Recensione Anteprima Alexis Hall Come un’alluvione (Spires Universe)

Leggere questa storia è stato come prendersi una boccata di respiro, una cioccolata calda mentre fuori nevica e tu sei al calduccio (non sta nevicando comunque, però piove piove piove e tira un vento che mamma mia),sgranocchiare una tavoletta di milka mentre l’ammmmore ti fa le coccole sul divano…..OTTIMA davvero per il #fangirlday!!! (Consigliata in generale comunque 😉 )

cover500La gente va e viene.
Sono passati dodici anni da quando Edwin Tully è arrivato a Oxford e si è innamorato di Marius. Un uomo brillante. Un artista. Qualcuno con cui condividere il resto della vita. Ma dieci anni più tardi, la loro storia è giunta al capolinea.
Ora Edwin vive da solo nella casa che un tempo aveva diviso col suo partner. Si occupa di dare nuova vita a vecchi libri e memorie sbiadite, cercando di costruire un futuro coi frammenti del passato.
Ma a un tratto il tempo cambia, e il fiume irrompe nel tranquillo mondo di Edwin, portando con sé Adam Dacre, dell’Agenzia per l’ambiente. Questo sconosciuto dalle mani ruvide e con ai piedi un paio di stivali consunti è un alquanto improbabile cavaliere dalla scintillante armatura, ma lascia intravedere a Edwin la speranza di qualcosa che credeva perduto per sempre.
E quando i due impareranno a conoscersi, lottando contro l’imminente inondazione, Edwin scoprirà che non è possibile proteggersi da ogni cosa… e che a volte non vale nemmeno la pena tentare.

Una storia dal sapore dolce e malinconico. Edwin è un uomo rimasto bloccato nel dolore di un amore finito.

«Non è successo niente……Si è solo… d-disinnamorato di me. O non mi amava più abbastanza. O forse non mi aveva mai amato davvero. O qualcosa del genere. Così è f-finita.»

Edwin non un tipo diffidente o timido come sembra apparire, è semplicemente un uomo insicuro che s’imbarazza e aspetta di poter dire bene le cose prima di parlare, ma pare che la vita va avanti e lui non riesca mai a parlare …. Un animo delicato e sensibile, attento alle parole e al loro valore, un “chirurgo dei libri”
E un giorno accade che la sua vita, la sua routine, il suo dolore stagnante, vengono messi sottosopra dall’alluvione e da un ingegnere civile …..

Quell’uomo meraviglioso, tutto calore e sorrisi e “petalo”, che aspettava sotto la pioggia.

Adam: appassionato e passionale in tutto quello che fa e che ama. Intelligente, generoso e… Niente mi è piaciutissimo.

Era quello che serviva ad Edwin per andare avanti, per lasciare nel passato l’Edwin ferito e disilluso dall’amore e concedersi una nuova possibilità!

«…. a volte l’amore non cambia con te……….Ma devi permettere a qualcuno di innamorarsi della persona che sei adesso, Edwin.»

Della storia ho poi adorato tanto tanto  i titoli con breve nota ad inizio capitoli (è stato come leggere il cuore di Edwin, il mio titolo preferito? “La cucina” , è stato uno dei mille momenti in cui avrei voluto proprio essere dentro il libro ad abbracciarlo) .E tutti I dialoghi tra Edwin&Adam. 

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è Parco giochi 🙂

Precedente Cat Grant Per sempre un marine Successivo Lo Stuzzichino del martedì #43