Nicola Yoon Noi siamo tutto

35263689Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d’aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

L’amore.
L’amore fa impazzire le persone.
E perdere l’amore fa altrettanto

…. Una storia di cui avevo proprio bisogno! (Storia che finisce dritta dritta nello scaffale “da tenere sul comodino”)

C’era una volta Madeline, che soffriva una malattia rara: la scid. Per colpa di questa malattia Madeline non può vivere nel mondo e tutto quello che entra in contatto con lei, a partire dall’aria che respira,deve essere purificato al cento%

Madeline è un po come Rapunzel costretta a vivere chiusa tutta la vita in casa. Tutto il suo mondo sono i libri che legge, la compagnia di sua mamma e quella di Carla la sua infermiera. Un giorno si trasferiscono nuovi vicini (un giorno un bel ragazzo di nero vestito sconvolge i suoi giorni eternamente uguali)
Lei comincia a seguire la loro vita attraverso la finestra. 

Madeline mi ha fatto provare un mix di tenerezza e dispiacere mentre scopre e sperimenta il piacere di chattare, incontrare, desiderare, sognare il vero vivere e non il semplice esistere. Fra le tante cose da sottolineare in questo viaggio

….«La vita è un dono. E tu non devi mai dimenticare di viverla»

Poche parole che sembrano niente di che, un significato che diamo spesso per scontato, e invece racchiudono tanta forza. Madeline ci insegna il coraggio di vivere, il coraggio di rischiare….
Così come Olly ci insegna che anche se una volta hai incontrato l’amore e questo è passato succede qualcosa che ti insegna che c’è una nuova sfumatura che non avevi notato prima , e che forse non avevi capito niente prima ma hai capito tutto ora! 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) Hawaii

I commenti sono chiusi.