dove siamo venute. E’ stato un piacere prof alla prossima!

Vi ricordo infine del

GIVEAWAY

in corso durante questo blogtour. La prof non si risparmia e regalerà una copia cartacea di Di Carne E Di Carta …. Per vincere dovrete seguire tutte le tappe del BlogTour (come da calendario lassù in cima al post indicato) e scoprire l’IMMAGINE e la PAROLA che si cela nel puzzle che vi stiamo spacciando, e poi dopo che il cervello magari vi sarà andato in pappa (come è successo a me nonostante conosca la soluzione) ringraziate di cuore i due Genietti che hanno avuto la brillante idea @ciaradh_ e @kiadalpi (vi voglio bene bimbe lo sapete)

Ecco il mio pezzetto:10561679_10202810594690681_8205169315428826893_n

Spero questa tappa sia piaciuta a voi tanto quanto è piaciuta a me.

Ci si legge amici :*