Jenny Anastan Se il nostro amore non basta

Grazie di cuore Masha.gif per il consiglio ❤️ 😘

32166863Serena e Stefano si amano da sempre, sin da bambini. Con Stefano Serena non ha scoperto solo l’amore, ma anche la passione, la felicità, e il matrimonio è il coronamento di tutti i suoi sogni. Tutto potrebbe essere perfetto se potessero avere un bambino. La vita però ha piani diversi per loro: dopo tre gravidanze infruttuose, il sogno di entrambi si infrange. Nella loro esistenza felice e realizzata si insinuano il silenzio, la sofferenza e la freddezza. E anche la menzogna.
Serena decide così di allontanarsi da una situazione ormai insostenibile e organizza un viaggio da sola negli Stati Uniti, una vacanza “on the road” sulla Route 66. È la vacanza che ha sempre sognato, di cui tanto ha letto, ma che lei e Stefano non hanno mai fatto. Arrivata a Chicago, però, l’attende una sorpresa: il marito è lì ad aspettarla, pronto ad arrivare con lei fino a Santa Monica, al termine della mitica Route, e a provare a fare insieme un viaggio tra paesaggi immensi e meravigliosi che potrebbe rimettere insieme i cocci delle loro vite spezzate. Perché se l’amore non basta più, forse bisogna metterci l’anima.

Cosa mi è piaciuto di questa storia? TUTTO!!!

Primo: racconta di rinascita e seconde possibilità, dell’amore che potrebbe non bastare, della forza meravigliosa dell’amore.
Secondo: la storia si svolge “on the road”, e mi sono accorta che ADORO questo tipo di storie! (Ne voglio ancora e ancora….. Se conoscete condividete con me il vostro sapere)

Serena è una donna con l’anima a pezzi, persa e rinchiusa in se stessa e nel suo dolore perché non potrà mai avere un bambino suo, rischia anche di perdere il suo matrimonio e l’uomo che ama da tutta la vita. Decide ad un certo punto di “ricominciare” e lo fa da sola, intraprende il viaggio della Route 66 (che io qui lo dico e qui lo affermo ho messo nella mia lista di cose da fare assolutamente nella vita 🙂 ).
Quello che Serena ignora è che pure suo marito Stefano, con il quale i rapporti sono veramente nulli, è un uomo distrutto dal dolore degli aborti di sua moglie. Distrutto anche dal rancore che coltiva verso di lei, che accecata dal suo desiderio di avere un bambino, lo fa sentire usato e sfruttato.
E quando Serena fa armi&bagagli e parte, Stefano si rimbocca le maniche e le corre dietro, così il viaggio che fu concepito per essere in solitaria diventa il cammino di due anime perdutamente innamorate che cercano di salvare il loro amore!

Alla fine di questo viaggio io chiudo tutto pensando a

L’amore ….non tiene conto del male ricevuto….si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera,
tutto sopporta.  Inno all’amore (San Paolo)

Susan Moretto Vendetta

Grazie grazie Susan per avermi dato la possibilità di leggere questa storia in cambio della mia opinione…. Grazie a me stessa per aver scelto di “segnalare a scatola chiusa” in base alle precedenti storie di Susan …. La mia fiducia NON è stata tradita! 🙂

Vendetta di [Moretto, Susan]Cosa faresti se la tua vita andasse a rotoli? Se tutti i tuoi sogni si infrangessero? Se la vita perfetta che credevi di avere fosse solo una bugia?
È quello che succede a Johanna: fidanzato perfetto, migliore amica perfetta, lavoro perfetto, matrimonio perfetto. L’unico suo problema è Logan, il nuovo vicino di casa che la fa impazzire, e non in senso positivo.
Una vita da sogno che si sgretola davanti ai suoi occhi, ma Logan le dà la possibilità di rivivere quei mesi e cambiare il proprio futuro. Deve solo scegliere: morte, giustizia o vendetta?

Jo ha tutto quello che ognuna di noi sogna nella vita:
A) l’amore della vita, un uomo ficoficoinmodoassurdo (uddiuuu come se attizza l’ormone quanno … ehhhh), e meraviglioso in ogni sua piccola attenzione, in più è il mio “capo” (dillo Jo che su questo c’avete fatto più de notte porno 😉 )
B) L’amicizia quella VERA, quella che semo amiche dall’infanzia, da adolescente se raccontavamo le delusioni d’ammmore magnanno er gelato, che non solo lavoriamo insieme e nella vita siamo pappa&ciccia,ma ci sentiamo al telefono millemila volte al giorno ….La migliore amica di questo pianeta!

Ma questa è una favola che manco Biancaneve e Cenerentola, infatti l’uomo che ami è ‘n gran fijo de na mignotta che si sbatte la tua migliore amica, e non solo manovra sottobanco per fottersi i tuoi soldi …. E finisce che oltre a soffrire per il TRADIMENTO (complimenti all’autrice per aver reso in maniera eccellente le emozioni di Jo, il suo dolore l’ho sentito sulla pelle) arriva il giorno che t’arrestano e muori! E qui comincia tutto.

L’orologio riavvolge il giro e l’affascinante/inquientante/sexi/cafone/essere sovrannaturale (?) vicino di casa ti dice “hai la possibilità di rivivere tutto e cambiare il tuo presente e futuro. Scegli cosa vuoi!”

Che scelte faresti ora sapendo gli eventi che stanno accadendo e sul quale tu prima hai fatto la cieca? Che scelta compi sapendo che è in arrivo il peggio dolore, quello che devasta l’anima e la fiducia nel genere umano? Perdono o vendetta? 

É un percorso triste ed amaro, perchè si Jo si riprenderà la sua rivincita sul fidanzato infame/bastardo/malefico/stronzo e sulla migliore amica traditrice/bastarda/giuda.
C’è la soddisfazione di non restare in ginocchio di fronte a chi ti ci ha messo, la consapevolezza della propria forza e della propria vulnerabilità. C’è il sapore della vittoria con un forte retrogusto di solitudine.

Penso che il più importante motivo per il quale posso consigliarvi questa storia sono le emozioni negative e positive che traspirano da ogni parola!!!

Jo mi è piaciuta perchè è verace in tutte le sue emozioni, anche quando chiude gli occhi di fronte all’evidenza, anche quando non vuole vedere. Spensierata e stronzetta all’inizio, vulnerabile e devastata , forte – confusa – spietata a conclusione.
Logan, il misterioso vicino, mi è piaciuto. Cafone, che chiaramente si capisce che dietro ogni sua battutaccia sessuale, un maniaco assurdo, c’è il chiaro intento di nascondere il suo cuore e i suoi sentimenti. Logan accompagna Jo nel suo percorso, e rimane coinvolto con il cuore da lei …
Martha, l’amica del cuore, gli avrei tirato uno sganassone a pranzo e cena (colazione e merenda nei festivi). Ma sul finale mi ha fatto pena, era andata per fregare ed è rimasta fregatissima!
Mark, il meraviglioso fidanzato, l’infame bastardo traditore …. Io gli auguro l’impotenza a vita e scagotto eterno.

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Firenze (il giardino delle rose!)

AA. VV. Racconti sotto l’albero 2014

24318041

Tredici racconti romantici a sfondo natalizio, offerti gentilmente dagli autori elencati di seguito:
Carboncino –
Gotens
  del quale vi segnalo questo post direttamente dal blog dell’autrice, che con 3 vignette riassume il cuore del racconto. 🙂 
Il regalo più bello – Velia Rizzoli Benfenati
Santa’s Theraphy – Grazia Di Salvo
Stringimi forte – Stella Bright
Silent Night 2 – Erin E. Keller
Un amore all’ultima piega – Minerva Stevens Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ Il casco di Fabrizio Massi 😉
Una notte d’inverno – Francesca Cecchi
Pranzo di Natale – Emilia Costantini  del quale sottolineo questo quote

«Buon Natale, Giovanni.» Giovanni strinse le labbra. Sentiva l’emozione stringergli la gola. Era una felicità così grande che rischiava di sopraffarlo. «Buon Natale, amore mio,» riuscì a sussurrare. … L’unica cosa che avevano era quell’amore clandestino, rubato. Era una menzogna che conteneva in sé la verità. Era quel momento. Era quel giorno di Natale.

Uno scherzo di Natale – Francesco Sansone
Sarà a Natale – Francesca Borrione
Tutto può succedere, con Babbo Natale – Luca Novello e Stefania Rongaudio
Uno sguardo all’improvviso – Lily Carpenetti
Natale on the road – Cassandra Kiri

Tredici racconti in cui viene sottolineato lo spirito natalizio in ogni sua sfumatura (il perdono, l’accettazione, l’amore, la serenità, la speranza….)