4a Tappa Blog tour Club Blue Orchid

Bonjour mes ami et benvenuti.
Oggi in onda, come da titolo, la quarta tappa di questo blogtour: ovvero la colonna sonora + più il mio modestissimo pensiero sulla storia
che celebra l’uscita il 27 maggio – seguite il consiglio per l’acquisto 👉 QUi – della nuova avventura a quattro mani di 
Cristina Bruni e Leah Weston!

Vi rinfresco la memoria sulle altre tappe di questo blogtour:
22/04 Piume di Carta
23/04 Feel the Raimbow Love https://www.feelthebook.com/blog-tour-giveaway-club-blue-orchid-di-cristina-bruni-e-leah-weston-seconda-tappa/
24/04 M/M e dintorni, l’altro lato del romance 
25/04 Testa e Piedi 🙂
26/04 Il Mondo degli M/M  Per la proclamazione del vincitore giveaway (in bocca a lupo ai partecipanti)

40136194Benvenuti al Club Blue Orchid, dove ogni vostro desiderio verrà esaudito! Un animo pieno di cicatrici è ciò che Ruben, giovane barista del Club Blue Orchid, nasconde alla gente. Ha una meta da raggiungere e lo vuole fare senza mai voltarsi indietro.
Un fantasma, un sicario che si muove tra le ombre della vita è ciò che Tristan vuole dimenticare di essere, ogni volta che entra in quel locale a luci rosse parigino. Gli bastano poche ore, pochi attimi per evadere dalle sue prigioni.
Un “desiderio” a cui non si può dire di no, ballerine e spogliarellisti pronti a donare piacere e una Parigi di peccati. Questi sono gli ingredienti che condurranno i due protagonisti tra le mura di un passato che non perdona.
Se solo quelle ali fossero fatte per volare..

(Il mio pensiero) Una bella storia d’amore … Forse un po alla trono di Maria? Vi spiego in che senso lo intendo.
Ruben e Tristan sono due bellissimi personaggi, si portano appresso fardelli dolorosi: Ruben un passato fatto di abusi e il forte desiderio di riuscire a fuggire dal degrado (bello il tatuaggio che rappresenta questo suo desiderio!), il dolore del tradimento e della perdita – e il conseguente chiudersi in se stesso – da parte di Tristan.
Ma secondo me nel corso della storia non si ha il tempo di entrare nel loro cuore/di lasciarli entrare nel proprio cuore. Le scene tra i due per quanto belle hanno più il sapore di un’esterna.
Tutto quello che mi è piaciuto della storia:
lo stile delle due autrici ben amalgamato, il ritmo da film (veramente a leggere ho avuto l’impressione di stare seduta sul divano a guardare un film con tanto di cibo spazzatura a farmi compagnia e …. pause pubblicità 😉), la decadenza del club Orchid (ahhhh alla viscidità del capo del club io nella mia testa l’ho pensato con la faccia di Trump), il fatto che grazie all’ambientazione mi sono ricordata della fantasia, ben piegata nel cassetto delle mutande, di mangiarmi una signora baguette avec le jambon a Parigi…..
La dolcezza dei momenti che Ruben e Tristan hanno vissuto a Denin, e sopratutto tutto il buono che la nascita di questa storia ha portato in tutti e due dando loro il coraggio e la forza di cambiare e di spiccare il volo! Ecco se questa storia è “disegnata” in bianco&nero per via del passato ha il pregio di terminare con meravigliosi colori caldi per il futuro.

E le musiche (che poi sono il tema della mia tappa 🙂) le ho amate molto:

My funny Valentine → Ella Fitzgerald
I love Paris → Ella Fitzgerald
Muse → Time is running

Sei qualcosa di bellissimo
Una contraddizione
Voglio partecipare al gioco
Voglio la frizione
Tu sarai la mia morte
Sì tu sarai la mia morte
Volevo la libertà
Legato e limitato
Ho cercato di rinunciare a te
Ma sono drogato

You haven’t seen the last of me → Cher
Sous le ciel de Paris → Èdith Piaf
She → Elvis Costello
I put a spell on you → Nina Simone

«Ti ho detto di toglierti i vestiti. I gioielli devono rimanere al proprio posto.» Ruben annuì docile. ….Abbassò il borsalino sulla fronte, afferrò la sedia per lo schienale e se la trascinò dietro sino al centro della stanza …… La voltò e si sedette a cavalcioni….. «Il cappello puoi tenerlo,» udì il suo Monsieur dire.
«Non l’avrei tolto comunque,» ribadì asciutto.

Est ce que tu m’aimes → Maître Gims
Like a Virgin → Madonna

Una storia che comunque vi consiglio volentieri perchè anche se la vita fa schifo c’è sempre la possibilità di ribaltare le carte e vivere meglio, abbiamo bisogno di lieto fine, abbiamo bisogno di crederci sempre ed arrenderci mai!

Recensione Anteprima Cristina Bruni Come foglie sul fiume

Nel momento in cui ho visto questa copertina, e letto questo titolo, mi sono detta che questa prometteva di essere una storia bellissima. Di più, alla fine la classifico come Indimenticabile!!

31469999Seth Cohen è una giubba rossa della Royal Canadian Mounted Police, in un piccolo villaggio nei pressi del confine tra Canada e Alaska. Ha diversi chili di troppo e un passato che lo ha segnato nel profondo e ha chiuso il suo cuore all’amore.
Tutto cambia quando, al villaggio, arriva Cole Danner, giornalista di Vancouver. Tra i due inizia una bella amicizia e Seth pian piano si innamora di Cole. Il sentimento lo sconvolge, non solo perché Cole è un uomo, ma perché questi è fermamente intenzionato a distruggere la corazza dietro cui Seth si nasconde.

Io voglio un mondo di bene a Seth, alla sua sofferenza ed al suo percepirsi distorto dalle parole crudeli e stupide e superficiali

Quando il vapore era ormai sceso a ricoprire come un manto le piastrelle e lo specchio, Seth usò il braccio destro per ripulire quest’ultimo. Avanti e indietro, avanti e indietro.
Ripeté il movimento ancora, anche dopo che il vetro aveva ormai ripreso a riflettere la sua esausta immagine. Restò lì, immobile, a contemplare se stesso senza muovere un solo ciglio, studiando quel riflesso come se fosse del tutto sconosciuto alla vista, come se appartenesse a un’altra persona. Scrutò quella figura imponente, le spalle larghe, le gambe lunghe, le cosce importanti… Si soffermò sui lineamenti del viso, sulla capigliatura fulva. Seguì la linea del collo e scese sul petto ampio e forte, arrestandosi infine sull’addome, sulla pancia. Resistette un paio di secondi e poi non ce la fece più, distogliendo lo sguardo in preda a un’ondata di sofferenza, mentre la voce di Becca prendeva a gridare nella sua testa. Sapeva che avrebbe smesso soltanto quando sarebbe stata rimpiazzata da quella di suo padre. Grassone.

Una sofferenza, fatta di desolante solitudine e mancanza di esperienza amorosa, che pian piano lo ha fatto chiudere nei confronti della vita e dell’amore, che lo ha recintato dentro questa visione distorta e gli ha impedito di vedere che lui è una gran bella e brava persona, e che fisicamente poi non era nemmeno questo sfacelo!
(mi sono totalmente immedesimata in Seth…..E perciò spesso mi sono ripetuta durante la lettura “vaffanculo Becca! Vaffanculo a tutti quelli che non sanno vedere oltre i nostri difetti fisici!”)

E poi un giorno arriva Cole, improvviso e travolgente. Con la sua amicizia e il suo carattere gioviale, con il suo desiderio di trovare qualcuno che lo faccia gridare anche fuori dal letto, farà scoprire a Seth cosa vuol dire essere “visto” davvero!

Oltre a momenti di dolcezza e attimi in cui verrà da commuoversi questa storia mi è piaciuta perchè è stata di crescita! La crescita di Seth che ad un certo punto, prendendo forza dall’amore, romperà gli argini prestabiliti di un’esistenza desolata e imparerà pian piano a volersi bene, a prendersi cura di se stesso! Un passo alla volta imparerà a guardare oltre lo specchio, oltre la parola Grassone! Imparerà che lui va bene così com’è perchè è bello dentro e questo lo fa bello fuori.

Una storia che mi è piaciuta anche perchè smarca le etichette. In fondo cosa importa se Seth è gay o bisessuale? Quello che davvero conta – non solo per lui ma per ognuno di noi – è che ha trovato qualcuno da amare e da cui lasciarsi amare!

In più una nota la spendo per i personaggi secondari, sono stati di arricchimento ad una storia già bella perchè i protagonisti sono l’amore totale, in particolare il sindaco Walsh. Che pare uno stronzetto che vien voglia di menarlo e invece anche lui insegna che l’apparenza può ingannare 🙂
E la playlist musicale che ha scandito questa bella favola!

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Volevo scegliere il primo bacio che si sono dati Seth&Cole, oppure la loro canzone try di Pink …. Credo che alla fine sceglierò l’aurora boreale 😉 (beh anche il momento sauna è stato caldamente presa in considerazione dalla sottoscritta 😉 )

Lo Stuzzichino del martedì #32

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia http://ikigai.altervista.org/tag/teaser-tuesday/ e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) http://dituttocuoreblog.altervista.org/tag/teaser-tuesday/
teaser-tuesday-2

Il libro del quale vi racconto è “Come foglie sul fiume” di Cristina Bruni
(vero che la copertina è Bellissima?  Io me ne sono innamorata a prima vista!), edito Triskell esce il 19 agosto!

Buona visione https://youtu.be/NOyJFctT_jE, buone letture …. Noi ci si vede 🙂

Cristina Bruni Text Me

24514025 Sullo sfondo della storia una Londra grigia e triste, muta spettatrice del viaggio di crescita dei protagonisti.
In primo piano Walter Ferguson, professore ordinario di una materia ordinaria in una scuola ordinaria e Jude Knight, studente straordinario con una intelligenza fuori dal comune e un’estrema insicurezza che cerca di mascherare dietro una facciata di arroganza e una madre bipolare di cui non ama parlare.
Il professore è succube di etica e regole, convinto della propria eterosessualità, lo studente fugge dai propri sentimenti convinto che mai nessuno potrà amarlo.
Nello scoprire di aver bisogno l’uno dell’altro affidano a piccoli messaggi di testo la loro storia di tentazioni, dichiarazioni nascoste, ironia, lontananza e gelosia.

Delicato, dolce, tenero. (Gigia hai fatto benissimo ad insistere a farmelo leggere! :* )
Mi sono innamorata di Walter&Jude, dei loro pensieri, delle insicurezze e delle fragilità di entrambi, del loro modo di interagire (attraverso sguardi, attraverso gli sms che sono il filo conduttore di tutto.)
Walter&Jude sono meravigliosamente reali, al punto che per tutto il tempo ho avuto la sensazione di averli davanti in carne ed ossa, di toccarli.

Lo stile dell’autrice è… si penetrante è l’aggettivo giusto, poichè è riuscita a farmi entrare dentro la storia, è riuscita a farmi entrare questi due con tutto il loro bagaglio emotivo dentro il cuore.
Storia di due anime che si trovano, si inseguono, si trovano, si amano e si prendono!

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è la goccia che fa traboccare il vaso 🙂

(video) Lo Stuzzichino del martedì #22

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia http://ikigai.altervista.org/tag/teaser-tuesday/ (del quale sto seguendo Book Jar Challenge e magari sto pure seguendo l’iniziativa #ikigaimaggiodeilibri) e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) http://dituttocuoreblog.altervista.org/tag/teaser-tuesday/

teaser-tuesday-2

Text Me di Cristina Bruni  che già dal poco che ho letto promette bene bene 🙂

Per tutto il resto buona visione https://youtu.be/cswKa-yTSqE 😉
Noi ci si vede/legge

Leah Weston , Cristina Bruni Loves from the world

27904164 Derek e Spencer.
Patrice e Bastién.
Nathan e Mark.
Moran e Moriarty.
Destini diversi, luoghi del mondo altrettanto differenti. Ma una cosa accomuna tutte queste coppie: l’amore. L’amore incontrato per caso, l’amore conquistato, l’amore ritrovato, l’amore perduto.
Quattro racconti per farvi sognare.

#Appuntidurantelalettura:
* Moran e Moriarty
struggente e malinconico, doloroso, triste. Il ricordo di un amore perduto,un amore al quale si è dato tutto e di più della propria anima. E il rimpianto per un germoglio d’amore che avrebbe potuto essere qualcosa di splendido …

….Fino a quando Andrew non cercò e trovò la mano di Sebastian stretta attorno alla sua eccitazione, bloccandola per il polso. «Io non sono lui, Sebastian» mormorò all’orecchio dell’altro uomo…«Non potrò mai esserlo. E, il Signore mi è testimone, non esiste nulla al mondo che desidererei di più….Essere amato da voi nello stesso modo in cui avete amato lui»

Il particolare da non dimenticare: una lettera

* Derek e Spencer
storia di come una serie di coincidenze che cominciano con banalissimo incidente, Derek che urta Spencer e gli fa sporcare la camicia di caffè, si possa trasformare in una bellissima notte di sesso prima e di struggimento amoroso poi. Lo struggimento verrà dal comportamento pirla di Spencer, fortuna che questa è una coppia di belli&Bravi romanticoni e tutto alla fine andrà come è giusto che vada ….

Il particolare da non dimenticare: Ospedale, reparto maternità 😉

* Patrice e Bastién
Piccolo esempio di ottimismo e speranza. nonostante tutta l’amarezza e la disperazione, nonostante la solitudine o il dolore …. Ad un certo punto l’amore salva,e non resta che abbracciare l’occasione, in qualsiasi modo ci venga offerta! Con il suo carattere mite e il suo animo gentile, sapendo vedere oltre,con generosità , Bastién ha salvato Patrice…. Dandogli una speranza!
Il particolare da non dimenticare: un giubbotto di pelle nera

Ed infine* Nathan e Mark
Insieme a Mark vivremo quel momento di panico che ti fa venir voglia di scappare, la paura del sentimento talmente forte e della felicità grande che toglie il respiro ….E scappi!
Con Mark ho vissuto un momento di “mo io a questo lo piglio a schiaffoni” perchè nun se pò … Davvero quanto si può essere stupidi in amore certe volte? Meno male che Nathan ha un cuore grande e non coltiva la mia tendenza a spadellare certe capocce 😉
Il particolare da non dimenticare: San Valentino ^__^

4 storie un unico filo conduttore fatto di mille più una emozioni! si legge velocemente ed è consigliato leggerlo nei pomeriggi invernali, comodamente accoffolati sul divano e con una bella tazza di tè aromatizzato 😉
(Grazie di cuore a Cristina Bruni per avermi dato l’occasione di leggerlo in anteprima 🙂 )

PS: il particolare da non dimenticare, è il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/