Tania Paxia Le strane logiche dell’amore

Per la famosa serie “ah qual gioia seguire i consigli (a volte ordini/minacce) librosi delle amiche, grazie Masha.gif  

 

«Non scapperai anche tu, vero?» ingoiò la saliva, facendo sussultare il pomo d’Adamo.
«Se non scapperai prima tu, no».

31181233Cameo ha ventisei anni e vive a Londra, insieme al suo fidato Flash, il Basset Hound di due anni con il quale condivide l’appartamento. Gestisce un blog letterario e per mantenersi lavora nella sala da tè di sua madre a Notting Hill. Ha una vita piuttosto monotona, fatta di passeggiate nel parco, di letture notturne, di pettegolezzi e di sabati di shopping insieme a sua cugina Nancy, prossima alle nozze. Tutto questo cambia, quando riceve un libro da recensire in anteprima esclusiva. Un libro che la porterà a oltrepassare ogni logica, pur di scoprire il mistero che si cela dietro al nome dell’autore…
Tristan Moseley, Canterbury, Kent, 1986, prima di dedicarsi alla scrittura si laurea in letteratura inglese al King’s London College e compie dei viaggi intorno al mondo come inviato di alcune riviste scientifiche e d’informazione.
Ma chi è davvero Tristan Moseley? È davvero l’autore di Sweet Olivia, il libro che Cameo ha ricevuto in anteprima? Tra vari dubbi, inseguimenti, concerti e glow party, cercherà di trovare la soluzione, lasciandosi guidare dai propri sentimenti.

Cameo Pinky – questo il buffo nome della protagonista, che deve ringraziare la mamma hippy fissata coi colori – è una giovane ragazza con una vita meravigliosamente banale.
Adora leggere (anche io),
è una book blogger (anche io, solo che Cameo è millemilioni di passi avanti a me nel mestiere 🙂 ),
lavora part time nella sala da te di sua madre (grazie a te Pinky ho aggiunto un nuovo lavoro dei sogni nel mio scarso curriculum vitae 😉 ),
è sfigata in amore ( sta infatti finendo di smaltire la delusione di essere stata fidanzata con un minchione traditore),
è un pizzico sfigatella nel suo piccolo universo personale…. ed accade un giorno che riceve un libro da recensire in anteprima mondiale (il sogno della mia vita praticamente), solo che quel libro non verrà pubblicato dal vero autore ma qua qualcun altro, e siccome che di natura è anche molto curiosa farà di tutto per venire a capo del mistero.

Specificando che Tristan è veramente un uomo da sogno, da favola, che entra di diritto nella categoria #fidanzatodicarta, devo dire che l’unica cosa che mi ha fatto storcere il naso un po è stato il comportamento di Cameo fino alla fine. Molte volte da quando comincia la “sceneggiata” mi sono ritrovata a desiderare di dargli qualche sganassone, più andava avanti nel rapporto con Tristan e si insinuava nella sua vita e più avrei voluto prenderla a padellate. E perciò quando gli è “scoppiato” in faccia il casino, e tutte le sue normali conseguenze,  non mi sono ritrovata solidale con lei e con la sua sofferenza, anzi brutalmente ho detto “cosi t’impari che le persone non si prendono in giro, che le bugie sono il male!”

E quindi è a lieto fine? ….. Ahhhh “le strane logiche dell’amore” mi viene da sospirare e scrivere 😉

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare serata a casa di Tristan

I commenti sono chiusi.