Anteprima Recensione Ariel Tachna Onorare la terra (Lang Downs #5)

Io ancora non ci credo che questo è l’ultimo capitolo della serie e non ci sarà altro da leggere dei meravigliosi personaggi che popolano Lang Downs. Sarà una delle serie che mi mancherà di più!!
(Deve essere per questo che da ieri quando ho letto l’epilogo, leggo e rileggo i miei passaggi preferitissimi di tutta la saga in loop)

34400235Il sogno di Seth Simms non è mai stato di diventare un jackaroo, e in effetti, stando a quanto dice il suo miglior amico Jason Thompson, non lo è. Ha solo avuto la fortuna, dieci anni prima, di trasferirsi a Lang Downs insieme al fratello. La vita nella stazione gli ha dato la stabilità necessaria a finire la scuola e frequentare l’università, ma il giovane non ha mai pensato che Lang Downs potesse diventare per lui il porto sicuro che sembra essere per tanti altri. Sa di essere troppo incasinato e crede che nessuno sarebbe disposto a prendersi in casa qualcuno con tutti i suoi problemi.
Sin da piccolo, Jason ha avuto un solo scopo nella vita: lavorare a Lang Downs come veterinario al bisogno e come jackaroo il resto del tempo. Può così approfittare delle sporadiche visite di Seth per stare con lui, anche se il sogno di passare da amici ad amanti sembra destinato a non avverarsi mai, visto che il ragazzo è etero.
Quando Seth torna a casa all’improvviso con l’intenzione di rimanere, Jason accoglie la notizia con la gioia che merita, ma destreggiarsi tra la relazione con un altro jackaroo e l’amicizia con il giovane meccanico non si rivela facile, soprattutto quando scopre quanto profondi siano i problemi di Seth e con quali mezzi il ragazzo cerchi di tenerli a bada.

Con quest’ultimo capitolo capitolo il cerchio si chiude, e la narrazione ruota intorno a due coppie, quella protagonista:

Seth&Jason,migliori amici da quando Seth è approdato alla stazione con suo fratello Chris (Inseguire le stelle – Lang Downs #2). Tutti solo a guardarli hanno capito i sentimenti l’uno dell’altro, loro due invece scioccamente si girano intorno. Jason non parla perchè convinto che Seth sia etero, e Seth non parla perchè è convinto che Jason non lo vedrebbe mai in quel modo, in più lo trova già impegnato con un altro e quindi ….. Nell’insieme non parlano apertamente per non rovinare la loro amicizia. Inoltre Seth ha un risvolto psicologico che non mi aspettavo, ma che riflettendoci non era poi così inaspettato. Molto toccante il momento in cui Seth affronta la sua crisi più brutta.

La seconda coppia protagonista sono Jeremy&Sam (Superare la notte – Lang Downs #3), succede alla stazione Taylor Peak un grave incidente al proprietario (Devlin, il fratello di Jeremy) che rimescola tutte le carte in tavola. Jeremy&Sam si troveranno ad affrontare una situazione difficile, grazie a Lang Down riusciranno a cavare un ragno dal buco!

Spirito di amicizia e di sostegno, spirito di famiglia vera…. Solo un appunto, troppo poco Caine&Macklin 🙂

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) l’epilogo! 🙂

Ariel Tachna Domare le fiamme (Lang Downs #4)

[Breve pippa non necessaria, ma io sento il bisogno di farla quindi va bene]
Allora sediamoci con calma e parliamone. Prima di tutto mi tolgo un sassolino dalla scarpa (che mi fa tanto tanto male ahi!)
Di tanto in tanto mi capita di leggere storie che affrontano tematiche serie e di spessore, che qua mica siamo sempre a fangirlare  e pettinare le code agli unicorni. A volte, non sempre per fortuna, succede che mi LAMENTO (e massacro e sbraito, dando quelli che appaiono come giudizi sommari, su alcune storie che mi fanno incazzare) perchè tematiche come lo stupro o la pedofilia NON possono essere affrontate con superficialità, tanto basta che abbiamo le scene di sesso e fottesegadelresto, NO!
Grazie a Dio ci sono storie come questa, che affrontano questi percorsi come si deve e che mi rimettono in pace con l’universo intero!
(Ahhhh mi sento meglio)

PS: Su suggerimento musicale di Iss O Pupaz “l’amore è una cosa semplice” di Tiziano Ferro 🙂

31924022Thorne Lachlan sa un paio di cose riguardo allo sfuggire al fuoco. Per anni ha combattuto insieme al suo reparto di Commando nei conflitti più caldi del pianeta. E ora che si è congedato combatte un altro tipo di fuoco insieme al Servizio Protezione Incendi. Quando una questione di servizio lo porta a Lang Downs, una stazione in pericolo di essere divorata dalle fiamme, conosce Ian Duncan, e la scintilla fra loro è immediata. Entrambi gli uomini sono però perseguitati dai ricordi del loro passato e ciò impedisce loro di dare libero sfogo all’attrazione che li unisce.
Se da una parte Thorne desidera intensamente ricostruirsi una vita insieme a Ian in un luogo da poter finalmente chiamare casa, dall’altra teme che la propria instabilità possa rappresentare un pericolo per le altre persone che abitano nella stazione. Ian, dal canto suo, ha sempre pensato che l’incubo da cui è fuggito quando era ancora solo un adolescente gli avrebbe reso impossibile intrattenere qualsiasi tipo di rapporto sentimentale. La fiducia sembra qualcosa di impossibile per entrambi, finché le conseguenze dell’incendio non li costringeranno a guardare al di là delle cicatrici che sembrano impedire loro di guarire.

Questa è veramente una storia dove …l’amore è una cosa semplice, dona/guarisce/comprende/offre quello che può e ne fare questo salva!

Thorne&Ian sono due anime profondamente ferite, prese a calci in culo dalla vita. Ma mentre ad un certo punto Ian ha trovato il suo rifugio/una casa e una famiglia a Lang Downs anni prima. Gentile e tranquillo, ha sempre un pensiero per tutti (ahhhhh le magie che compie con il legno), è comunque sempre rimasto solo e al margine, convinto di non meritare qualcuno tutto per lui. Ad un certo punto, con tutte le coppie formate questo però un po gli pesa…..

Thorne invece continua a combattere, congedato dall’esercito e incapace di tornare a vivere come un civile diventa pompiere e lotta contro il fuoco. Ovviamente è solo un misero palliativo per far finta così di poter mettere a tacere i dolori che lo tormentano, visto che soffre di disturbo da stress post traumatico. Thorne arriverà a Lang Downs proprio per colpa del fuoco, e subito questo meraviglioso posto eserciterà su di lui la sua magia

“……perché Lang Downs non è solo un gruppo di costruzioni in mezzo a una vallata. Lang Downs sono gli uomini e le donne che la abitano, che credono in ciò che essa rappresenta….”

MI è piaciuto profondamente il percorso emotivo che insieme, Ian&Thorne intraprendono, il senso di fiducia e di sicurezza che man mano conquistano l’uno nei confronti dell’altro. Più di una volta mi sono dovuta fermare perchè avevo gli occhi lucidi!
Fra le mie scene preferite segnalo: una conversazione che comincia con un blocco e una penna, il loro amore per la lettura fantasy, l’adorabile mania di Ian di tenere in ordine la libreria in modo maniacale

Prendi pure quello che vuoi dalla mia libreria a casa, offrì Ian. Ricordati solo di rimetterli al loro posto quando hai finito. C’è una logica nella disposizione.
“Autore, serie e ordine all’interno delle serie?” domandò Thorne sorridendo.
E data di pubblicazione delle serie, scrisse Ian. 

Il momento “Epifania” di Thorne, e quello di Ian, seguito da uno sei momenti che più mi hanno fatta frignare!
E quando poi per dare una possibilità al loro amore decidono di affrontare i loro demoni ….Questi sono personaggi che si amano e che prendono il cuore del lettore per rivoltarlo come un calzino!

Ho adorato poi rendermi conto della maturità dei personaggi conosciuti precedentemente negli altri libri (si si parlo di Neal, il migliore amico di Ian, del quale sono stata molto orgogliosa )
E Cain&Mackline? Mi erano mancati tantissimo!
Ho amato lo stile delicato e schietto con il quale ci viene raccontata la storia.

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Lettere (a capitolo 25, il mio preferito)  ( ͡° ͜ʖ ͡°)

Lo Stuzzichino del martedì #40

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia  e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^)

teaser-tuesday-2

Il libro di questa settimana è Domare le fiamme di Ariel Tachna , adoro da morire la Serie Lang Downs *____*

La marca di burrocacao invece nisidina, blehhhh blehhhh (-.-) ….Invece il libro per il quale schiaffoni mentali alla mia adorata Iss O Pupaz non ve lo posso dire 😉

Buona visione https://www.youtube.com/watch?v=d0W31QUpOcc, spero sempre, noi ci si vede/legge 

Ariel Tachna Superare la notte (Lang Downs #3)

26540061 Il contabile Sam Emery è disoccupato e sta attraversando un brutto periodo. Quando sua moglie, dopo averlo emotivamente tormentato per anni, chiede il divorzio, Sam si rivolge all’unica persona che gli è rimasta: suo fratello Neil. Non si aspetta di essere respinto, ma neppure che le novità riguardo alla fine del suo matrimonio e al suo orientamento sessuale siano accettate con tanta tranquillità.
Neil lo porta con sé a Lang Downs, l’allevamento di pecore che considera casa sua, ed è là che Sam capisce per la prima volta che non è impossibile vivere apertamente la propria omosessualità. Caine e Macklin, i proprietari della stazione, sembrano riuscirci alla grande, e quando Caine offre a Sam un lavoro, tutti i sogni dell’uomo paiono diventare realtà.
Jeremy abbandona la sola casa che abbia mai conosciuto quando l’omofobia del fratello diventa impossibile da sopportare e va nell’unico posto dove sa che sarà accettato: Lang Downs. Lui e Sam legano immediatamente, ma l’animosità fra Lang Downs e la sua precedente stazione è ancora profonda e i jackaroo non hanno intenzione di accettarlo senza opporsi. Tra l’insicurezza di Sam e la posizione precaria di Jeremy, il loro sarà un cammino difficile, senza contare la lunga attesa prima che la sentenza di divorzio di Sam diventi definitiva e che loro possano iniziare la loro nuova vita insieme.

Prima di tutto Sam, con le sue insicurezze e la sua sfiducia totale in se stesso e nelle cose belle della vita, che possono capitare per carità, ma perchè dovrebbero capitare a lui che non è niente di che?
Tutte le volte che ha esternato i suoi intimi pensieri, le sue intime considerazioni, non ho potuto fare a meno di provare una totale e piena empatia con lui. Bisognerebbe non avere un cuore se non viene voglia di abbracciarlo quando gli senti dire

 “… io sono stanco di essere rimorchiato per pietà oppure di essere visto solo come un corpo utile da riempire…. solo un corpo da usare e nient’altro”

E poi Jeremy, che quando non ne può più della stupida ignoranza del fratello e del suo volergli dirigere la vita, fa i bagagli e lascia il vecchio per il nuovo.
In questo caso il nuovo, e la possibiità di essere se stesso senza nascondersi, è rappresentato da Lang Downs. Si prenderà così cura di Sam, con l’amicizia e flirtando con lui, e parlando chiaramente del desiderio di costruire qualcosa di solido e duraturo….
Jeremy vede Sam, e si prende cura di lui!

“Nessun altro l’ha mai fatto……Gli uomini a Melbourne neanche mi vedevano. Non davvero, almeno. Ero solo un mezzo per svuotarsi. In loro difesa, va detto che lo stesso era per me. Jeremy però mi vede, e continua a considerarmi.

Due storie del “ricominciare da capo” che s’incontrano e insieme …. diventano una, creando un percorso dolce e tenero da leggere.
Inoltre seppure meno forte la presenza, rispetto agli altri due libri, di Caine&Macklin che sono il caposaldo di tutto, con il loro amore alla luce del sole i loro consigli da dolci zabette impiccione
Nonostante questo il mio voto Quattro stelle meno meno, perchè è stata una bellissima storia ma con un finale un pò spiccio rispetto al tenore della storia.

Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ un ballo (e il primo bacio *___*)

Ariel Tachna Inseguire le stelle (Lang Downs #2)

20569401 Il ventenne Chris Simms riesce a malapena a mantenersi a galla. Dopo aver perso la madre e la casa, si trova a dover provvedere da solo a se stesso e al fratello minore. Quando è attaccato da un branco di teppisti omofobi, Chris pensa che la sua vita sia ormai giunta alla fine, ma viene salvato da alcuni uomini che lavorano in un allevamento di pecore della regione. La sorpresa di sentirsi offrire un lavoro è superata solo dallo scoprire che il proprietario e il sovrintendente della stazione formano una coppia gay.
Per Chris la stazione di Lang Downs è un sogno, che migliora ancora quando scopre che il ragazzo per il quale ha un debole è non solo gay, ma anche disposto a spassarsela un po’. Tutto sembra procedere al meglio, fino a che Chris non si rende conto che i suoi sentimenti per Jesse sono molto più profondi di quanto previsto dal loro accordo.
Jesse ama la vita randagia e passa di stazione in stazione, senza mai cercare qualcosa di stabile. Convinto che Chris sia troppo giovane e fragile per una relazione seria, decide di fare in modo che la loro rimanga una relazione occasionale. Tuttavia, posto di fronte al tipo di rapporto che lega il proprietario della stazione al suo sovrintendente, comincia a valutare la possibilità di fermarsi anche lui a Lang Downs; almeno finché non si accorge dei sentimenti che Chris nutre per lui e piomba nel panico. I due ragazzi dovranno quindi decidere se darsi un’occasione, possibilmente prima che la fine dell’estate li separi.

Tanta tanta roba in questo secondo libro. Si la storia è di Jesse (jackaroo senza radici, che vaga di stazione in stazione, che conosce bene l’intolleranza verso i gay, che la fiducia non la concede mai del tutto) e Chris (giovane e già con la responsabilità del fratello adolescente, che conosce bene bene il grigiume della vita e del rifiuto… Che viene salvato da un pestaggio omofobo)
Sono due bravi ragazzi maturi per certi versi (ognuno dei due in base al suo vissuto) ed immaturi per altri.

Ma buona parte dello scheletro di questa seconda storia sono ancora una volta Caine&Macklin, il loro amore e il loro modo di viverlo apertamente/senza vergogna/con il pudore dei sentimenti. Veniamo a conoscenza del vissuto di Macklin (e questo da solo più spessore ad un personaggio che già ADORAVO), assistiamo alla crescita del suo rapporto con Caine.
Loro due sono esempio per Jesse e Chris. Alla domanda “tu cosa vuoi davvero?” la risposta può essere soltanto “quello che hanno Caine e Macklin”
Un amore forte, un compagno di vita che sia anche amico oltre che amante!

I miei applausi all’autrice che ha saputo gestire quattro diversi punti di vista senza perdere un colpo, e anzi dando corpo e spessore al tutto. Momenti come:

Baci lunghi, profondi, lenti. Baci che gli rubavano l’anima.
Il tipo di baci che gli facevano desiderare più che il semplice sesso.

“Lei ti ha g-guardato e ha c-capito.”
“Stai balbettando.”
Caine fece spallucce. “D-difficile non f-farlo quando stai t trattenendo le l-lacrime.”
“Di gioia?” Caine annuì.
“Anche le mie.”
L’ammissione infranse quel poco autocontrollo che Caine riusciva ancora a mantenere e le lacrime strariparono, rotolandogli giù per il viso, mentre rideva e attirava Macklin a sé. Si scambiarono un bacio bagnato e disordinato, tenero di felicità e salato di lacrime, ma a nessuno dei due importava. Continuarono a baciarsi e a ridere e a baciarsi fino a che le lacrime non si asciugarono e rimase solo la felicità.

E la citazione che in se racchiude il cuore di tutta la storia secondo me:

“Grazie,” disse dolcemente.
“Per cosa?”… “Per amarmi abbastanza da rimanere.”
L’unica risposta di… fu un altro lungo bacio.

Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ questa volta ne scelgo due:

Per Jesse e Chris: festa di compleanno
Per Macklin e Caine: l’ultima parte del capitolo 17 😉

Ariel Tachna Ereditare il cielo (Lang Downs #1)

18370039 Caine Neiheisel è intrappolato in un impiego senza prospettive e alla fine di una relazione che di prospettive non ne ha più, quando all’improvviso gli si presenta l’occasione di una vita: sua madre eredita un allevamento di pecore nel Nuovo Galles del Sud, Australia. Per Caine è l’occasione di ricominciare, là in mezzo ai pascoli, dove la sua balbuzie non sarà più un ostacolo e dove la sua voglia di lavorare potrà certamente compensare la mancanza di esperienza.
Sfortunatamente, però, il sovrintendente di Lang Downs, Macklin Armstrong, che dovrebbe essere il suo più grande alleato, alterna momenti di freddezza ad altri di chiaro disprezzo. Gli altri membri della squadra, invece, sono più interessati al suo accento americano che impressionati dalla sua situazione… fino a che non scoprono che Caine è gay, e allora il divertimento si trasforma in disprezzo. Sarà necessaria tutta la sua determinazione – e un crudele atto di sabotaggio da parte di un vicino ostile – per unire gli uomini di Lang Downs e dare a Caine e Macklin la possibilità di scoprire l’amore.

C’è Caine, che ad un certo punto della sua vita si fa due conti e realizza che: A)la sua vita così come se la sta vivendo è maledettamente grigia ed insignificante. Balbuziente, di prospettive lavorative manco a parlarne, l’amore? Questo grande e grosso Mah!
B) Se ti piove tra capo e collo in eredità un allevamento di pecore dall’altra parte del globo terrestre, e tu non ne capisci una beneamata mazza di pecore, e tanto comunque ripassando il punto A non è che la tua vita sia chissà quale giro di giostra, perchè non mettersi alla prova? Perchè non lasciare tutto quello che conosci per l’ignoto? Perchè non vivere l’avventura?
Caine insomma ha palle da vendere per quel che mi riguarda. Nonostante le difficoltà che deve affrontare sa quello che vuole e lotta per prenderselo! Caine mi è piaciuto.

A questo punto la storia si snoda con tutto il suo tempo facendo vivere al lettore la completa svolta e le sue conseguenze che Caine da alla sua vita

Ancora di più però mi è piaciuto Macklin. Anche se l’ho visto attraverso gli occhi di Caine che racconta la storia. Macklin è un “vero maschio” :rude e tutto d’un pezzo. Sicuro e nato per comandare e farsi rispettare. E una se lo aspetta che uno così abbia dei momenti di vulnerabilità ed insicurezza?

“Cosa c’è che non va?”
“Non sono abituato a stare nudo di fronte a qualcuno,” ammise l’uomo. “In una sala appartata o un vicolo, ti apri i pantaloni quel tanto che basta a tirare fuori l’uccello, ma non ti spogli mai completamente. Non ce n’è il tempo e neanche il modo.”
Caine annuì, mentre il cuore gli doleva al pensiero di quella che doveva essere stata la vita di Macklin, con solo una settimana all’anno di incontri anonimi, e nient’altro nel mezzo.
“N-non devi f-farlo se n-non te la senti, ma v-vorrei toccarti a-anch’io.” Macklin annuì a sua volta e lentamente fece scivolare via i jeans. Caine trattenne il respiro quando….

Ed altri in cui verrebbe voglia di tirargli un calcetto sugli stinchi

“Davvero?” disse Caine. “Io non voglio perderti.”
“Non vado da nessuna parte.”
“Davvero?” domandò ancora Caine. “Allora vieni qui e dimostramelo. Baciami o, meglio ancora, vieni di sopra con me e facciamo di nuovo l’amore. Trascorri la notte nel mio letto e domani mattina scendi a colazione al mio fianco.”
“Mi stai chiedendo qualcosa che non posso darti.”
“Che non vuoi darmi,” lo corresse Caine.

Sono due personaggi forti che s’incontrano e tirano fuori il meglio l’uno dall’altro, due uomini che nel corso di 21 capitoli + l’epilogo entrano nel cuore, si fanno apprezzare, fanno compagnia! (Macklin più di Caine… A Macklin un pezzo in più del mio cuoricino babbano)

Altro tema importante che la storia affronta è l’omofobia. Caine oltre a dimostrare qualcosa a se stesso, a tirare fuori il meglio dalla sua vita, dovrà vedersela con l’ignoranza e il pregiudizio… E come ho affermato all’inizio Caine ha le palle per farcela! 🙂

Il particolare da non dimenticare, secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/  “una piena”