I still haven’t read #24

Ciao bimbi e ciao bimbe, una buona serata a tutti 🙂

Siamo ormai in pieno trip natalizio, liste che vanno spuntate, tu fai questo io mi occupo di quello, quanti siamo 9/10? Mancano le sedie, a quello ci pensi tu, io faccio quell’altro , ecc ecc. Indi mi ritaglio un momento fra uno sclero e l’altro per aggiornare il “ non l’ho letto ancora”

* Ricordo a tutti che io questa rubrica l’ho scoperta grazie ad @anncleire , e che trovate QUI tutti quelli suoi *

Ho finito qualche giorno fa “le scommesse sono chiuse” (QUI) ed ho iniziato “Il fantasma dai calzini gialli” di Josh Lanyon, ed ovviamente vien da se che per un libro che cominci altri restano in attesa che arrivi il loro turno. Il libro di cui voglio raccontarvi a questo giro è uno di quelli che ho annotato – ad ottobre – prima ancora di leggerne la trama, perché mi sono innamorata del titolo, sto parlando de : I giorni del miele e dello zenzero di Annia Cezadlo *vero che è un titolo affascinoso? Misterioso? Dolce (naturalmente)? Avvolgente? …Lo leggo e rileggo ad alta voce per gustarmelo proprio … Ma io sono una psicopatica e questo ci si sa (cit) *

Ma bando allo sproloquio e passiamo a copertina e trama …

17237300

Negli anni di vagabondaggio da un capo all’altro dell’America, che fossero sul divano di un’amica o in qualche monolocale malridotto, sua madre faceva sempre in modo che ci si ritrovasse a tavola per cena. Quello è il segreto che Annia ha imparato fin da ragazzina: casa non è dove stai, sono le cose che fai. E una pentola sul fuoco e un aroma di prezzemolo, menta e spezie che si diffonde nell’aria è una di quelle. L’amore per i profumi e i sapori, quelli più comuni e quelli più insoliti, accompagna la vita di Annia fin dall’infanzia nella grande casa dei nonni di origine greca, dove le foglie di vite ripiene sono un piatto immancabile. Saranno quelle stesse foglie di vite a far scattare la scintilla tra lei e un ragazzo libanese, il giorno del loro primo appuntamento. E quando Annia diventa giornalista come suo marito e si trasferisce con lui in Medio Oriente negli anni caldi che seguono l’11 settembre, è la cucina che la protegge dalla nostalgia, dal senso di non appartenenza, che costruisce per lei un nuovo rifugio. Ovunque ci sia un conflitto ce n’è un altro che si svolge nell’ombra, e che non si vede in Tv. Per cui la vita diventa un’infinita sequenza di cose che non si possono più fare. Dai circoli letterari proibiti di Baghdad alle cucine di Beirut dove si preparano le ricette più antiche del mondo, Annia ci conduce in un viaggio sensoriale ed emotivo, fino nel cuore di un mondo millenario. Una ricetta per restare umani.

Vero che sembra promettente? Mi aspetto molto da questo libro!

Bene adesso mi ritiro nelle mie reali stanze a proseguire il libro sul comodino, si si “il fantasma con i calzini gialli”, no no Shift (oh me fetente e tapina!)
Per il momento questo è tutto. Ancora buona serata a voi  che passate da queste parti e …

Ci si legge :*

I still haven’t read #23

Ciao amici lettori….Sono quasi le 17.00, ovvero è l’ora del the con i pasticcini, mi sembra giusto quindi prendermi una pausa da tutto e dedicarmi allo

* Ricordo a tutti che io questa rubrica l’ho scoperta grazie ad @anncleire , e che trovate QUI tutti quelli suoi *

Perchè è certo che per tutti quei libri di cui si prende nota giorno per giorno molti (purtroppo) restano indietrissimo. L’ultimo l’ho annotato proprio prima di mettermi a scrivere il post, trattasi di “Un sogno tra i fiocchi di neve” Corina Bomann, grazie al post di Erika. Mi sono lasciata convincere dal fatto che è a tema natalizio, che siamo a Dicembre e come tanti ho moltissime abitudini sui film e le musiche in questo periodo, ma a pensarci forse librosamente no…. Mi pare convincente come argomentazione 😉

in diretta dalla regia apprendo che “il classico del giovedì e venerdì” Dreamspinner del momento è Ranocchio di Mary Calmes. ed anche questo è in attesa nella mia lista, e prima e poi ve ne parlerò (si spera dopo averlo letto!)

Bene passando al mio “I Still ecc ecc”. Il libro di cui voglio raccontarvi è un altro della Dreamspinner, si tratta di:

Dopo Ben di Con Riley

Dopo Ben by Con Riley Italian Translation

Un anno dopo la morte improvvisa di Ben, suo compagno da quindici anni, Theo Anderson è ancora in lutto. L’ultima cosa che cerca è un nuovo amante. Ma, come Theo scoprirà ben presto, a volte la vita ha altri piani.
Theo prova una forte attrazione fisica per Peter, un uomo che ha incontrato in palestra, ma è Morgan, il suo nuovo amico online, che gli fornisce la sfida intellettuale che lo riporterà alla vita. Morgan è brillante, audace e irriverente, e Theo è pronto a fare il grande passo… fino a quando non scopre che Morgan potrebbe avere la metà dei suoi anni.
L’ultimo compagno di Theo aveva qualche anno in più di lui – abbastanza da creare tensioni nel rapporto tra Theo e la sua famiglia – e la possibilità che un altro rapporto sia stroncato troppo presto lascia Theo paralizzato dalla paura. Ha bisogno di trovare pace al ricordo di Ben, riconciliarsi con la sua famiglia e ritrovare gli amici trascurati se vuole ricominciare la vita con un nuovo amante. Ma Theo non è l’unico ad avere un passato.
La sfida più grande da affrontare, nella vita dopo Ben, potrebbe non essere la sua.

La trama promette dolcezze e malinconia e la possibilità di ricominciare! E poi è un MM e poi in una delle mie tante chattate con Gigia, appassionata al genere come lo sono io, me ne ha parlato  bene bene.

Come fu detto da Alessia Esse, ed io Quoto tutta la vita, in una recente intervista a cura di @FriCat2

9) Se potessi esprimere il tuo “desiderio di Natale”, quale sarebbe?

Desiderio ancora più serio: avere finalmente giornate da 56 ore, per leggere tutti i libri accumulati nel 2014!

E non solo nel 2014, non solo!

E’ stato un piacere come sempre, sono le 17. 17 mo vado a merendare, su @christmasfm “let’s is now” ^_^ …Buona merenda a voi amici lettori, buona lettura e … Buon tutto quello che vi pare

Ci si legge :*

I still haven’t read …. Dove eravamo rimasti!

Ciao amiche ed amici lettori che vi trovate a sostare da queste parti. Qui tutto tranquillo, niente di nuovo…. Sono completamente immersa nella lettura del momento : Trentatré! (non sapete di cosa parlo….QUI vi lascio il link per acquistare la vostra copia, e poi è in corso un Read Along

 super bellissimo che si sta svolgendo proprio sul libro, e vi consiglio di partecipare perchè lo dico sempre leggere insieme è BELLO! E poi perchè la ragazza che lo cura, Soraidh è davvero davvero brava!)
E poi proprio oggi ha preso il via il BlogTour, la prima tappa ha fatto stazione al
Please Another Book …..

Va bene… si capisce bene che per un libro che mi assorbe totalmente altri sono lì in attesa, nella lista, impolverati e sfiduciati di essere letti. Per ridare loro una flebile speranza, un minimo di colore, e la fiducia che pian piano ci arriverò a leggerli…. Quindi riprenderò lo I Still haven’t read!!!

* Ricordo a tutti che io questa rubrica l’ho scoperta grazie ad @anncleire , e che trovate QUI tutti quelli suoi *

Ma siccome è un ritorno il “riassunto – con commento laddove ce vo – delle puntate precedenti” ve lo dovete sciroppare…..

La ricamatrice di segreti di Kate Alcott
parole sulla sabbia di Ellen Block Il pensiero mio sta Qua
Alle fonti del Nilo di Wilbur Smith
o1 Luanne Rice – La luce della nostra estate che questo sono sempre più indecisa a tenerlo ….
02 Il respiro leggero dell’alba_ Rachel Simon
03 “il colore del fuoco” di Diana Palmer
04 NON AMARMI di Lori Foster  Qui il mio pensiero in merito, io davvero avevo rimosso, leggere le cretinate che ho scritto me lo ha riportato alla mente
05 Questione di pratica di Julie James  recensito QUI,
06 Beatriz Williams – Le parole del nostro destino
07 Cinder di  Marissa Meyer

08 L’amore e gli stracci del tempo_ Anilda Ibrahimi
09  Easy by Tammara Webber

10 “Ladra di cioccolato” di Laura Florand
11 Di ghiaccio e d’oro (Le profezie della strega scalza, #2)  Angela White

12  
“Tra la notte e ilcuore” di Julie Kibler

13 Duran Meredith – Tentare un libertino

Di ventidue ne ho letti solo 3 about Hortense | via Tumblr

e giusto per la cronaca la saga depennata dei Montague sono 8 libri mica pizza e fichi …. Il fallimento …..la disfatta ….l’affondamento di non so cosa e come e quando e dove …. Ma non tutto è perduto! finchè c’è vita c’è anche tempo per leggere, e speriamo pure dopo, che io un Purgatorio (speriamo anche Paradiso) a leggereleggereleggere e leggere n’artro pò che non ci basta mai me lo passerei di lusso!

Va bene per ora s’è fatta na certa, è stato un piacere smanettare ed impazzire con l’HTML di questo malefico post, ma l’ho fatto volentieri per voi miei amici lettori … Mo tolgo il disturbo…

Ci si legge :*

I still haven’t read #22

E così dopo una settimana di silenzio, la settimana scorsa talmente ho procrastinato che mi son dimenticata del tutto (la vecchiaia non perdona ahimè!), in questo momento anche se non vi interessa ho caricato su spotify Michael Dulin e….sono pronta!

Ve lo ricordate che … io questo meme lo coltivo grazie a my wife @anncleire, che il suo odierno lo trovate Qui (che vi confesso io ho preso nota di codesto libro perchè …perchè si, m’ispira ecco!) , e non dimenticate che my wife il meme lo scopre (e coltiva di conseguenza) grazie alla blogger K-Books? No perchè in tal caso …Ci ho appena pensato io a rinfrescarvi la memoria 😉

Bene, fatti riconoscimenti di rito ….il mio libro della settimana, oltre a far parte dello “I Still ecc ecc” è anche etichettato alla voce “ma perchè l’avevo scelto? Boh non me lo ricordo proprio –.-“
Trattasi di …..

9688391

Le ho mai raccontato del vento del nord (Gut gegen Nordwind #1)  Daniel Glattauer

Un’email all’indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l’impaccio iniziale, tra Emmi Rothner – 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito – e Leo Leike – psicolinguista reduce dall’ennesimo fallimento sentimentale – si instaura un’amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d’amore epistolare dell’era Internet, il romanzo descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?

(magari lo proporrò a @ReadInProgress per la rubrica “Casting My Book” lei mi dirà “siiii per no problem” ed io ….Sono un mezzo fottutissimo genio lo so ….

Oppure mi dirà “Noooo, non mi freghi!” …in quel caso pazienza io c’ho provato 😀 )

…E mentre si consumano le note di “Duet”, sempre di Michael Dulin …. vi saluto e Ci si legge amici :*

I still haven’t read #21

pensavo di riprendere in mano questo meme chissà fra quanto, pensavo che “oggi si domani ni” …invece my wife s’è già organizzata ed a quanto pare il meme ritorna a ritmo regolare

“I still haven’t read” è un meme che scopro, e coltivo con affetto,e che sa sola senza di lei “non si fa non si fa” , grazie a my wife @anncleire (trovate il suo odierno QUI )

Il libro che presento io nella mia lista è vecchio di….qualche giorno. Poche sere fa in tv hanno trasmesso il film “ho cercato il tuo nome”, ed io nella mia più totale ed assoluta ignoranza l’ho guardicchiato, fino al momento in cui non ho letto un tweet di donna rosè che diceva “il libro è molto meglio” “chi, dove, cosa, come quando”???
”E’ un libro di Nicholas Sparks. Bello bello. Io sono sua fans al millemilioneXmillemila” ecc ecc.

Conosco Sparks, anni fa ho letto “le parole che non ti ho detto” , quanto ho pianto sul finale ancora me lo ricordo. Ho letto qualche altro libro suo, ma spinta dall’entusiasmo di donna Rosè mi sono ripromessa di (Ri)lettura super approfondita. Quindi oggi il meme più che un prendere una pezza e spolverare dalle ragnatele è un post it appiccicato sullo schermo del pc, così da non dimenticare!

9666705Ho cercato il tuo nome  Nicholas Sparks

Beth ha alle spalle un matrimonio infelice con un uomo sbagliato; Logan ha conosciuto l’orrore della guerra. Quando le loro vite si incrociano, entrambi capiscono di essere fatti l’uno per l’altra. Ma Beth non sa che il loro incontro non è stato casuale: Logan ha attraversato a piedi gli Stati Uniti solo per ritrovare il suo sorriso. Un sorriso che, impresso in una fotografia, lo ha salvato quando era in Iraq e che, a distanza di cinque anni, sta per rivelargli la natura del vero amore.

And …. il trailer del film 

Ci si legge amici :*

 

I still haven’t read #20

Avevo pensato di farlo domattina il post, tanto più che in questo preciso momento word press è una rottura di balle al pari del festival di SanRemo …Ma no, stoicamente son qua! 

“I still haven’t read” è un meme che scopro, e coltivo con affetto, grazie a my wife @anncleire (trovate il suo odierno QUI , libro che io ho aggiunto alla mia lista, manco a dirlo oh!) ….E altra nota importante wife scopre e coltiva questo meme grazie alla blogger K-Books.

Il libro di questa settimana lo segnalo perchè se n’è parlato in una chiacchierata con le mie amichette di merende librose….

Cercando Alaska di John Green

  Miles Halter, sedici anni, colto e introverso, comincia a frequentare un’esclusiva prep school dell’Alabama. Qui lega subito con Chip, povero e brillantissimo, ammesso alla scuola grazie a una borsa di studio, e con Alaska Young, divertente, sexy, attraente, avventurosa studentessa di cui tutti sono innamorati. Insieme bevono, fumano, stanno svegli la notte e inventano scherzi brillanti e complicati. Ma Miles non ci mette molto a capire che Alaska è infelice. e quando lei muore schiantandosi in auto vuole sapere perché. È stato davvero un incidente? O Alaska ha cercato la morte?

Ecco di Green ho letto ed amato “tutta colpa delle stelle”, e se vi viene in mente di chiedermi perchè diamine ancora non abbia letto anche questo vi risponderò che davvero non lo so! –.-
Per ora non ho nient’altro da aggiungere ….Per tutto il resto mi appello a Rossella “Non posso pensarci ora o mi scoppierà la testa. ci penserò domani!”

 Ci si legge amici :*

I still haven’t read #19

Come dico sempre: questo meme lo scopro grazie a my wife @anncleire, il suo QUI (oh ci son due cover in particolare che mi “chiamano” a voce un pò troppo alta devo dire) oggi è uno special per festeggiare il San Valentino (eh no! vi spoilero già ora che il mio invece no)
E come non smetto mai di specificare infine my wife scopre il meme grazie ad una blogger,tale  
K-Books.

(#Confessione 1 :Questa settimana spulciando la mia cartella, ho eliminato dalla lista alcuni titoli che non ricordavo nemmeno più, e che rileggendo la trama, guardando la copertina mi son detta “mah …chissà cosa pensavo”, che ho capito non leggerò mai punto e basta)

Il libro che vi racconto a questo giro è

18111486Lori Nelson Spielman La lista dei miei desideri 

A trentaquattro anni, Brett Bohlinger ha tutto quello che vuole: un lavoro invidiabile nell’azienda di famiglia, un loft molto trendy, un fidanzato irresistibile e una mamma affettuosissima che è anche la sua migliore amica. Perciò, quando l’adorata madre Elizabeth muore, Brett è devastata per aver perso il suo punto di riferimento. E il dolore si trasforma in rabbia nel momento in cui si ritrova anche con un pugno di mosche. Perché alla lettura del testamento, invece di nominarla nuova amministratrice della Bohlinger Cosmetici, Elizabeth le lascia soltanto una lettera. Ed è una lettera strana, che la esorta a riconsiderare la sua vita, partendo dalla “lista dei desideri” che aveva stilato da ragazzina, vent’anni prima. Solo se nell’arco di un anno realizzerà tutti gli obiettivi di allora – innamorarsi, salvare il mondo, essere felice, desideri semplici e assoluti al contempo – riceverà la sua eredità. Inizialmente riluttante, a Brett non resta che seguire le istruzioni materne: mese dopo mese, ogni volta che Brett spunta una voce della lista, riceve dal notaio una nuova lettera della mamma. Affettuosa, comprensiva, protettiva e piena di una fiducia senza riserve. Come una carezza che la spinge, fra una lacrima e un sorriso, a non mollare e ad aprirsi al domani. A scoprire l’affetto di una famiglia vera e a esplorare il terreno dei sentimenti più teneri. Perché la vita è fatta per essere vissuta, sempre.

(#Confessione 2 :ultimamente sempre con maggiore frequenza, girando e rigirando fra i vari libri abbandonati nel mio pc ho la voglia di fare piazza pulita! E sul serio anche quello che ho appena postato se la passa malissimo …)

Ci si legge amici :*

I still haven’t read #18

Siamo a giovedì, di già ….Quindi è giornata di RiSpolvero di quei libri che son li ad aspettare pazientemente di essere letti!

Come al solito, vi ricordo che io questo meme lo scopro grazie a my wife @anncleire, che il suo di oggi lo trovate QUI (c’è la possibilità che questo libro sia il prossimo RA? Io sinceramente ci spero, letta la trama dico si ad occhi chiusi!) ….Ed infine vi ricordo altresì che my wife scopre il meme grazie ad una blogger K-Books.

Bene fatte le note dovute arriva il momento tanto atteso quanto dolente, ossia il mio libro un pò abbandonato. A questo giro posso dire che il libro è abbandonato due volte, vado a preparare un tappeto di ceci sul quale inginocchiarmi –.-, la prima volta nel momento in cui l’ho aggiunto alla lista – insieme ai suoi fratelli – e la seconda è stata dopo aver letto i 3 della serie prima di questo ,averlo accantonato nuovamente –.-“
Il libro di cui sto parlando è ….

18857599  L’amore è il mio incantesimo (Friday Harbor #4) di Lisa Kleypas

Cresciuta con una madre inquieta e vagabonda, Justine Hoffman desidera una sola cosa: una vita stabile, tranquilla, persino prevedibile. Quella che è riuscita infine a costruirsi a Friday Harbor, dove gestisce un piccolo B&B. Ma c’è ancora qualcosa che manca nella sua esistenza: l’amore. E dopo anni di inutili attese, è decisa a tutto pur di cambiare il suo destino di solitudine. Ma non sarà facile: come nelle favole, infatti, qualcuno ha gettato un incantesimo su Justine alla sua nascita, condannandola a non trovare mai l’anima gemella. Quando incontra il misterioso Jason Black, Justine dà inavvertitamente il via a una tempesta di desideri e passioni pericolose che rischia di minacciare tutto quanto ha di più caro. Perché anche Jason custodisce dei segreti, e vuole da Justine ciò che il fato non ha previsto…

Bene facendomi la solita promessa, l’idea è quello di leggerlo in queste settimane di febbraio, io davvero devo smetterla perchè si sa che a mantener promesse sono una schiappa megagalattica, di leggerlo quanto prima …

Ci si legge amici :*

I still haven’t read #17

(Ammappete son già al 17esimo appuntamento con questo meme, e di libri persi nella polvere ne ho ancora per i prossimi anni mi sa –.-“)

Come sempre prima di tutto specifico che questo meme io lo scopro, e faccio mio, grazie a my wife @anncleire, che il suo di oggi lo trovate QUI ,e che lei lo scopre grazie ad una blogger che segue K-Books .

Il mio libro della settimana è …. rullo di tamburi ….strombazzata ….

 Carole Mortimer  Il ritorno di Lord Montague  17984274

Inghilterra, 1816 – Pur essendo una trovatella adottata dal vicario di Castonbury, Lily ha sempre frequentato la famiglia del Duca di Rothermere ed è praticamente cresciuta insieme ai suoi figli. L’unico che l’ha sempre disprezzata, considerandola un’arrivista senza scrupoli, è Giles, l’arrogante primogenito dei Montague ed erede del titolo e, quando torna a casa un anno dopo la battaglia di Waterloo per occuparsi della tenuta, ancora una volta tra i due scoccano scintille. Ma sotto le braci del risentimento reciproco cova in realtà una straordinaria passione. E presto, dopo aver chiarito i malintesi che li dividono da sempre, né Lily né Giles potranno più ignorarla.

Beh non è la prima volta che sputtano il mio amore per gli History Romance no? Questo in particolare lo messo in lista perche fa parte della serie “Castonbury Park “ 

E semmai riuscirò a rispettare il buon proposito, che intelligentemente non faccio, di stilare una lista di libri e leggerla senza distrazioni varie, riuscirò a leggere questo e tutto il resto della serie spero più prima che poi!
Ci si legge amici :**

I still haven’t read #16

Prima di tutto ricordo che io questo meme l’ho scoperto grazie a my wife, Qui potrete leggere il suo post di oggi (e vi/mi consiglio vivamente di aggiungerlo alla lista e leggerlo! Perchè non è giusto fare l’abitudine a nessun tipo di violenza! E conoscere il male è uno strumento assai importante per batterlo!), my wife scopre tale meme grazie a ad una blogger che segue, K-Books 

Ed ora passiamo al mio di libro abbandonato a fare polvere di questa settimana! Trattasi di:

“La figlia dei ricordi” di Sara McCoy17155469

Garmisch, Germania, inverno 1944. È un anello di fidanzamento, quello che un ufficiale nazista ha appena messo al dito della giovane Elsie. Un anello che potrebbe cancellare l’amaro sapore della guerra, regalando a lei e alla sua famiglia il sogno di una vita in cui l’aria profuma di biscotti allo zenzero e di serenità. Invece, d’un tratto, Elsie si ritrova a guardare negli occhi la realtà: un bambino ebreo si presenta alla sua porta e la implora di salvarlo, di nasconderlo. E lei lo aiuta…
El Paso, Texas, oggi. È un anello di fidanzamento, quello che Reba non ha il coraggio d’indossare. A darglielo è stato Riki, un uomo che la ama senza riserve, nonostante le sue asprezze. Eppure Reba esita: prigioniera di angosce e inquietudini radicate nel profondo, sa che la sua armatura di donna realizzata potrebbe frantumarsi da un momento all’altro. E ha paura…
Elsie e Reba non potrebbero essere più diverse, ma il destino ha voluto far incrociare le loro strade, come se l’una non potesse proseguire senza l’altra. Per Elsie, parlare con Reba significherà ripercorrere le vicende che l’hanno portata dalla Germania agli Stati Uniti, ricordare tutto ciò che la guerra le ha brutalmente strappato e infine perdonare se stessa. Per Reba, confidarsi con Elsie significherà accendere la luce della verità, ascoltare la voce del cuore e accettare che la speranza possa nascere anche dal dolore. Per entrambe, l’amicizia che le lega darà loro il coraggio di sconfiggere i fantasmi del passato…

E se non basta la trama c’è anche la forza del booktrailer:

Io amo moltissimo leggere questo genere di storie, e questo è uno di quei libri che quando lo guardo e …penso che ancora non ho trovato il momento per leggerlo mi vien voglia di mettermi in ginocchio sui ceci! -.-

… Ci si legge amici :*