Anteprima Recensione Con Riley La fortuna di Aiden (Seattle Stories #3)

30238966Badare alla casa di un amico doveva essere un colpo di fortuna per Aiden Daly. Scoprire che il suo nuovo coinquilino è l’immagine della sua prima cotta lo trasforma in un incubo. Marco de Luca mostra di essere interessato a essere più che un coinquilino, ma la sua somiglianza con l’uomo ideale di Aiden sembra solo superficiale. Inoltre, Aiden non frequenta nessuno.
Dal suicidio del padre adottivo, la sua priorità è stata sostenere il resto della sua famiglia, proteggendoli dalla verità della loro situazione finanziaria. Profondamente preoccupato per la salute mentale della madre, Aiden rimane appartato e solitario, convinto che la sfortuna sia il suo unico destino.
Come se la pressione del mantenere i segreti finanziari del padre non fosse sufficiente da gestire, il padre naturale di Aiden si mette in contatto, facendo esplodere le sue ansie. Ma è una crisi al lavoro che spinge Aiden oltre il punto di rottura. Accettare il sostegno di Marco è una scommessa, ma potrebbe essere proprio quello di cui ha bisogno per far cambiare la propria fortuna.

Come saggiamente mi ha detto la mia Gigia queste sono storie che a leggerle sono un balsamo per il cuore e l’animo.

La storia è quella di Aiden, un giovane testardo/forte/coraggioso/determinato/generoso…. stanco ad un certo punto. Perchè quando per anni ti arrabatti a cercar di far quadrare il cerchio, a prenderti i pesi degli altri oltre i tuoi (come Atlante che sorreggeva il mondo sulle sue spalle), a dare dare dare ed a lasciarti prendere prendere e ancora prendere il crollo prima o poi ti piglia!

Aiden è una gran bella persona, un eroe sotto diversi punti di vista. E difetti, ne abbiamo? Il suo non fidarsi/non parlare/non condividere/ostinarsi a voler rimanere solo per forza ….

Ed è grazie a questo che si delinea e prende corpo con forza e chiarezza la meravigliosa personalità di Marco, che non è soltanto tutto sorrisi/pizza/sole e vita scialla.
Marco è capace di vedere davvero Aiden, è capace di dargli quello di cui lui ha bisogno, e lo fa perchè è un uomo maturo e saggio e di carattere splendido, è capace di ascoltare, di portare il sole nelle vite che attraversa. Un Marco dovrebbe esserci nella vita di ognuno di noi. Ognuno di noi dovrebbe essere un Marco nella vita degli altri, questo mondo sarebbe un posto davvero migliore in cui vivere!!!

La BRAVURA della scrittrice di intrecciare le storie di questa piccola comunità , in cui la presenza di Ben (e di quello che ha lasciato a tutti quelli che lo hanno conosciuto), che mi fa venire voglia di avere un prequel di questa trilogia in cui conoscerlo quando ancora era in vita!
il senso di amicizia, lealtà, sostegno, il senso forte di famiglia! E le scene di sesso che sono lente (e prendono intensità mano a mano che….) e danno la sensazione di essere una mano di sostegno nel cammino di Aiden per imparare a vivere meglio, a condividere tutto, ad aprirsi, a godere della vita e degli amici, a dare valore alle persone che ama.

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è piano ‘sorpresa al mio ragazzo’

ANTEPRIMA RECENSIONE Con Riley Salvare Sean (Seattle Stories #2)

null Quasi un anno dopo essere stato rifiutato per un altro, il paramedico di Seattle Peter Morse soffre ancora, ma quando l’uomo che lo ha respinto gli chiede un favore, acconsente. La sua missione: rintracciare Sean Reid, il fratello in fuga di un’amica comune. Peter non ne è entusiasta, finché non trova Sean ferito sul ciglio della strada.
Tutto in Sean suscita gli istinti protettivi di Peter – salvare la gente è quello per cui vive – ma non aveva previsto di perdere la testa per una persona così decisa a scappare. Oltre alle ferite fisiche, Sean combatte contro il dolore e il senso di colpa, e il caos che il padre eremita ha lasciato dopo la sua morte minaccia di sopraffarlo.
Salvare Sean vuol dire per Peter abbandonare il proprio orgoglio e rivolgersi ad amici e parenti. Chiedere aiuto è una pillola amara da ingoiare per Peter, ma se lui non riesce a farlo, come può aspettarsi che Sean accetti a sua volta il suo aiuto… e il suo amore?

Da dove posso cominciare?
La storia di due uomini che incrociando il loro cammino si salvano a vicenda. Con leggerezza, a tratti divertente, mai scontato e banale, coinvolgente e delicato come una carezza sul cuore. Racconta quanto può far male un genitore, quanto il bianco&nero è troppo spesso grigio, e quanto a volte essere pressati dalle preoccupazioni ci renda ciechi e insensibili al quadro generale. E cosa più importante racconta quanto sia bello il mettere in pratica il detto ” una mano lava l’altra e tutte e due lavano la faccia!” ,e quanto è bello dare/ricevere/coltivare la Speranza!


Dalla dolcezza e dal cuore BUONO di Peter e dal suo costante flusso di pensieri, dalla tenerezza che mi ha fa tutte le volte che mentre pensa il suo pensiero è già parola detta e questo lo rende un meraviglioso, e spesso divertente, libro aperto che non mi stanco mai di leggere!
Dal suo talento nel salvare le persone, nel prendersi cura di loro, della sua pazienza e del suo senso di solitudine, del suo bisogno di essere salvato.

Da Sean dal suo essere “piccolo” e bisognoso di aiuto e protezione,il suo bisogno di scappare ogni volta, alla testardaggine ed al coraggio che lo rendono un ragazzo già adulto e meritevole di rispetto!

Inoltre ho con piacere ritrovato Joel&Evan ed il fratello Aiden, Theo&Morgan, Maggie che nel primo libro mi era piaciuta a sto giro, con tutta la comprensione del caso, avrei voluto prenderla a schiaffoni. Torna Marco De Luca (*_____*)
e viene sapientemente gettato il seme che aprirà il terzo libro di questa serie, libro che spero avremo prestissimo perchè semplicemente lo voglio 🙂

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: “il posto felice” di Sean 🙂

Con Riley Dopo Ben (Seattle Stories #1)

I still haven’t read #23

null  Un anno dopo la morte improvvisa di Ben, suo compagno da quindici anni, Theo Anderson è ancora in lutto. L’ultima cosa che cerca è un nuovo amante. Ma, come Theo scoprirà ben presto, a volte la vita ha altri piani.
Theo prova una forte attrazione fisica per Peter, un uomo che ha incontrato in palestra, ma è Morgan, il suo nuovo amico online, che gli fornisce la sfida intellettuale che lo riporterà alla vita. Morgan è brillante, audace e irriverente, e Theo è pronto a fare il grande passo… fino a quando non scopre che Morgan potrebbe avere la metà dei suoi anni.
L’ultimo compagno di Theo aveva qualche anno in più di lui – abbastanza da creare tensioni nel rapporto tra Theo e la sua famiglia – e la possibilità che un altro rapporto sia stroncato troppo presto lascia Theo paralizzato dalla paura. Ha bisogno di trovare pace al ricordo di Ben, riconciliarsi con la sua famiglia e ritrovare gli amici trascurati se vuole ricominciare la vita con un nuovo amante. Ma Theo non è l’unico ad avere un passato.
La sfida più grande da affrontare, nella vita dopo Ben, potrebbe non essere la sua.

Esattamente non so ne da dove, ne come cominciare. Le uniche parole che mi vengono in mente per descrivere questa storia sono: malinconico, dolce, doloroso, amicizia, tenerezza, lacrime, spruzzi di speranza, sorrisi, rinascita!

Theo, con tutto il suo carico di dolorosa solitudine (ancora ho impressa l’immagine di lui che suona il campanello di casa sua aspettando che Ben gli venga incontro, per poi rendersi conto che Ben non arriverà mai più….e mi viene il nodo alla gola!), con la sua bontà d’animo, con il suo lento ritorno alla vita,il suo corpo che gli dice “si sono pronto” – grazie a Peter e alla sua dolce pazienza, alla sua onestà alla sua mano tesa – e la sua mente ancora chiusa nel dolore del lutto – è stato un percorso doloroso e dolce anche per me, è stato bello “conoscere” Ben, anche se solo attraverso i ricordi di Theo, so che lo avrei amato anche io!

Poi è arrivato Morgan, con il suo carattere irriverente, onesto e leale, sincero e generoso, sempre pronto a dare battaglia, a far sentire la sua voce… Un rapporto solo virtuale ma che serve per risvegliare completamente Theo.

(Ammetto di essermi persa qualcosa perchè ero impegnata a fare ipotesi su chi potesse essere effettivamente Morgan, cosa sbagliatissima!)

E’ una storia di rinascita e speranza, anche di rimpianti “perdono” di Theo nei confronti dei suoi genitori che mai hanno veramente accettato Ben. E’ un percorso nel quale Theo imparando dal passato affronterà le cose diversamente nel futuro.

I personaggi che apparentemente sono solo secondari come, per esempio, Evan e Joel, per il quale ho fangirlato sin dall’inizio con gli occhi a cuore, oppure Maggie la sua assistente, oppure Marco il fratello di Ben del quale sono INNAMORATISSIMA (2) reaction: twinkling eyes | Tumblrsi riveleranno di grande importanza nel cammino di Theo!

Per il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare: tessera!