Susan Moretto Vivi

34682581La vita di Cam si è fermata quattro anni prima, quando gli è stata comunicata la morte di suo marito Jack durante una missione in Iraq. Rimasto solo con la loro figlia Cassie e ridotto a un guscio vuoto, Cam si limita a esistere.
La vita di Jamie, invece, è in pausa da quando suo fratello maggiore Jack si è innamorato di Cam, con cui ha costruito una famiglia. Deciso a metterci una pietra sopra, per dieci anni è stato il cognato e il fratellino perfetti.
Ma quando si rende conto che Cam si limita a sopravvivere, fa letteralmente di tutto per riportarlo alla vita. Anche se questo significa fare a pezzi il proprio cuore e ciò che resta della sua famiglia…

A) Complimenti sempre allo stile della Moretto, che ancora una volta non mi delude. In questo caso alternare il presente della storia attraverso gli occhi di Cam, e il passato con la voce di Jamie (questo ha dato spessore al personaggio)
B) Ci sono madri che sono l’AGGHIACCIO totale! (e quando ricoprono il ruolo di suocere poi sono più che altro un palo arrugginito infilato su per il cul… emh emh
C) Cam che da quando è rimasto vedovo rimane bloccato emotivamente. Diciamolo che suo marito non è che era tutto sto principe azzurro secondo me, però Cam lo amava quindi oh contento lui.Non vi racconterò nulla della loro storia perchè secondo me è meglio che la scoprite leggendo. É stato interessante seguire io suo percorso di “scongelamento”
D) Jamie, il suo personaggio mi ha catturato molto più di Cam lo ammetto. Io l’ho trovato emotivamente più “forte”, perchè vi assicuro che non lasciarsi abbattere dalla vita nonostante la mancanza di amore di Crudelia non è roba da poco. Nonostante in apparenza esso appaia come un bamboccetto, non lo è per nulla! In questo passaggio 

«……. Cam, ma ama! Se non vuoi amare qualcun altro, ama almeno te stesso e vivi.»

m’è presa secca la voglia di abbracciare Jamie e non lasciarlo andare più. (In altri due punti di più, ma non vi dico quali perchè sono sicura che leggendo lo capirete solo 🙂 )
E) Alla fine è la breve storia di due anime che si trovano lungo il cammino della vita, si prendono per mano e proseguono insieme a dispetto di tutto. Storia di due anime che si “scongelano” e scelgono di vivere veramente! 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire)

«Se tu potessi avere un’unica cosa. Proprio qui.
Proprio adesso. Puoi ottenere qualsiasi cosa tu voglia, Cam, senza che nessuno possa fermarti. Cosa desidereresti?»

La Pillola #25

La mia personalizzata versione della rubrica tutta bookblogger del mercoledì 😉
Ovvero le tre domande settimanali, che contano per noi genti che amiamo leggere :
– Cosa hai letto?
– Cosa stai leggendo?
– Cosa leggerai?

Il post di Iss o Pupaz e il post di Masha.gif

A questo giro solo e soltanto un breve audio:

Che risponde alla domanda “cosa sto leggendo” {sono a più di metà e quasi certamente se non stasera domani arriva il mio pensiero su questa storia breve}

Per tutto il resto ci sono le storie che sono in attesa di essere lette dalla sottoscritta. Intanto proprio un’oretta fa Iss O Pupaz mi ha consigliato di leggere “Sogno di una notte” di Nykyo (secondo lei può piacermi, e li mi conosce e questo ci si sa!!). E sia messo agli atti che la sto tormentando per leggere “A secondo Life” di Alice Elle e lei testarda ancora mi dice di no!

Noi ci si sente/legge/vede alla prossima

#Random 13

Ciao ciao a tutti,
mi trovo comodamente impigiamata, appollaiata comodamente sul divano e spotify in cuffia 🙂 .

Al momento un po lo sto trascurando il blog e le sue rubriche, il periodo non funge e me ne dispiace. Nel frattempo continuo a leggere {sto per iniziare Onorare la terra (Lang Downs #5) della Ariel Tachna, la mia Iss O Pupaz si è infilata in un nuovo tunnel – The Protectors #1 della Kennedy – con tutte le scarpe. E che ve lo dico a fare che mi sta Ordin…emh emh caldamente consigliando di iniziare il primo tradotto della serie? 😉 )

Il motivo di questo post comunque è una segnalazione, lo so lo so che per politica personale non segnalo nulla che prima non abbia letto… Ma per Susan Moretto, e dopo aver letto trama e copertina, me la sento con todo mi corazon di fare uno strappo alla mia regola! 

Questa copertina è di una fighezza fantasmagorica…. Qui lo dico e qui lo confermo! 😉

TITOLO: Vivi
AUTORE: Susan Moretto
GENERE: M/M
EDITORE: self publishing
USCITA: 26 Marzo
FORMATO: ebook – prossimamente cartaceo
PREZZO: € 3,29

TRAMA:
La vita di Cam si è fermata quattro anni prima, quando gli è stata comunicata la morte di suo marito Jack durante una missione in Iraq. Rimasto solo con la loro figlia Cassie e ridotto a un guscio vuoto, Cam si limita a esistere.
La vita di Jamie, invece, è in pausa da quando suo fratello maggiore Jack si è innamorato di Cam, con cui ha costruito una famiglia. Deciso a metterci una pietra sopra, per dieci anni è stato il cognato e il fratellino perfetti.
Ma quando si rende conto che Cam si limita a sopravvivere, fa letteralmente di tutto per riportarlo alla vita. Anche se questo significa fare a pezzi il proprio cuore e ciò che resta della sua famiglia…

BIOGRAFIA:
Susan Moretto è nata e cresciuta in Friuli, dove vive assieme al compagno, al figlio e a un numero variabile di animali che la fanno impazzire. Tra lo scarrozzare il figlio agli allenamenti di calcio e l’aiutarlo nei compiti, trova il tempo di mettere nero su bianco le fantasie che le ronzano in testa. Nel 2013 ha pubblicato “Betty’s Place”, edito da Alcheringa Edizioni, mentre nel 2014 è uscito “Sopravvissuti”, Edizioni Diversa Sintonia. Nel 2015 ha pubblicato con Triskell Edizioni il suo primo romanzo M/M, “Occhi di ghiaccio”, e il racconto “Buon Natale, sfigato!”, contenuto nell’antologia di Natale. Il racconto “Piratesse” è contenuto nell’antologia “Oltre l’arcobaleno”, edita Associazione Amarganta, pubblicato nel 2016, e sempre nello stesso anno pubblica “Principessina” con Triskell Edizioni.

PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/susanmorettoautrice/

Fatto ciò torno ad aggiornare il mio quaderno del blog, sto cercando di programmare le mie letture in base alle uscite che verranno, chissà così magari ce la faccio a recuperare gli arretrati. {Iss O Pupaz sarà contentissima di sapere che ho messo la priorità alla serie di Adrien English del suo adoratissimo Josh Lanyon. E si che presto arriva il quinto ed io devo recuperare il terzo ed il quarto}

Vado a farmi una bella camomilla forte e finisco di smaltire il mio cazzeggio online {La saga di Crystal Island mica si porta avanti da sola 😉 )
Vi lascio con la musica che mi risuona in cuffia al momento Two Steps From Hell – Heart of Courage ….

Buona serata, buon tutto quello che vi pare. Noi ci si legge 

Susan Moretto Vendetta

Grazie grazie Susan per avermi dato la possibilità di leggere questa storia in cambio della mia opinione…. Grazie a me stessa per aver scelto di “segnalare a scatola chiusa” in base alle precedenti storie di Susan …. La mia fiducia NON è stata tradita! 🙂

Vendetta di [Moretto, Susan]Cosa faresti se la tua vita andasse a rotoli? Se tutti i tuoi sogni si infrangessero? Se la vita perfetta che credevi di avere fosse solo una bugia?
È quello che succede a Johanna: fidanzato perfetto, migliore amica perfetta, lavoro perfetto, matrimonio perfetto. L’unico suo problema è Logan, il nuovo vicino di casa che la fa impazzire, e non in senso positivo.
Una vita da sogno che si sgretola davanti ai suoi occhi, ma Logan le dà la possibilità di rivivere quei mesi e cambiare il proprio futuro. Deve solo scegliere: morte, giustizia o vendetta?

Jo ha tutto quello che ognuna di noi sogna nella vita:
A) l’amore della vita, un uomo ficoficoinmodoassurdo (uddiuuu come se attizza l’ormone quanno … ehhhh), e meraviglioso in ogni sua piccola attenzione, in più è il mio “capo” (dillo Jo che su questo c’avete fatto più de notte porno 😉 )
B) L’amicizia quella VERA, quella che semo amiche dall’infanzia, da adolescente se raccontavamo le delusioni d’ammmore magnanno er gelato, che non solo lavoriamo insieme e nella vita siamo pappa&ciccia,ma ci sentiamo al telefono millemila volte al giorno ….La migliore amica di questo pianeta!

Ma questa è una favola che manco Biancaneve e Cenerentola, infatti l’uomo che ami è ‘n gran fijo de na mignotta che si sbatte la tua migliore amica, e non solo manovra sottobanco per fottersi i tuoi soldi …. E finisce che oltre a soffrire per il TRADIMENTO (complimenti all’autrice per aver reso in maniera eccellente le emozioni di Jo, il suo dolore l’ho sentito sulla pelle) arriva il giorno che t’arrestano e muori! E qui comincia tutto.

L’orologio riavvolge il giro e l’affascinante/inquientante/sexi/cafone/essere sovrannaturale (?) vicino di casa ti dice “hai la possibilità di rivivere tutto e cambiare il tuo presente e futuro. Scegli cosa vuoi!”

Che scelte faresti ora sapendo gli eventi che stanno accadendo e sul quale tu prima hai fatto la cieca? Che scelta compi sapendo che è in arrivo il peggio dolore, quello che devasta l’anima e la fiducia nel genere umano? Perdono o vendetta? 

É un percorso triste ed amaro, perchè si Jo si riprenderà la sua rivincita sul fidanzato infame/bastardo/malefico/stronzo e sulla migliore amica traditrice/bastarda/giuda.
C’è la soddisfazione di non restare in ginocchio di fronte a chi ti ci ha messo, la consapevolezza della propria forza e della propria vulnerabilità. C’è il sapore della vittoria con un forte retrogusto di solitudine.

Penso che il più importante motivo per il quale posso consigliarvi questa storia sono le emozioni negative e positive che traspirano da ogni parola!!!

Jo mi è piaciuta perchè è verace in tutte le sue emozioni, anche quando chiude gli occhi di fronte all’evidenza, anche quando non vuole vedere. Spensierata e stronzetta all’inizio, vulnerabile e devastata , forte – confusa – spietata a conclusione.
Logan, il misterioso vicino, mi è piaciuto. Cafone, che chiaramente si capisce che dietro ogni sua battutaccia sessuale, un maniaco assurdo, c’è il chiaro intento di nascondere il suo cuore e i suoi sentimenti. Logan accompagna Jo nel suo percorso, e rimane coinvolto con il cuore da lei …
Martha, l’amica del cuore, gli avrei tirato uno sganassone a pranzo e cena (colazione e merenda nei festivi). Ma sul finale mi ha fatto pena, era andata per fregare ed è rimasta fregatissima!
Mark, il meraviglioso fidanzato, l’infame bastardo traditore …. Io gli auguro l’impotenza a vita e scagotto eterno.

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Firenze (il giardino delle rose!)

#Taccuino (Segnalazione)

É appena finito Pechino Express ,peccato non hanno vinto #icontribuenti ma va bene lo stesso perchè anche #isocialisti mi sono piaciuti 🙂 

Ora sono pronta per infilarmi nel mio pigiama e ritornare da Harry Potter e il principe mezzosangue, faccio solo uno strappo alla mia politica del “no scusate non pubblicizzo a scatola chiusa, io voglio sapere di cosa parlo prima”, e vi lascio con una segnalazione, questo perchè l’autrice la conosco già e mi piace 🙂

TITOLO: Vendetta
AUTORE: Susan Moretto
GENERE: urban fantasy, time travel
EDITORE: self publishing
USCITA: 22 Novembre
FORMATO: ebook – prossimamente cartaceo
PREZZO: € 3,99

vendetta-di-susan-moretto

TRAMA:
Cosa faresti se la tua vita andasse a rotoli? Se tutti i tuoi sogni si infrangessero? Se la vita perfetta che credevi di avere fosse solo una bugia?
È quello che succede a Johanna: fidanzato perfetto, migliore amica perfetta, lavoro perfetto, matrimonio perfetto. L’unico suo problema è Logan, il nuovo vicino di casa che la fa impazzire, e non in senso positivo.
Una vita da sogno che si sgretola davanti ai suoi occhi, ma Logan le dà la possibilità di rivivere quei mesi e cambiare il proprio futuro. Deve solo scegliere: morte, giustizia o vendetta?

BIOGRAFIA:
Susan Moretto è nata e cresciuta in Friuli, dove vive assieme al compagno, al figlio e a un numero variabile di animali che la fanno impazzire. Tra lo scarrozzare il figlio agli allenamenti di calcio e l’aiutarlo nei compiti, trova il tempo di mettere nero su bianco le fantasie che le ronzano in testa. Nel 2013 ha pubblicato “Betty’s Place”, edito da Alcheringa Edizioni, mentre nel 2014 è uscito “Sopravvissuti”, Edizioni Diversa Sintonia. Nel 2015 ha pubblicato con Triskell Edizioni il suo primo romanzo M/M, “Occhi di ghiaccio”, e il racconto “Buon Natale, sfigato!”, contenuto nell’antologia di Natale. Il racconto “Piratesse” è contenuto nell’antologia “Oltre l’arcobaleno”, edita Associazione Amarganta, pubblicato nel 2016, e sempre nello stesso anno pubblica “Principessina” con Triskell Edizioni.

PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/susanmorettoautrice/

Urban fantasy e viaggio nel tempo, sono molto curiosa 🙂

Bene questo è quanto, vado a imbaccuccarmi per la notte …Noi ci si vede (domani con #lostuzzichino) e legge

Susan Moretto Principessina

30328820Gabe Scott, la Principessina della scuola e unico gay dichiarato, e Zeke Zimmerman, il quarterback e capitano della squadra di football. Due persone opposte tra loro.
Eppure è proprio da Gabe che Zeke corre in cerca di aiuto per fare coming out.
Riuscirà Gabe a perdonare anni di bullismo e ad aiutare il ragazzo? E riuscirà a non innamorarsi di Zeke?

Con uno stile coinvolgente, un misto di dolcezza e sorrisi sparsi,Susan Moretto ci racconta una storia difficile, che affronta temi come il bullismo a scuola e la violenza fra le mura domestiche.

Ci racconta tutta la forza di Gabe, l’unico gay dichiarato nella sua scuola, la principessina, quello a cui si fanno impunemente scherzi e che si può mettere in ridicolo solo perchè è gay quindi ….
Ma Gabe si trova ad affrontare anche il rifiuto e la malignità dai genitori, che non accettano il figlio gay. Io mi sono SCHIFATA del padre di Gabe, ma il peggio del sentimento l’ho provato contro sua madre. Ho sperato fino all’ultimo in un riscatto, nell’illuminazione, invece fino all’ultimo sti due danno il peggio!

E il loro essere peggio viene sottolineato, e messo in contrasto, con la reazione della madre di Zeke, che accetta il figlio, che lo sostiene, che gli cammina accanto e lo protegge.
Protezione, anche questo è un sentimento che vince in questa storia. Infatti la sorella di Gabe, la virago Mery è qualcosa di meraviglioso e speciale. Forse troppo in alcuni momenti.

Storia di Gabe e Zeke che affrontano, ognuno a suo modo/ognuno con le carte che la vita gli mette in mano, un periodo brutto e che ne escono vittoriosi!
Vittoria su genitori che iene e sciacalli ci fanno più figura nel ruolo di padre e madre. Vittoria sull’ignoranza e il bullismo. Vittoria di chi ama e sostiene. Di Gabe che non si lascia sottomettere ma tenacemente si rialza e va avanti,e di Zeke che pacificamente accetta se stesso e vive!

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è la loro prima notte insieme

Susan Moretto Occhi di ghiaccio

«L’amore è amore, a prescindere dalla propria inclinazione sessuale.»

null Quando Jess si ritrova sul set del film Occhi di Ghiaccio, crede di avere davanti l’opportunità della vita: il suo romanzo più famoso approda al cinema catapultandolo nell’Olimpo degli scrittori.
Ciò che non si aspetta, però, sono le attenzioni di Adam, l’attore protagonista del film, affetto dal peggior caso di colpo di fulmine mai visto.
Nonostante tenti di rifiutare l’attore e ciò che inizia a sentire per lui, Jess si rende conto di non potersi opporre all’attrazione che prova, e soprattutto ai sentimenti, e si arrende ad Adam.
Ma riuscirà a sopportare di dichiararsi, non ad Adam, ma al mondo intero? Riuscirà ad accettare se stesso e a farsi accettare dagli altri?

La storia è bella e divertente (ma anche seria e da fermarsi a rifletterci), sia come stile che come sviluppo della trama. Una bella caratterizzazione dei personaggi, Josh ed Amélie spassosi, Donna e le sue chiacchiere da sanguinare le orecchie…. e alla fine la curiosità di sapere molto di più su Jensen Drake, personaggio sullo sfondo che mi ha incuriosito parecchio.

«Adam. No.»
La voce di Jess era così spaventata. Adam voleva ritrarsi e lasciarlo respirare. Voleva farsi indietro e permettere che si ricomponesse. Che riacquistasse la propria libertà. Ma non lo fece.
La paura nella voce di Jess non era per ciò che stava succedendo, ma per ciò che avrebbe significato: una vita non solo cambiata, ma completamente sovvertita. «Per una volta, vivi ciò che scrivi.»

“All’improvviso sono attratto da un uomo” anche in questo caso regge poco, Jess scrive romanzi omoerotici, si è “documentato” per essere accurato nel descrivere certe scene, il suo personaggio esiste nella realtà, lui gli ha dato i tratti di un uomo che gli è piaciuto a prima vista.

(No questo non necessariamente significa qualcosa, ma da come si è sviluppata la trama e dal percorso fatto da Jess, secondo me invece si)

Per paura, o per i genitori omofobi e soffocanti o chissà per cos’altro, Jess non si “ascolta” e quindi sconosce questo lato di se stesso.
Infinine una volta che incontra faccia faccia il suo personaggio immaginario non può più ignorare e gli tocca fare i conti con se stesso.

Il percorso che ha fatto è più che credibile, dalla paura alla negazione e fuga di conseguenza, fino alla resa e poi accettazione

– la sua insicurezza nel non sapere come muoversi, tipo bimbo che muove i primi passi, me lo ha fatto amare tantissimo –

prima fisica, e con molta più fatica anche emotiva, se sessualmente non si fa problemi

– davvero il giovanotto dimostra tutto il suo impegno nell’arte del “più si pratica, più s’impara e meglio ci si sente” 😉 –

invece a fare coming out per lui è NO (Ribadisco ancora una volta che sogno un mondo dove il coming out non serva, perchè chissenefrega con chi va a letto chi? L’importante è l’intelligenza e il cuore di una persona!)
Ma di tutto quello che è contato per me, che ho sottolineato in tutto il tragitto è stato l’amore! Non mi è importato che Jess si scoprisse gay , mi è importato che ha trovato quello che un pò tutti cerchiamo: l’Amore!

Jess scosse il capo «Non è ciò che provo per te, ma ciò che non provo per nessun altro eccetto te.»

E Poi c’è Adam del quale mi sono profondamente Innamorata! Mi è piaciuto perchè non ha paura di rischiare il cuore per amore, perchè si da senza remore, per il suo essere un pò “bimbominkia tredicenne”. Perchè quando viene il momento si fa rispettare e non si butta via.

Secondo il gioco di @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: Ballo 🙂 (in alternativa pantaloni a vita bassa 😀 )