Mila Orlando Chiedimi se ti amo ancora

Libro che avevo in lista da tanto, a testimoniarlo un post dei “libri che ancora non ho letto” (-.-). Speravo in una riconferma e l’ho avuta. Anzi dirò di più rispetto al primo che avevo letto di Mila Orlando mi è sembrata “cresciuta” nel suo stile e nel modo di raccontare i personaggi.
Ps. ma quanto mi PIACE questa copertina! *___*

Può l’errore di una notte cancellare l’amore di una vita?

25181897Alla soglia dei trent’anni, ad Alice crolla il mondo addosso. La storia d’amore su cui aveva imperniato la sua vita non c’è più, e lei deve ricominciare tutto da capo. Trova il coraggio di lasciare il lavoro che non la soddisfa e di concentrarsi su una nuova avventura, la scrittura. E in viaggio da Napoli a Milano, verso un orizzonte diverso e con nuovi compagni con cui costruire il futuro, Alice ripercorre i mesi in cui la sua vita è cambiata: l’incontro con Gabriele, l’innamoramento, una convivenza iniziata forse troppo presto, e poi la notte in cui tutto è finito.
È possibile cancellare un amore che sembrava per sempre? E ritrovare la fiducia per amare di nuovo? Dall’autrice di “Quando l’amore chiama”, un romanzo intenso e delicato, che commuove e coinvolge.

Sia Alice che Gabriele mi hanno colpito in positivo, nonostante lo sbaglio di coppia. Più che una storia d’amore è prima di tutto una storia sull’andare avanti, il rimboccarsi le maniche e investire sui propri sogni. Per questo Alice mi è piaciuta molto.

Questi due giovani s’incontrano all’alba di un nuovo percorso da iniziare, dopo essersi laureati ora devono avviarsi nel mondo del lavoro. A parte il fatto che Alice è un avvocato ma il suo sogno nel cassetto è quello della scrittura, e Gabriele un architetto che deve lavorare nello studio di suo padre con il quale non ha propriamente un rapporto idilliaco.

Leggendo ho sottolineato Alice che si dona/che è presente nel rapporto/che è una spalla in tutto e per tutto. E Gabriele che si è innamorato, che si è presente anche lui ma…. In alcuni momenti ho avuto l’impressione che lui prendesse più di quel che dava nel rapporto di coppia, un “viziato”. Sono stata orgogliosa di Alice che quando ha preso la sua “batosta” con Gabriele, pur soffrendo si è spesa per se stessa, ha dato una possibilità ai suoi sogni, si è ricostruita senza lui.

Sono stata molto contenta di Gabriele che non ha smesso di amare Alice e di cercarla, di rivolere indietro la storia d’amore, di trovare il coraggio di staccare la spina da suo padre. 

Io sono consapevole che secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare che dovrei scegliere è Because the Night di Patty Smith. Invece Voglio scegliere un’abitudine di questa coppia che ho adorato: il bacio più bello del mondo! 🙂

Elisabetta Motta Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero

24969603Pannacotta Dreaming” non è una sala da tè come ce ne sono tante a Roma. È un luogo intimo e curato dove i clienti possono sorseggiare infusi pregiati in tazze di porcellana, gustare i dolci più deliziosi e acquistare meravigliosi bouquet di fiori. L’intraprendente Emma ha infatti saputo unire le sue abilità di pasticciera alla passione per i fiori, dando vita a un bistrot unico e indimenticabile per chi vi trascorre qualche ora di relax. Tra i tanti clienti che iniziano a frequentare il locale c’è Alex Giordani, un compositore di musica lirica a cui la vita ha donato di vedere con il cuore laddove i suoi occhi non riescono a farlo. Per Emma innamorarsi di lui è inevitabile, per Alex pensare a un futuro con lei è complicato. Forse è più semplice restare nei confini sicuri di ciò che si conosce già molto bene. Ma il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce…
Una storia d’amore intensa come una miscela di tè nero e dolce come una mousse alla vaniglia.

Avevo aggiunto questa storia alla mia lista lasciandomi fregare dalla copertina, e finalmente oggi, dopo un tempo di attesa che manco gli esami con la mutua, me lo sono sciroppata 🙂

Mi è piaciuta la scorrevolezza della storia, quella sensazione di sentire e respirare l’atmosfera,i profumi e sapori, della sala da te “Pannacotta Dreaming”. Mi è piaciuto immergermi per le vie di Roma, mi è piaciuta la banalità e la troppa dolcezza della storia ( in alcuni momenti ho rischiato il coma diabetco per dire), ma ci vogliono anche queste storie così tutto romanticume e zuccherosità! (accademia della crusca se ci sei e per chissà quale motivo mi leggi, hai detto si a petaloso, interrogati su romanticume e zuccherosità per piacere 😀 )

Emma, l’architetto/pasticcera/imprenditrice&direttrice della sala da te, è semplice ed elegante, gentile, e – dopo un matrimonio deludente – sola e forse disillusa. Condizione che dura fino a quando non Alex non entra al “Pannacotta Dreaming”
Alex è dolce, simpatico, attraente, piacevole … cieco! Ha questa sciocca convizione che l’amore sia al di fuori della sua portata proprio perchè è cieco, si è dato dei limiti e non vuole attraversarli. Ma non ha fatto i conti con Emma.

Ognuno dei due s’insinua dolcemente nella vita dell’altro, sfumando i confini, sanando la solitudine, donandosi reciprocamente l’un l’altro. Ovviamente non manca il momento della separazione a “causa di…” ed è chiaro che il lieto fine è obbligatorio….
Si è una lettura dolce e forse noiosa perchè scontatissima, ma che fa bene, che rilassa, di quelle coccole che è bello regalarsi!
Ps voglio lavorare anche io al “Pannacotta Dreaming” *____*

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è la pioggia 🙂

Irene Pecikar – Amore, Parigi e un gelato al pistacchio

2015 Reading Challenge: 4 Un libro pubblicato quest’anno

25580585

 

L’amore è guardare un film romantico mangiando un gelato al pistacchio ricoperto di nutella con una spruzzata abbondante di panna. È questo che pensa Samantha, certa che un buon gelato possa risolvere ogni cosa e che Parigi non sia affatto la città dell’amore. Samy di storie ne ha avute, e tutte l’hanno delusa. Ma se un giorno incontrasse il ragazzo di cui era innamorata al liceo e lui iniziasse a corteggiarla? E se Lorenzo, il suo migliore amico, fosse invece certo che cedere alla sua vecchia fiamma sia l’errore più grave che Samy possa fare? Come si può capire qual è la strada giusta da percorrere per trovare il proprio lieto fine?Tra yoga, training autogeno e i consigli di un prezioso guru milanese, una mamma invadente, una cugina insopportabile e un ritorno di fiamma, si snoda una storia d’amore e di amicizia farcita di romanticismo per un buonumore assicurato.

Per la serie “pomeriggi d’amore” su canale 5  questa storia è di pari intrattenimento! Libro entrato prepotentemente fra le mie cose da leggere solo soltanto per il titolo, difatti ho letto la trama solo adesso che cerco di scrivere il mio pensiero.

Tanti cliché mescolati insieme:
i genitori separati = padre abbastanza assente, madre molto apprensiva.
Cuginetta odiosa, che la COMBINA (ma poi la perdoniamo, nel senso che visto che tutto va a posto non le sfracassiamo la padella sulla testa ecco).
Il migliore amico gay (voglio un racconto su Lorenzo che è il mio preferito *___*).
La perfida rivale in amore, che fa la fine di una meteora (così impara la fetente!)
Il guru maestro di yoga.
Persino il terzo incomodo decisamente troppo stalker per i miei gusti.
Il principe azzurro delle favole (o quasi)
Perfino cani e gatti che vanno d’amore e d’accordo!….
Il tutto sapientemente mescolato dall’autrice da vita ad una storia piacevole e disimpegnata. Un mix d
olce e romantico quanto basta, un pò commedia (degli equivoci anche) Samantha ci intrattiene raccontandoci se stessa e le sue peripezie. Un pizzico di Samy è in ognuna di noi ho pensato tutto il tempo, ecco perchè è facile volerle bene. Nonostante la sua cocciutaggine, sul serio una persona normale prima di fare due più due sull’ipotetica, apparentemente certissima, FREGATURA data da quel meraviglioso principe azzurro di nome Alex, ci avrebbe fatto due chiacchiere – magari tirando qualche piatto per aria,  ehhhhh ma allora finiva subito la storia giusto? Giusto!

La storia si svolge al presente intervallata da ricordi del passato, tra Milano – Parigi e la meravigliosa Calabria, la descrizione dei luoghi mi è piaciuta molto difatti ho preso nota nel mio taccuino viaggi di andare a visitare le cascate di Pietracupa (Parigi è annotata da secoli ed a Milano ci sono già stata) 😉

Il finale è molto alla Tata Francesca, all’insegna delle rivelazioni -una roba alla “triplo wow” , parola di Samy 😀 ,e dei chiarimenti. Del questa volta l’amore non me lo lascio scivolare via dalle mani e… tutti vissero felici e contenti!

Secondo il gioco ideato da @anncleire  http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: braccialetti brasiliani

Letture in corso, il punto!

Ciao ciao a tutti 🙂

Volevo fare un video ma … no oggi no! Però un post per tirare le somme di un post c’ho voglia! (E forse bisogno, così magari mi calmo anche che qua… sto proprio sbarellando abbastanza)
Domanda: Ma kikka farai altri video? Avremo il piacere/dispiacere di vedere altri tuoi sputtanamenti?
Risposta: Si si sicuramente ^_^. Purtroppo per voi mi piace far video…. al punto che forse penso di studiarci sopra per fare editing 😀

Il mio è un momento di totale ed assoluta irrequietezza sia fisica che mentale, e tutto ciò mi porta ad alimentare la mia tendenza, già di suo abbastanza significativa,di zoccolaggine librosa!

Faccio due conti:

Dal lontano 22 Ottobre ho Shift in corso, Dio non ne posso proprio più! Se in questi giorni lo sto riprendendo non è tanto per spuntare il punto 50 della 2015 Reading Challenge ma per il regalo che mi farà Gigia come premio. Mi ha promesso la traduzione di un pezzo (puccio pornoso) della serie “Armi&bagagli”. Devo ammettere che nonostante quest’incentivo, malgrado il fatto che sul finale accadono cose, proprio non mi prende. Per onestà non gli darò nessuna classificazione, non recensirò …. Penso che quando lo finirò mi farò semplicemente un pianto di sollievo e ringrazierò Dio in qualsiasi lingua!

Qualche sera fa (il 6 Maggio mi dice GR) ho iniziato “Promesse” (questo mese ho come obbiettivo di recuperare tutta la Sexton pubblicata in italiano)
Al momento sono arrivata a pochi capitoli dalla fine, vi lascio un teaser del punto in cui sono ferma:

Il giorno dopo, proprio dopo pranzo, caricammo le nostre bici sulla jeep e ci dirigemmo verso l’inizio del sentiero. Mi appoggiai al finestrino, guardando gli alberi che superavamo, cercando di calmare i nervi dicendomi che non avevo bisogno di vomitare. Mi odiavo per il mio nervosismo.
“Va tutto bene?” chiese Matt.
“No. Sto cercando di ricordarmi perché ho accettato.”

MI sta piacendo ma devo dire che rispetto alle precedenti letture della Sexton la noto ancora acerba (????) nello stile. Colpa mia che ho letto i più recenti ed ora devo recuperare il passato, e devo dire che non mi dispiace rendermi conto della crescita di un autore/autrice che mi piace.

Ieri sera ho messo in pausa le letture di cui sopra ed ho iniziato l’anteprima di “Piano B” in uscita il 19 maggio (appena pubblico questo post riprendo da dove mi sono interrotta, capitolo 3)

Non dimentico di avere in pausa #illibroinprestito del momento, ne ho letto due paragrafi e mi son bastati a decidere che ho avuto ragione a ritirarlo. Se magari la finisco anche di cazzeggiare e mi ritiro in convento per un anno almeno ce la potrò fare a leggerlo prima della fine dei miei anni :3

Infine concludo in bellezza con l’ultimo appunto che ho preso mo mo, quello che mi ha fatto decidere di fare questo post riassuntivo:

Elisabetta Motta -Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero

24969603“Pannacotta Dreaming” non è una sala da tè come ce ne sono tante a Roma. È un luogo intimo e curato dove i clienti possono sorseggiare infusi pregiati in tazze di porcellana, gustare i dolci più deliziosi e acquistare meravigliosi bouquet di fiori. L’intraprendente Emma ha infatti saputo unire le sue abilità di pasticciera alla passione per i fiori, dando vita a un bistrot unico e indimenticabile per chi vi trascorre qualche ora di relax. Tra i tanti clienti che iniziano a frequentare il locale c’è Alex Giordani, un compositore di musica lirica a cui la vita ha donato di vedere con il cuore laddove i suoi occhi non riescono a farlo. Per Emma innamorarsi di lui è inevitabile, per Alex pensare a un futuro con lei è complicato. Forse è più semplice restare nei confini sicuri di ciò che si conosce già molto bene. Ma il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce…
Una storia d’amore intensa come una miscela di tè nero e dolce come una mousse alla vaniglia

Sfogliandolo… Un teaser a caso da una pagina caso:

Sei sveglia?
Sì. A quanto pare siamo in due.
È una tua abitudine addormentarti sempre così tardi?
No.

A dirla proprio tutta ci sto pensando a mollare tutto e dedicarmici subito…Insomma a confermare la mia zoccolaggine librosa, e la mia irrequietezza fisico/Mentale. O forse chissà è solo colpa di questi giorni che raccontano di estate anticipata ….

Una buona serata a tutti, e noi come sempre ci si legge 

If I ain't got you baby

I still haven’t read #30

Ciao bimbi e ciao bimbe, buon tutto quello che vi pare 🙂

Archiviato tutto il cioccolato delle uova di pasqua, fatto i conti con la solita sorpresa babbea *macchecavolo possibile solo a me? Tutti quelli con cui mi sono consultatat sorprese figherrime

Ma comunque ….. Eccomi qua con il nuovo post

* Ricordo a tutti che io questa rubrica l’ho scoperta grazie ad @anncleire , e che trovate QUI tutti quelli suoi *

Oggi ho realizzato che questo appuntamento in realtà mi fa malissimo, perchè per un libro che presento (rimasto in attesa nei meandri delle mie listesenzafine) altri dieci almeno me ne appunto ….Ma cose da nulla, bazzecole insomma 🙂

Il libro della settimana è un’uscita recente in realtà, annotata sulla fiducia:

25181897

Orlando Mila  Chiedimi se ti amo ancora

Può l’errore di una notte cancellare l’amore di una vita?
Alla soglia dei trent’anni, ad Alice crolla il mondo addosso. La storia d’amore su cui aveva imperniato la sua vita non c’è più, e lei deve ricominciare tutto da capo. Trova il coraggio di lasciare il lavoro che non la soddisfa e di concentrarsi su una nuova avventura, la scrittura. E in viaggio da Napoli a Milano, verso un orizzonte diverso e con nuovi compagni con cui costruire il futuro, Alice ripercorre i mesi in cui la sua vita è cambiata: l’incontro con Gabriele, l’innamoramento, una convivenza iniziata forse troppo presto, e poi la notte in cui tutto è finito.
È possibile cancellare un amore che sembrava per sempre? E ritrovare la fiducia per amare di nuovo? Dall’autrice di “Quando l’amore chiama”, un romanzo intenso e delicato, che commuove e coinvolge.

Come dicevo è un appunto che mi sono presa sulla fiducia poichè ho già letto in precedenza questa autrice (QUI) e mi era piaciuta! con questo spero in una riconferma ….

Ok quello che dovevo dire l’ho detto, cioccolato pasquale finito (per fortuna mia anche se mi dispiace)…. Torno ad appollaiarmi sul divano con il libro della serata

Noi ci si legge amici :*

Chiara Parenti L’importanza di chiamarsi Cristian Grei

2015 Reading Challenge8 Un libro divertente

 

24932567

L’amore è un gioco. Ti va di giocare con me?
Cristian Grei ha trentadue anni e una sola, acerrima nemica: E.L. James, che con le sue “50 Sfumature” gli ha rovinato la vita. Tutte le donne, infatti, appena sentono il suo nome, vedono in lui un dominatore in 3D e l’incarnazione delle più proibite fantasie erotiche. Ma se vivi a Prato, fai il becchino nell’agenzia di onoranze funebri di famiglia e sei ipocondriaco, avere il nome “uguale” a quello del più grande amatore di tutti i tempi, che si sposta in elicottero ed è a capo di un’azienda leader mondiale,può creare una costante e fastidiosissima ansia da prestazione.
Solo Antonella, l’amica di sempre, è in grado di divertirsi giocando con lui e tenere a bada le sue mille ansie, ma soprattutto è disposta ad amarlo per quello che è realmente.
Cristian Grei riuscirà finalmente a capire che è lei la donna giusta? E soprattutto sarà “pronto a riceverla”?

*Voce fuori campo: si consiglia la lettura di questa storia nelle grigie e mosce giornate di tristezza! E attenzione a non bere mentre state leggendo, rischiate di sputare tutto mentre ridete 😉

Divertente e melenso, con quel pizzico di ironia che non guasta mai, quanto basta per entrarmi dentro il cuore con tutte le benedizioni del caso.

Cristian (senza acca) Grei è l’uomo da amare sempre e comunque. Altro che 50 sfumature di perversione/o di tenebra/o di quello che è, niente scene da psicopatico da stanza bianca imbottita.

Cris è dolce,tenero , bello, adorabilmente imbranato e fottutamente ipocondriaco. E’ appassionato di videogiochi e come mestiere fa il becchino nell’azienda di famiglia , che non è la sua aspirazione.
Antonella Stasi (altrimenti conosciuta come Tony o zainetto per la sua costituzione in “formato tascabile”) è un bravo medico,intelligente e simpatica, una splendida/buona amica, ed innamorata (con tanto di graziosa voce interiore)!

Quattro anni fatti di amicizia e amore non confessato. Ad un certo punto uno poi è costretto a sbottare. Antonella lo fa e smette di giocare la parte dell’amica, smette per proteggere il suo cuore. Sceglie di passare al livello successivo. Ed allora Cristian, che non può perderla, smette di nascondersi per non perdere quello che conta di più nella vita:

L’amore è il motore di tutto …. l’amore resta.

E cresce, passa la livello successivo e prende in mano la sua vita.

E’ una bella commedia che si basa sugli equivoci, sulle cose non dette per paura di quello che si può perdere a dispetto di quello che si potrebbe guadagnare. La vita è un gioco ma non solo. Insomma una chicca imperdibile!

Secondo il gioco di @anncleire pleaseanotherbook.tumblr.com il particolare da non dimenticare: una lettera!

Casting My Book Quando l’amore chiama” di Mila Orlando

Amici ed amiche lettrici…. Buonasera! Bentornati al “Casting My Book”.

“ahhhhh ma allora siete ancora attive tu ed @AiralsBooks?” Non vi nascondo che abbiamo avuto qualche momento di    Che grazie a Dio abbiamo superato brillantemente, grazie alla bella storia di Mila Orlando 🙂 , storia che vi consiglio di leggere! Perchè ci vuole, e fa bene, staccare la spina e concedersi una lettura come questa. ( il mio post a proposito sta Qua. )

10521486_10204004334536046_1067377678_n

Prima di passare agli attori scelti da me e dalla mia compagna in questa avventura @AiralsBooks , vi consiglio di mettervi comodi sul divano , dato l’orario magari con stuzzichini tipo crostini con pomodorini, patatine, olive e formaggi… Un bicchiere di vino bianco frizzante (che dopo il lambrusco è l’unico che assaggio volentieri)
Mo basta chiacchiere, che non siamo qui a pettinar trichechi

Tre….

          …Due ….

                            ….Uno ….

E cast sia!!

Luca – Luke Evans

Bea – Rose Byrne

Claudio – Richard Armitage

Ginevra – Leslie Bibb

Gianguido de’ Moscati – Josh Charles

Lidia – Caitriona Balfe

Bene mi pare di aver detto tutto. Buon Libro! Buon immaginazione sul cast (spero condividiate le nostre scelte). Mi avvio a preparare cena!

Ci si legge amici :*

Mila Orlando – Quando l’amore chiama

22757927

Quando l’amore chiama c’è solo una cosa da fare: rispondere e lasciare il resto in attesa.
Bea è una wedding planner tutta casa e lavoro, Luca un fotografo di moda, innamorato della sua ‘singletudine’. Cosa hanno in comune? Un appuntamento col destino. Una mattina i due si incontrano – o meglio si scontrano – in metropolitana a Milano, scambiandosi accidentalmente il cellulare. Di colpo una suoneria sconosciuta inizia a suonare, lo sfondo è cambiato, una madre è felice perché la figlia ha ha trovato il fidanzato, un appuntamento di lavoro rischia di saltare… Questo è il rischio se il tuo adorato iPhone è nelle mani di qualcuno che non sei tu! Meglio rivedersi e riportare la situazione alla normalità. Ma tra una telefonata e l’altra, una sbirciatina alle foto delle rispettive Gallery e una ai brani delle playlist, Bea e Luca si accorgono di avere molto in comune ancora prima di conoscersi. Una romantica storia d’amore in cui gli utenti sono felicemente irraggiungibili.

Storia da archiviare alla voce “un pomeriggio d’amore …”. Un libro fatto apposta per i pomeriggi pigri e disimpegnati. Una bella storie dolce e quotidiana.

Giusto per mettere i puntini sulle “i”, e fare un pizzico di polemica, il Luca protagonista di questa storia è un bel personaggio positivo! Nello specifico significa che non ha bisogno di scoparsi qualsiasi cosa che respira per dimostrarlo. Non è un vile che commentte azioni spregevoli. Dimostra attenzione alla donna alla quale è interessato, (e botta di culo infinito per Bea, la protagonista, non è uno psicopatico! ) E’ insomma un uomo del quale innamorarsi!

Secondo il gioco di @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ Il particolare da non dimenticare è: High and Dry dei Radiohead