Fallsofarc book party – intervista doppia a Bianca e Alex

Ciao bellissimi 🙂
Offro granite e cremini di caffè. La mia estate scorre e trascorre (spero bene anche la vostra): letture scialle (alcune da sbattere la capoccia al muro, altre belle che meno male) e tf/anime solo su carta per il momento, perchè nonostante il ventilatore a manetta sto caldo mi squaglia i buoni propositi 😅

Ed io sono qui per offrirvi un momento di sciallo intrattenimento Nello specifico, come avrete letto dal titolo, una bella intervista doppia con i protagonisti di “Onde di Velluto” (che se non l’avete ancora letto cosa state aspettando? Riparate la vostra lacuna): Alex (il dispensatore dalla voce sexy. roba che ti mette in mutande solo con un ciao 😍 ) e Bianca (la fanciulla che le donne come me invidiano abbbbestia perché: a) una bella fantasia per scrivere belle storie, b) lei ce l’ha un Alex tutto suo ed io nooooo *gif di Calimero*). Basta con le ciarle, e via con l’intervista in 3,2,1….

1. L’ingrediente segreto per una storia d’amore
Alex: La fiducia… e le lasagne che cucina Bianca!
Bianca: Parlarsi, sempre. Qualsiasi non detto diventa un’incomprensione

2. Credi nell’amicizia uomo donna?
Alex: No. Forse perché non l’ho mai provata, da una parte o dall’altra nasceva sempre l’attrazione.
Bianca: Sì. Luca è mio amico, anche se con lui non ho la stessa confidenza che ho con Giulia.

3. La cosa più bella che avete imparato l’uno dall’altro
Alex: Bianca mi ha portato la luce, mi ha insegnato come tornare a vivere e come amare le piccole cose di ogni giorno
Bianca: conoscere Alex mi ha fatto capire che non basta avere attorno mille persone per non sentirsi soli, bisogna essere ascoltati e compresi.

4. Avete una playlist? La vostra canzone?
Alex: è impossibile, Bianca ascolta musica che per me nemmeno dovrebbe essere considerata tale!
Bianca: non dirlo ad Alex o si monta la testa, la mia playlist sul telefono è fatta con i miei podcast preferiti di Onde di velluto

5. Chi dei due ha gli slanci più romantici?
Alex: io. Zio Arturo mi ha cresciuto con i racconti di come corteggiava lui le donne, ai suoi tempi e sono rimasto un po’ ancorato al passato.
Bianca: Alex. A meno che non si tratti di cucina…

6. Conoscersi tramite pc è più o meno facile rispetto all’innamorarsi di persona?
Alex: più facile all’inizio, perché ti senti meno esposto ma poi subentrano le incomprensioni che potrebbero risolversi facilmente guardandosi negli occhi e a distanza è più difficile.
Bianca: più difficile, per me. Spesso non sapevo come interpretare alcuni messaggi di Alex, senza poterne cogliere l’intonazione. La linea tra amicizia e flirt era così labile che mi creava tanta confusione.

7. Bianca: Alex in 3 aggettivi: Alex è premuroso, leale e pieno di talenti (non tutti visibili o ascoltabili…)
Alex : Bianca in 3 aggettivi :
Bianca è solare, bellissima e altruista

8.Il primo film che avete visto insieme? (chi lo ha scelto e poi sul serio lo avete visto oppure….. )
Alex: per vederlo davvero siamo dovuti andare al cinema, Bianca ha scelto “La bella e la bestia” {NdR approvo e plaudo la scelta}
Bianca: lui ha cercato, più volte, di farmi vedere un horror ma ci ho messo poco a distrarlo, come quando insiste per il sushi e io voto pizza… {NdR Brava ragazza, si sa che la pizza regna sovrana 😉}

9. Regalateci un pensiero random per salutare i lettori
Alex: mi aiutate a convincere Bianca a scrivere una nuova storia?
Bianca: vorrei fare una petizione per convincere Alex a registrare audiobook!

Si ringrazia Iss O Pupaz per aver suggerito più o meno tutte le domande (u Signure a binirice 😘)
Chiara Venturelli (che trovate Su FB o su Twitter su Instagram ), la mia adoratissima Cara/Masha.gif, per aver pensato a questa bella festa. Festa ricca di grandi premi&cotillon
a Rafflecopter giveaway

Baci, abbracci e buona fortuna a chi parteciperà! Noi ci si legge 🙂

Lo Stuzzichino del martedì #61 (audio)

Il pomeriggio prosegue con un flauto al latte e una tazza di te freddo a merenda, perchè si 😎
Per questa puntata di stuzzichino vi offro un gradito ritorno: Chiara Venturelli (la mia Cara/Masha.gif), ve ne avevo già parlato qui. 

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia  e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) 

Questo in onore della settimana “fallsofarc bookparty” (del quale domani vi parlerò meglio 😉)
Intanto: A) Qui video intervista a Chiara
B) vi audiovocalizzo uno stuzzichino da “Lezioni di seduzione

Buon Ascolto 🙂

Per tutto il resto noi ci si aggiorna/ascolta/legge domani

Chiara Venturelli Onde di velluto

Iniziato a leggerlo e non mi sono fermata fino alla fine. #ilmiotempospesobene #storiebelle
Bentornata in libreria Cara 💕

33615156La voce di Alex, morbida come il velluto, culla migliaia di persone ogni venerdì a mezzanotte, con il suo podcast in cui legge brevi racconti inviati dagli ascoltatori. Tra questi c’è Bianca, ventidue anni, una vita affollata e la passione per le parole. I loro due mondi, tra cui corre una distanza fatta di chilometri, di situazioni, di caratteri, si incontrano nello spazio di Binario 7, una storia inventata… Che non finisce lì. Perché in molti, sul sito di Alex, ne chiedono il seguito e lui stesso si accorge di essere rimasto avvinto: dal racconto e, più ancora, dalla sua misteriosa autrice, con cui comincia un fitto scambio di messaggi. Da qui a conoscersi e frequentarsi davvero, però, ci sono di mezzo non solo un viaggio in treno ma una famiglia di ristoratori, un ex in vena di intrighi, una vicina sexy, un lavoro notturno, svariate sessioni di esami universitari e le mille incomprensioni che la vita può seminare sulla strada di un amore a distanza, compresa una cerimonia in cui si sfiora la catastrofe…
Un romanzo frizzante, tenero, vivo come due cuori che battono. Una storia d’amore che mette in scena con delicatezza e un pizzico di ironia la facilità e la difficoltà di trovarsi, in un mondo di comunicazioni istantanee in cui la realtà e i sentimenti viaggiano spesso su frequenze differenti. E un tuffo nella magia che può scaturire dall’incontro tra due solitudini, decise a conquistarsi un sogno.

É una storia semplice, quotidiana, dolce, lineare. Emozioni e paure, solitudini diverse che si incontrano e si annullano diventando amore!

Da una parte Alex, che pian piano, un piccolo dolore alla volta, si è chiuso in se stesso e nel suo piccolo mondo. Il suo muro fatto di “sto in disparte e non permetto a nessuno di varcare la soglia, perchè tutti primo o poi se vanno, e allora se sto ritirato non soffrirò” mi è molto caro, è un muro che comprendo bene!

Si prende cura di se stesso dedicandosi con il cuore ad “onde di velluto”, il suo podcast. Leggendo storie, che i suoi ascoltatori scrivono per lui, regala emozioni a chi lo ascolta, grazie anche alla sua voce calda, morbida e coinvolgente! Un giorno arriva la storia di “binario 7” e lui leggendolo agli ascoltatori, inconsapevolmente, comincia a “picconare” il suo muro!

E chi ha scritto “Binario 7”? Bianca. Una ragazza semplice e meravigliosamente ordinaria. Responsabile, con la testa sulle spalle,affidabile, studiosa, a casa fa da “cuscinetto” nelle discussioni, con la sorella ha un rapporto in freddo (per colpa di un ragazzo molto pirla, per il quale le due si dovevano armare di padelle da spaccargli sul grugno). Una ragazza piuttosto insicura ed inconsapevole di se stessa. Nello scrivere le sue storie Bianca trova il suo piccolo conforto. Anche in Bianca mi sono riconosciuta 🙂

Alex&Bianca cominciano allora un fitto scambio virtuale, raccontandosi, scoprendosi, desiderando sempre più di approfondire la loro virtuale amicizia.

Di Milano lui, di Bologna lei. Ad un certo punto fanno il passo successivo e s’incontrano e…. Cominciano a viversi gioie&dolori dell’amore a distanza. (Ricalcando in molti passi la storia scritta da Bianca)

Complimenti anche all’autrice che oltre a farci vivere a pieno i personaggi,  non solo i principali ma anche i secondari (voglio una novella su Luca&Giulia ti pregoooo), ci regala anche scorci di MIlano (esiste davvero la cioccolateria preferita di Alex? Se dici si la prossima volta che ho possibilità di salire a Milano ci vado 🙂 ) e di Bologna (un giorno spunterò dietro la tua porta e dopo abbracci e spupazzamento a …Hector 😉 , mi farai fare l’Alextour *___*) 

Secondo il gioco di @anncleire, il particolare da non dimenticare: Youtube 🙂

Chiara Venturelli Lezioni di seduzione

C’era tanto tempo fa una giovane fanciulla che decise di uscire dal suo fandom del cuore (quello di twilight) per vedere che altro offriva il mondo delle fanfiction EFP, fu così che conobbe il primo vero dispensatore della storia Alessandro Barbieri (*___*)
La giovane in questione ero io, e con la stupidezza che mi contraddistingue contattai l’autrice su twitter. Ed è così che vidi nascere dall’inizio “Lezioni di seduzione” nel lontano nonmiricordoquandoedèinutilechemisforzo. Mi ricordo però che Jack mi è piaciuto subito, che a Lizzy volevo picchiarla perchè era una sfrangipiagnucolosa e…poco altro!

30151383 Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

Ho ritrovato, dopo anni, questi stessi personaggi,più cresciuti e maturi, seppur presi dalle loro “traggeddie” giovanili!

Jack è più misterioso, il bello&stronzetto ma rubacuori (e strappamutande, non dimentichiamocelo 😉 ).
Lizzy è meno sfrangi, meno fastidiosa. Una timidezza cronica che la rende insicura e la fa chiudere in se stessa.
Ci penserà Jack a stanarla…cominciando da un babydoll!

Tutto comincia grazie ad un modulo compilato sbagliato, Lizzy finisce nel corso di teatro con il professore più sciroccato della storia, che le da il ruolo principale nella commedia (zuzzetta) settecentesca “Lezioni di seduzione”, e ovviamente il ruolo principale va a Jack!

Nascono così una serie di situazioni dove le finzioni della commedia sfumano e s’impicciano nella realtà, questo crea confusione nella mente e nel cuore di Liz, che un po ne fa anche il suo alibi per non lasciarsi andare a quello che prova

«Ti fa comodo credere che io non sia mai me stesso, così puoi avere sempre la scusa pronta.»

Gli dirà, giustamente, Jack ad un certo punto.
Ehhhh ma il problema è che quando si lascia andare lui si scagazzadallapaura e fa un passo indietro.

Una serie di equivoci e di “cose da dire e non dette”, parenti INVADENTI (giuro che la mia padella arde dal desiderio di schiantarsi sul grugno del padre di Jack!), battute scemette che ti strappano più di un sorriso, Jessica/Agata/Rick (lo voglio io Rickkk, Rick del mio cuoreeee),la maglietta che sottolinea le tette di Liz 🙂 , momenti a raiting arancione, il momento in cui trattieni il fiato nell’attesa di sapere ed ora cosa risponderà?
(e purtroppo la presenza indigesta di Daniel, che secondo me va squagliato nel latte col nesquick… Pussa via Broccolo!)

Tutto questo fa di Lezioni la perfetta lettura dell’estate, la giusta lettura con il quale avviarsi a zuccherolandiaunicorniearcobaleni ^__^

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è L’ultima scena della commedia (Jack *___*)

Lo stuzzichino Special Lezioni di Seduzione di Chiara Venturelli

Cominciamo dal: @fallsofarc la trovate https://www.facebook.com/fallsofarc/ (non lo dirò mai abbastanza, seguitela e lasciatevi conquistare da lei!)
E l’intervista Bookmania 01/06/16: Lezioni di Seduzione

E proseguiamo con la doverosa precisazione….
Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia http://ikigai.altervista.org/tag/teaser-tuesday/ e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) http://dituttocuoreblog.altervista.org/tag/teaser-tuesday/

teaser-tuesday-2

Per finire con ….Finalmente con la mia copia cartacea in mano vi propongo #stuzzichini (et gioiosa bimbominkiaggine)
Buona visione (spero) https://youtu.be/dWDwLVbUY3I , buona lettura, buon fine settimana 🙂

(video) Lo Stuzzichino del martedì #23

Altrimenti conosciuto come “teaser tuesday”
Rubrica che io conosco (e seguo) tramite le bimbe mon&kia http://ikigai.altervista.org/tag/teaser-tuesday/ e la mia dolce Pulcina (al quale rubo il banner ^_^) http://dituttocuoreblog.altervista.org/tag/teaser-tuesday/

teaser-tuesday-2

Prima di passare allo stuzzichino di oggi ho una segnalazione importante da fare. (in genere non segnalo Mai a scatola chiusa perchè la mia politica è quella di parlare solo di quello che conosco. Siccome che conosco l’autrice, e l’adoro e so che il suo stile di scrittura Mi PIACE stavolta faccio uno strappo e segnalo e cercherò di pubblicizzare tanto tanto dal mio umilissimo orticello 🙂 )
Il 26 Maggio esce “Lezioni di seduzione” di Chiara Venturelli (fatevi un regalo, e fatelo anche a chi vi vuole bene, spacciatelo ad amici et parenti)

Il libro di questa settimana è “Quel maledetto silenzio”(Romanticamente M/M #2) M.G.L. Valentini

Buona lettura, buona visione https://youtu.be/YrHdAdiRZZQ , noi ci si legge/vede la prossima volta 🙂