K.C. Wells Il debito

33624083A Mitch Jenkins viene a mancare la terra sotto i piedi quando la relazione di due anni con il suo compagno arriva a una brusca fine. Sono passati due mesi e lui sta ancora soffrendo. Nel tentativo di risollevargli il morale, un collega lo conduce in un club ʻsegretoʼ. Mitch non è minimamente interessato a quei giovani gay che si pavoneggiano, finché non nota in fondo alla sala un ragazzo con il naso infilato in un libro, incurante dell’ambiente circostante. Adesso sì che Mitch è interessato.
Nikko Kurokawa vuole estinguere il proprio debito e andarsene dal Black Lounge. Guadagnarsi la libertà non è un compito semplice, specialmente quando inizia ad attirare l’attenzione. La vita diventa un po’ più facile da sopportare quando conosce Mitch. Lui non è come gli altri uomini che frequentano il club. Mitch lo intriga e riesce a catturare il suo cuore, dandogli il coraggio di affrontare qualsiasi cosa. A breve Nikko sarà fuori di lì, e lui e Mitch potranno capire se esiste un futuro per loro.
Nessuno dei due ha tenuto conto di chi non vuole che Nikko se ne vada…

Di Mitch mi è piaciuto quest suo essere monogamo seriale,di credere/sperare che un giorno troverà l’amore della vita, la sua famiglia (una meraviglia! Mamma&Papà e fratello di Mitch resterete nel mio cuore tutta la vita).
Un lavoro che ama molto, quello di insegnante. Un buon rapporto con i suoi colleghi di lavoro. Lasciato dopo una relazione di due anni, e il motivo per il quale è finita lo lascia insicuro.

Un collega di lavoro, una sera gli dice “ahhhh ma quindi tu mi stai dicendo che non da quando è finita con? A te ci penso io, seguimi!” e lo porta in questo bordello privatissimo,con regole esageratamente privatissime (robe che manco a Quantico mi sa)

Mitch, che è pure un tipetto schizzinoso mica subito si convince, si dice “do un’occhiata e me ne torno dritto a casa”. Si! Solo che poi nota questo ragazzo che con l’ambiente tutto sesso/lussuria/rock and roll non c’azzecca manco pe gnente! Trattasi di Nikko, prostituto di primissimo pelo.

Di Nikko mi è piaciuto il carattere forte ed orgoglioso, il coraggio e la generosità. Tutto per lui nasce da una scelta fatta per aiutare suo fratello nei guai, una scelta incosciente, una scelta che pagherà piuttosto pesantemente.

Della coppia, e della trama anche, mi è piaciuta la nascita di questa storia d’amore. Dove da un lato Mitch è fortemente attratto da questo ragazzo, non solo sessualmente, riesce e vedere oltre le apparenze, capisce subito che in questo caso 2+2 non può fare 4 mai. E dall’altro c’è Nikko che si aggrappa a MItch che per lui diventa una sorta di rifugio sicuro dalla BRUTTURA che sta vivendo

Un passaggio che mi sono sottolineata:

Quei cinque minuti di acqua calda e sapone erano importanti, non solo per pulirsi, ma come un mezzo per spazzare via le macchie sulla sua anima. Quello che lo preoccupava e lo sollevava allo stesso tempo era quanto stesse diventando distaccato. Con il paio di ragazzi con cui aveva avuto una storia, il sesso era sempre stato qualcosa che gli era piaciuto. Che ora riuscisse a spegnersi dentro e dare comunque l’impressione che gli piacesse essere scopato, rendeva il sesso quasi freddo. Probabilmente era una buona cosa, vista la quantità di clienti che stava vedendo ora, ma lo rendeva ansioso.
Cosa succederà se riesco a uscire di qui? Avrò per sempre questa sensazione?
Dio, sperava di no.

Perchè mi sono fatta insieme a lui questa domanda mentre cercavo di immaginare il futuro per questi. Di Nikko quello che è stato costretto a vivere si è intravisto ma senza morbosità,e di contrasto i momenti passati insieme di Nikko&Mitch hanno fatto da perfetto contrasto!
La storia non manca di momenti di leggerezza e di romanticheria.

Secondo il gioco di @anncleireil particolare da non dimenticare: vestaglia 😉

Precedente Lo Stuzzichino del martedì #57 Successivo L.A. Witt Wireless