Marie Sexton I salvatori di Oestend (Oestend #2)

36330467La vita nella prateria non è mai stata facile, ma ora Oestend stessa sembra determinata ad autodistruggersi.
Esiliato dal BarChi dall’uomo che ama, Dante Pane deve trovare il modo di rimettere in piedi la propria vita e ricucire i brandelli del suo cuore spezzato. Incapace di amare le donne, terrorizzato dall’idea di amare gli uomini, Dante non vuole altro che un po’ di pace.
Ma a Oestend non c’è pace che tenga.
La nuova casa di Dante puzza di morte, l’uomo non riesce a tenere in riga i propri aiutanti, e la nuova cuoca sembra aver preso possesso della sua dimora. Come se non bastasse, strani avvenimenti cominciano a imperversare per la prateria: animali morti, clima impazzito e voci portate dal vento. Dante è determinato a resistere, ma presto gli diventerà chiaro che la posta in gioco è molto più alta del suo ranch. L’intera Oestend è a rischio, a meno che qualcuno non rimetta le cose a posto.
Con l’aiuto dei suoi fedeli aiutanti, Frances e Simon, e gli sforzi di vecchi e nuovi amici, Dante lotterà per la propria vita, la sua casa e il cuore della persona che ama.

Ancora una volta mi stupisco della bravura della Sexton nell’esplorare le varie sfumature dell’amore e della sessualità!

La storia riprende da Dante, che cacciato dal BarChi e dall’uomo che ha sempre amato, deve armarsi di coraggio e ricominciare. Il suo è un percorso in salita che darà molte soddisfazioni a noi che lo leggiamo.

Ma non solo, poichè questa è una storia corale, seguiamo la crescita di Frances (che nel precedente libro appariva come un ragazzo immaturo e debole), scopriamo la storia personale di Simon. Questa coppia ci insegnerà fra le sue tante sfumature l’amore è amicizia e sostegno e conforto e comodità. Quella sfumatura sottile che a pelo sconfina con l’egoismo se non ci si sta attenti, infatti due calci nel culo a Simon li avrei dati anche io al posto di Frances altrochè.
E Cami che ci insegnerà cosa vuol dire essere tutte le sfumature tra il bianco e il nero!

Questa è anche una storia paranormal, quindi accadono cose e l’atmosfera è leggermente cupa. Ma siccome ad ogni male esiste un rimedio, a parte quella scena ammeregana che vede Dante un po Rambo, i nostri amici salveranno davvero Oestend… Tenete presente “i pezzi si uniranno” e non aggiungo altro 😉

Ahhhh e voglio sottolineare pure il valore delle storie, del raccontarle, che le storie servono a ricordare per sempre chi non c’è più perchè non muoia definitivamente! 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) il tè 🙂

Precedente R.J. Scott Per i pomeriggi di pioggia (Tales of the Curious Cookbook) Successivo Recensione Anteprima Tara Lain il fante di cuori spezzati (Love in Laguna #2)