Felice Stevens I ricordi del cuore (Memories #1)

32864938Spietato, autoritario, un lupo solitario. Tutti termini che i colleghi adoperano per descrivere il dottor Micah Steinberg, futuro primario di chirurgia. Ma quando riceve una lettera da parte di un’amica della nonna, che alloggia presso una residenza assistita, Micah rischia di perdere il controllo sul mondo che ha meticolosamente ordinato.
Josh Rosen aveva tutto dalla vita, finché non ha scoperto che per buona parte si trattava di bugie. Costretto a riconsiderare la propria esistenza, ha rinunciato alla carriera ed è tornato a New York per badare alla sua adorata nonna. Peccato che non abbia messo in conto l’irresistibile attrazione verso un uomo che in superficie sembra incarnare tutto quello che Josh ha scelto di lasciarsi alle spalle.
Costretto ad affrontare i problemi di salute della nonna, Micah instaura con Josh un legame sempre più profondo, un legame che lo aiuta a guarire, che riapre il suo cuore e gli insegna che nella vita non esistono soltanto il lavoro, il controllo e il successo. Josh è altrettanto coinvolto, ma deve ancora rivelare a Micah di non essere quello che sembra.
Quando la lotta per il posto di primario che vorrebbe Micah si fa spietata, Josh vede il suo presente e il suo passato entrare in rotta di collisione. Micah, d’altro canto, deve affrontare il proprio passato per poter vivere senza segreti né rimpianti.
La vita è piena di sorprese, ed entrambi gli uomini impareranno che l’amore arriva, che uno lo voglia o no.

«Sei un brav’uomo. Avrai anche smarrito la via, ma ora hai una nuova famiglia che ti vuole bene e vuole aiutarti.»

Mi sembra giusto,per raccontare di Micah partire proprio da queste parole che gli vengono rivolte.
Si dall’inizio appare come un uomo freddo/arrogante/uno sono meglio io, sono figo io,il mondo fa bene a girare intorno a me. Ma si capisce subito che questo è una corazza, che grattando un po la superficie sotto ci si trova un uomo che ha fame d’amore, che ha bisogno che gli venga insegnato come dare amore …. Che lo “sghiacci”!

E Josh che invece è uno che di amore ne ha PARECCHIO e non si fa nessun problema a desidera (e dare), a sognare cose semplici come una casetta con la staccionata bianca, magari bimi, tutto insieme all’uomo che ama e possibilmente finchè morte non ci separi.
Uno per cui il sesso deve essere accompagnato dalla possibilità che ci sia un dopo, che si possa cominciare un qualcosa.

La loro è un’attrazione fisica immediata, nel quale subito si percepisce che Micah sotto sotto è uno vulnerabile che cerca solo di proteggersi.

Il filo conduttore della storia sono le due nonne dei protagonisti, e mi è piaciuto molto perchè con dolcezza e senza drammoni la storia racconta l’importanza di esserci per quelli che amiamo, racconta di guarigione di un uomo che appunto aveva smarrito la via, racconta di buoni sentimenti e dei piccoli ricordi (della loro importanza) che si costruiscono con piccoli gesti.
Vedere Micah rinascere a vita nuova, imparare a ricevere e dare amore è stato … WAO, un bel percorso.
Nota a margine per le scene sessuali/sensuali belle, sottolineano la personalità e il percorso che entrambi compiono , Micah a rinascere e Josh a guidarlo nella rinascita (non so se ha senso quello che ho scritto? …. Nella mia testa si)

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è pretzel con la senape

Precedente La Pillola #15 Successivo Sandrine Gasq-Dion Alla Luce Della Luna (Assassin/Shifter #3)