Keira Andrews Una nuova vita (Gay Amish Romance #2)

Nella puntata precedente: David&Isaac, due ragazzi amish che si scoprono gay, che s’innamorano, che vivono la loro storia peccaminosa. Una storia che culmina nel finale con una scelta

David arrivò con Kaffi al trotto e gettò a Isaac un cappotto e dei guanti. Gli tese la mano, gli occhi scintillanti. «Pronto?»
Ce ne andiamo.
Per un attimo, Isaac avvertì un’intollerabile stretta al petto. Pensò che avrebbe potuto cadere in ginocchio e mettersi a piangere, oppure correre a casa dove sapeva come comportarsi, anche se era in trappola. Invece gettò la gamba oltre la groppa di Kaffi e strinse le braccia attorno al suo David, sentendosi già più caldo.
Il mondo li stava aspettando.

E adesso ….

35061202Sono fuggiti nel mondo esterno, ma riusciranno a essere veramente liberi?
David e Isaac hanno trovato la felicità tra le braccia l’uno dell’altro. Nella lontana San Francisco, Aaron, il fratello di Isaac, li aiuta a esplorare la confusa vita “inglese” e a lasciarsi alle spalle l’opprimente ombra delle loro radici Amish. Per la prima volta, David e Isaac possono essere apertamente gay, eppure si sforzano di riconciliare la loro sessualità con la loro fede. Almeno non devono nascondere la loro relazione, il che dovrebbe rendere tutto più facile. Giusto?
Ma mentre Isaac frequenta la scuola con profitto e si fa nuovi amici, David deve combattere per scendere a patti con la realtà del mondo esterno. Perseguitato dal senso di colpa per aver abbandonato la madre e le sorelle a Zebulon, viene sopraffatto dalla frenesia della città mentre lavora per far crescere la propria impresa di carpenteria.
Anche se finalmente David e Isaac dormono fianco a fianco ogni notte, la paura e l’insicurezza potrebbero allontanarli moltissimo.

Sin dalle prime righe si capisce il netto contrasto tra la piccola e chiusa, in qualche modo anche protetta comunità, ed il mondo esterno. Sono contenta di aver vissuto il punto di vista di David, perchè questo ha dato una prospettiva più corposa dell’immenso cambiamento che i due ragazzi si ritrovano a vivere. Sin da subito si nota come la “distrazione” sia molto più facile, se prima – per esempio – veniva automatico pregare appena svegli adesso è facile dimenticarlo. Il mondo esterno è un mondo di possibilità da esplorare, di cose da fare. Sembra così scontato per noi uscire e andare a comprare il pane, mentre per David&Isaac risulta un’avventura pazzesca.

Mentre Isaac, per quanto magari spaventato, si butta nel mare di possibilità e decide di andare a scuola/di imparare/di vedere che altro può fare oltre al falegname, David invece è molto chiuso in se stesso. Si lacera nei sensi di colpa, incapace di liberarsene. David è incapace di “perdonarsi”.

Aggiungeteci poi che scrivendo a casa le lettere che ricevono dai genitori parlano solo di “peccato, tornate a casa, niente paradiso per i figli disobbedienti…” ecc ecc, il fatto di non poter confidare alla famiglia la vera natura del loro rapporto non è altro che un peso in più sul cuore.

L’autrice si prende il tempo giusto per raccontarci il disagio emotivo di David a vivere nel mondo esterno, il tempo che scorre più velocemente e la sensazione continua di restare indietro, la sconvolgente sensazione di vedere (oltre che saperlo per sentito dire) che al mondo ci sono altri uomini che amano uomini, che si scambiano gesti intimi come un bacio, e che quindi non sono soli e nemmeno anormali…… E poi la mancanza di comunicazione che porta a problemi di coppia. Tutto fino al finale in cui i castelli di carte crollano, e in cui c’è bisogno urgente di ritornare a casa  dalla famiglia. 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire)
il locale Volume

Fangirday #11 (cose)

“Ciao Bellissimo” (si si mi piace proprio iniziare un post così …. Il mio adoratissimo Ty Smiling Face With Heart-Eyes on Google Android O Beta)

Mi ritrovai oggi pomeriggio a vagare per selva oscura ciarlando di molta roba con Iss O Pupaz. Se state pensando che ho cercato di farle sganciare spoiler sul mio argomento/ossessione preferitissimo, bravissimi avete indovinato! (Ma tanto lei sta più muta di un pesce senza le corde vocali….)

Ci siamo dette perchè non scriviamo un post lista cartopazzoso per il blog? Così una lista di robe a random per chiacchierare/sproloquiare. Per esempio:

Missing Moment perché manca la scena di Ty e Nick con il kilt, perchè??? (io qui lo scrivo e qui non lo cancello sarei disposta a pagare in oro 24 carati per questo. Certo vorrei anche il dietro le quinte e… Cornamuse?? Oddio mo me viè in mente il principe della collina di Candy Candy. E poi vogliamo mettercelo un giro nel trenino dei pensieri di Zane alla visione di Ty col kilt? Secondo me è un trenino che collassa …..

Cross Over Ty che incontra i teriani felini (a Iss O Pupaz potrebbero essere scappate frasi compromettenti di una tigre {Hobbs} che tira fuori la lingua e slurpa Ty!)

Una Playlist che ho scoperto di recente, e che vi consiglio perchè i primi due video m’hanno fatto schiattà dalle risate: I Riassunti di Lady Oscar
Invece se vi devo fare la recensione del te Mango&Vaniglia, che m’ha portato Gigia quando mi è venuta a trovare, vi dico
Scusa Gigia mia …..

E perchè poi ancora non è uscito in italiano Never Judge a Lady by Her Cover (The Rules of Scoundrels #4)? Che Gigia lo aspetta, ed un history e lei il genere non lo vuole mai leggere e quelle volte che la convinco è solo perché la minaccio e torturo con convinzione?
Intanto metto il lista di recupero Una verità per il duca (The Rules of Scoundrels #3), perchè non si dica che non ho buone intenzioni e proprositi.
Comunque si sa che stasera finalmente c’è l’ultima puntata di Tonino Fortebracci e poi grazie a Dio chiudiamo tutto Maria; e signori miei se c’è in progetto un tf di Navy Seal io me lo annoto e poi lo devo vedere (Cara Masha.gif e Gigia state col culo pronto sul divano perché voi sarete con me durante la visione! E non acetto un no come risposta)

Infine s’è fatta na certa e io dovrei andare a preparare cena,perciò vi saluto con

“Isaac gli sorrise dolcemente. << immagino che non sia più sbagliato delle altre cose che abbiamo fatto. Adesso, devo solo ricordare quello che ha detto Aaron sul …aspetta>>”

che il punto dove sono arrivata con il libro in lettura al momento “Una nuova vita” di Keira Andrews, e perché gli Amish non portano le mutande???Thinking Face on Google Android O Beta …. E su questa domandona, se qualcuno sa mi dica, noi ci si legge alla prossimaImmagine di gif

Recensione Anteprima Abigail Roux Goie e dolori (Cut & Run #8)

35107957 Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.
Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.
Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.

Primo: questo ottavo libro per quel che mi riguarda viene catalogato sullo scaffale “robe che non si superano”, a cominciare da

guardò Zane negli occhi e fece un gran sorriso. Gli prese il volto tra le mani. «Ciao, bellissimo.»

Li avevamo lasciati con un colpo di scena cattivissimo: Ty richiamato in servizio dai Marines. Sono passati sei mesi da allora e questo riprende dal momento in cui i Sidewinder rientrano a casa.

Secondo: mi è piaciuto come la Roux ha fatto evolvere ancora Ty&Zane e il loro rapporto:

Invece sospirò. «Prima… prima dobbiamo imparare di nuovo a conoscerci.

(Nella mia testa Ty&Zane e il loro amore sono diventati un po come i pokemon, in continua evoluzione😂)

Zane sin dalle prime righe conquista in scioltezza. Si legge questo suo senso di leggerezza interiore, finalmente è venuta fuori completamente tutta la sua vera forza. La fenice è rinata dalle sue ceneri! (Bravo lui, applaudo con molto orgoglio!!!)
Ty che una volta archiviata la sua vita militare deve…. ritrovarsi. Visto con gli occhi di Zane mi sono sottolineata:

Non poté fare a meno di chiedersi quanto di Ty non sarebbe più stato lo stesso, dopo l’ultimo anno. Erano andate perdute così tante cose. Ogni volta che sembrava recuperare un pezzo di sé….Zane si sentiva come se gli venisse tolto un peso dal cuore.

Fin dal suo ritorno a casa, Ty era sempre stato sulle spine, sempre in lotta con se stesso per mantenere il controllo. Magari aveva semplicemente bisogno di lasciarsi andare.

Man mano che si sviluppa il corso di questa avventura deve anche cominciare a fare i conti con le scelte che ha fatto in passato, e che giustamente cominciano a chiedere il conto.

Terzo: La Scozia, meraviglia per me che ho sempre adorato questo tipo di ambientazione, un po meno per il povero Nick che da bravo irlandese me le ha frantumate con il suo

«Morirò in Scozia,» sussurrò Nick.

Il rapporto di amicizia tra Nick e Ty, è come una casa che poggia su fondamenta che vanno assolutamente ristrutturate. Mi ha dato tristezza un po, proprio come a Zane, notare che non era tutto così forte come in apparenza si vede. Si capisce del carattere di Nick che è uno di quelli che assorbe all’infinito, che perchè vuole bene nasconde sotto il tappeto e va avanti, ma poi quando sbotta fa male e picchia duro! La loro amicizia è qualcosa di bellissimo ed io ci spero che riescano a salvarla nel modo giusto!

Il modo in cui Zane lavora con Nick, potrei essere leggermente favorevole alla possibilità di una ship che non sognavo nemmeno e invece mi accorgo che tanto male non è, e con Kelly. Tutta la parte investigativa che un po mi ha fatto pensare ad un gioco, tipo di quelli che la gente per il fine settimana va a giocare a fare Sherlock. Comunque gioco si/gioco no, secondo me ci stanno indizi che nel prossimo libro ci torneranno utili. (Iss O Pupaz non sgancia una parola che sia una… muta sta 🙂 )

Non mancano momenti in cui ci si scioglie di tenerezza epica (ci sono cose che dopo averle lette continua a pensare “come lo supero questo?? Cooomeeee”), e oltre al morto (Ty&Zane e la vacanza … Un flagello alla “Attila dove passo io ecc ecc” 😂), ed altri che scappa qualche risata. 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) una piccola scatola nera con un fiocco bianco 😍😍😍

Susan Moretto Vivi

34682581La vita di Cam si è fermata quattro anni prima, quando gli è stata comunicata la morte di suo marito Jack durante una missione in Iraq. Rimasto solo con la loro figlia Cassie e ridotto a un guscio vuoto, Cam si limita a esistere.
La vita di Jamie, invece, è in pausa da quando suo fratello maggiore Jack si è innamorato di Cam, con cui ha costruito una famiglia. Deciso a metterci una pietra sopra, per dieci anni è stato il cognato e il fratellino perfetti.
Ma quando si rende conto che Cam si limita a sopravvivere, fa letteralmente di tutto per riportarlo alla vita. Anche se questo significa fare a pezzi il proprio cuore e ciò che resta della sua famiglia…

A) Complimenti sempre allo stile della Moretto, che ancora una volta non mi delude. In questo caso alternare il presente della storia attraverso gli occhi di Cam, e il passato con la voce di Jamie (questo ha dato spessore al personaggio)
B) Ci sono madri che sono l’AGGHIACCIO totale! (e quando ricoprono il ruolo di suocere poi sono più che altro un palo arrugginito infilato su per il cul… emh emh
C) Cam che da quando è rimasto vedovo rimane bloccato emotivamente. Diciamolo che suo marito non è che era tutto sto principe azzurro secondo me, però Cam lo amava quindi oh contento lui.Non vi racconterò nulla della loro storia perchè secondo me è meglio che la scoprite leggendo. É stato interessante seguire io suo percorso di “scongelamento”
D) Jamie, il suo personaggio mi ha catturato molto più di Cam lo ammetto. Io l’ho trovato emotivamente più “forte”, perchè vi assicuro che non lasciarsi abbattere dalla vita nonostante la mancanza di amore di Crudelia non è roba da poco. Nonostante in apparenza esso appaia come un bamboccetto, non lo è per nulla! In questo passaggio 

«……. Cam, ma ama! Se non vuoi amare qualcun altro, ama almeno te stesso e vivi.»

m’è presa secca la voglia di abbracciare Jamie e non lasciarlo andare più. (In altri due punti di più, ma non vi dico quali perchè sono sicura che leggendo lo capirete solo 🙂 )
E) Alla fine è la breve storia di due anime che si trovano lungo il cammino della vita, si prendono per mano e proseguono insieme a dispetto di tutto. Storia di due anime che si “scongelano” e scelgono di vivere veramente! 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire)

«Se tu potessi avere un’unica cosa. Proprio qui.
Proprio adesso. Puoi ottenere qualsiasi cosa tu voglia, Cam, senza che nessuno possa fermarti. Cosa desidereresti?»

Leah Weston Oscar, canaglia dal cuore tenero

34736947Cosa fare quando il tuo amato cane ti rende la vita impossibile?
Chris non sa più che direzione prendere ed è quasi rassegnato, ma sarà proprio il suo pit bull Oscar a sorprenderlo, stravolgendogli l’esistenza.
Tra disastri, rovinosi appuntamenti e un pizzico di surrealismo Chris e Oscar si avventureranno alla ricerca dell’amore.

Oscar, adorabile cagnetto, una piccola canaglia, un birbantello pieno di energie, la cui missione nella vita è quella di trovare l’amore al suo padrone

Mai un cane aveva faticato così tanto per far felice il suo padrone. Non poteva capitarmi un umano autosufficiente, in particolar modo nelle faccende amorose?

Chris, quest’adorabile ragazzo timido/chiuso/esperto in pensieri negativi, con questa “nuvoletta fantozziana” che lo segue come stile di vita

ma non era un appuntamento. Forse l’inizio di un’amicizia, perciò perché agitarmi tanto? Ero così solo che anche la semplice prospettiva di avere un amico mi destabilizzava a quel modo? Probabilmente sì.
I miei genitori abitavano in un altro Stato, i pochi amici d’infanzia e di scuola li avevo persi nel tempo, come succede spesso, ed essermi trasferito tre anni prima in una cittadina in cui non conoscevo nessuno non aveva di certo aiutato la mia vita sociale.

Sarò sincera in genere i film dove gli animali sono tipo i protagonisti li evito senza rimorso, non è il genere mio ecco. Invece leggere questa novella è stato molto molto piacevole. Una bella commedia con una bella spruzzata di zucchero. 

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire): le chiavi della macchina 😉

Anteprima Recensione Charlie Cochet Quando tutto crolla (THIRDS #4)

34804868A seguito di un attacco da parte della Coalizione, il team leader dei THIRDS, Sloane Brodie, rimane seriamente ferito, e Dexter J. Daley giura che Beck Hogan pagherà per ciò che ha fatto. Ma i piani di vendetta di Dex hanno vita breve. Con Ash ancora in congedo per via delle ferite riportate, Sloane in ospedale e la Destructive Delta nel mirino della Coalizione, il tenente Sparks non vuole rischiare. La squadra di Dex viene tolta dal caso e le indagini passate a un altro team leader: Sebastian Hobbs.
Dex si rifiuta di farsi da parte mentre un’altra squadra dà la caccia a Hogan, e così decide di mettere a frutto le sue capacità di detective per trovare Hogan prima della Theta Destructive, costi quel che costi.
Con una lunga e dolorosa convalescenza davanti a sé, l’ultima cosa di cui Sloane ha bisogno è che il suo compagno se ne vada in giro a fare ricerche in città, specialmente se le sue bugie – anche se a fin di bene – iniziano a sfuggirgli di mano. Sloane conosce fin troppo bene il desiderio di vendetta, ma ci sono cose più importanti, come l’uomo che ha giurato di stagli accanto.
Quando Dex si avvierà verso un sentiero oscuro, sarà compito di Sloane mostrargli cosa c’è in gioco e dare finalmente un nome a ciò che ha nel proprio cuore.

Prima di tutto il sottofondo musicale delle mie giornate, da sabato, è ZZ Top – Rough Boy (Calvin&Hobbs ….e Dex, Addio !)

Ero rimasta “appesa” al finale da panico del terzo libro, la storia riprende da li. Sloane, in seguito all’esplosione deve rimane gravemente ferito, viene trasportato all’ospedale, lo seguono Ash&Dex.
Mi è piaciuto moltissimo della storia la nuova sfaccettatura di Dex, che non è solo il pagliaccio della classe.  É anche maledettamente bravo nel suo lavoro, è un uomo che non è mai venuto a patti con il fatto che gli assassini dei suoi genitori non sono mai stati presi, è un uomo che si da anima e cuore per proteggere le persone che ama. E fa casino perchè nella sua folle ossessione allontana tutti. Il rapporto tra Dex&Sloane lo riassumo in questi due passaggi:

Per la prima volta nella sua vita, aveva completamente perso la testa per un uomo. Ma d’altro canto Sloane Brodie non era un uomo qualsiasi. Era il furore del tuono e una dolce brezza d’estate. Appassionato, complicato e intenso. Misterioso e pensieroso. Faceva ridere Dex, lo faceva supplicare e desiderare di urlare. Poteva spezzargli il cuore con uno sguardo, metterlo in ginocchio con un sussurro. Era terrificante ed esilarante….

«Te l’ho detto che ti amo?»
«Non mi dispiacerebbe sentirlo di nuovo,» lo stuzzicò lui, lasciandogli andare il braccio e ricambiando il bacio.
«Ti amo.»
Sloane fece la sua miglior imitazione di Han Solo. «Lo so.»
«Che stronzo,» rise Dex. «Andiamo.»
«Okay.» Sloane si fece serio. «Tu… mi piaci un po’. A volte.» Dex premette insieme le labbra per cercare di non ridere. Scosse la testa. «No? Okay, che ne dici di: mi piaci, ma tanto. Mi fai sentire come se dentro i miei pantaloni ci fosse una festa.» Dex scoppiò a ridere. «Oh, mio Dio, di cosa ti sei fatto? Sono le medicine che ti fanno parlare così? Sono quelle, vero?»
«Non ne ho idea. No, non sono le medicine.» Attirò a sé il suo compagno e gli mise una mano sulla guancia. «Io ti amo.» Se bastavano quelle tre piccole parole per far sorridere Dex in quella maniera, non avrebbe mai smesso di dirle.

Questo quarto capitolo ha più il sapore della riflessione e della crescita. E poi Ash a sto giro mi ha messo ai suoi piedi ,il rapporto tra Ash&Cael, Clavin&Hobbs , la Destructive Delta e il senso di famiglia! Una nota a margine per Austen che mi piace da morire! E devo ammettere che ho avuto un po la mancanza di Dex buffoncello, e mi sono resa conto di questa mancanza sul capitolo finale….. Definitivamente ADORO questa serie, la ADORO!!!

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire): divisa da infermiere in latex bianco 

#Random 15 (lista)

1) Per esempio sta svolta

Hermione. Corse da Ron, lo abbracciò e lo baciò sulla bocca. Ron gettò via le zanne e il manico di scopa e rispose con tanto entusiasmo che sollevò Hermione da terra

Non l’accetterò mai e poi mai!!! (Dovrò sedermi con calma, carta e penna alla mano, segnarmi tutti i miei #Topmoment della saga!)

2) Stasera avevo programmato di vedere il film su canale 5, quello li con l’attore figo che mi piace, Russell Crowe. Alla fine la televisione è spenta 🙂

3)  (tisana biancospino, camomilla,menta. Buona per carità ma ogni volta all’ultimo sorso mi lascia sempre morta di sete)
(in lettura “Stelle&Strisce”. Perchè ci sono tunnel che sono come la copertina di Linus, e esistono momenti in cui si ha bisogno solo di comfort)

4) Domani devo mettermi d’impegno e sistemarmi il calendario delle uscite di Aprile. (Che poi a Marzo non mi ricordo se l’ho fatto … Marzo è volato via disorganizzato mi sa, ed io manco c’ho fatto caso)

5) A proposito di uscite una che ho letto fresca fresca dalla regia

Data di pubblicazione: 10 Aprile (Qui tutte le notizie del caso)

6) A proposito di copertina di Linus, la mia playlist su Spotify al momento

Charlie Cochet Verso La Rovina (THIRDS #3)

33380355Le strade di New York sono piu pericolose che mai a causa della guerra tra l’Ordine di Adrastea, rimasto senza un leader, e la Coalizione Ikelos, un nuovo gruppo teriano comparso da poco. Dei civili innocenti rimangono coinvolti nel fuoco incrociato, e anche se i THIRDS arrestano sempre piu membri dell’Ordine, nella speranza di impedire al pericoloso gruppo di riorganizzarsi, i membri della Coalizione continuano a scappare e a creare scompiglio nel nome della giustizia da vigilanti. Peggio ancora, qualcuno all’interno dei THIRDS sta fornendo informazioni alla Coalizione. Tocca alla Destructive Delta trovare la talpa e mettere fine alla guerra prima che qualcun altro rimanga ferito. Ma per portare a termine la missione, il gruppo dovra affrontare le conseguenze delle esplosioni al Centro Giovanile Teriano. Una schermaglia con i membri della Coalizione porta l’agente Dexter J.Daley a fare una scoperta scioccante, e all’improvviso appare chiaro che quell’ondata di violenza non e poi tanto casuale: c’e sotto piu di quanto Dex e Sloane pensavano all’inizio. Il loro rapporto impetuoso viene messo alla prova e, mentre il caso subisce una svolta esplosiva, Dex e Sloane rischiano di perdere molto piu della loro relazione.”

Son passati buoni buoni un paio di giorni da che ho finito questo capitolo della serie. E continuo a ripetermi in loop: A) Perchè ho aspettato tanto a leggere? (da Novembre 2016 che sta in attesa). Perchè sono cretina ovvio!
B) MENO MALE che l’ho letto solo ora, che al seguito manca pochissimo. Anche perchè il finale mi ha lasciata così:

e null

In questo terzo appuntamento risate

Sloane osservò con sentimenti contrastanti l’ultimo oggetto arrivato sulla scrivania del partner. Era una tazza da caffè. Dato che si trattava di Dex, non poteva essere una tazza classica. C’era disegnato un omino stilizzato che saltava di gioia, sullo sfondo di una giornata soleggiata. Sloane lesse ad alta voce la scritta nera sotto il disegno, senza l’entusiasmo che suggeriva il punto esclamativo. «Oggi ho fatto la cacca.» Dex sorrise mentre digitava sull’interfaccia della sua scrivania. «Che coincidenza. Anche io.»
«Leggevo la tua tazza, saputello.» Si pentì subito di avere aperto bocca. La discussione avrebbe preso delle pieghe imbarazzanti. Già lo sapeva. «Allora non l’hai fatta oggi?»
«Non ho intenzione di discutere dei miei movimenti intestinali con te.» Appunto. Pieghe imbarazzanti. Il sorriso non lasciò mai il volto di Dex, nonostante tenesse la sua attenzione sul suo rapporto. «Non credi che la nostra relazione abbia raggiunto quello stadio?»
«Non so di che stadio tu stia parlando, ma non ho alcuna intenzione di raggiungerlo, mai.» C’erano dei fluidi corporei con cui non era a suo agio…..Dex gli fece un cenno secco con la testa. «Non si parla di cacca. Capito.» Stavano ancora parlando di quello? «Smetti di dire quella parola.»
«Che parola?»
«Cacca.»

 La relazione tra Dex&Sloane procede

«Comunque, stavo pensando che forse potremmo… smettere di usare i preservativi.» Dex si preparò mentalmente. Ci fu una lunga pausa e poi sentì Sloane emettere un respiro tremante. Accidenti. Avrebbe dovuto saperlo che era troppo presto. Solo perché facevano sesso divinamente e Sloane sembrava felice di assecondare la maggior parte delle sue idee folli non significava che fosse pronto a… «Okay.»
«Aspetta. Cosa?» Dex abbassò lo sguardo sugli occhi color ambra di Sloane. «Sul serio?»
«Abbiamo entrambi un certificato di buona salute, facciamo i test ogni tre mesi, non scopiamo in giro con altre persone, quindi perché no?» Sloane gli sorrise ma Dex non se la beveva. Vedeva quanto era nervoso. Ma capiva anche quanto Sloane desiderasse farlo per il bene della coppia e Dex non prese quel gesto alla leggera.
«Wow.» Sloane piegò la testa da un lato, studiandolo. «Pensavi che mi sarei spaventato?» Dex sentì la sua faccia andare in fiamme. «Onestamente? Sì.»

Poco più avanti non vi posso spoilerare che Sloane fa … le fusa. Opsss l’ho detto! 😉
Anche se nel momento in cui Dex inavvertitamente rivela più del dovuto Sloane d’impatto se la fila! 

Ash, che in questa parte della storia cammina sulla linea. Apparentemente e con fatti&parole sembra affermare la stronzaggine tipica del cattivo di turno. Ma poi ha degli sprazzi di comportamenti che una si dice “Ash Ash c’è del marcio da qualche parte …. ma non è marcio come sembra.”
Inoltre sapere la sua storia mi ha fatto venire voglia di coccolarlo un po. Per questo dico Cael asfaltalo senza pietà!!!
Si cominciano a vedere meglio le storyline  degli altri personaggi. Sono curiosa da morire della storia tra Seb e Hudson, ho cercato di farmi dire qualcosa di succoso da Iss O Pupazz, ma è taccagna di spoiler, non mi dice nullaaaa!
Belle le scene d’azione e quelle erotiche. Bello tutto, però … Io devo sapere DEVO. Meno male che manca poco al quarto libro 🙂

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) un piccolo sacchettino di velluto 🙂

 

Recensione Anteprima Marie Sexton Quasi normale (Wrench Wars #2)

Secondo appuntamento con gli “assi dei motori”, Questa volta firmato dalla Sexton  (Il primo era L.A. Witt Meccanici alla prova Wrench Wars #1), il reality show sul mondo delle officine!

34460743Che cosa è considerato “normale”?
Quando Brandon Kenner si presenta all’officina dove lavora Kasey Ralston con una Chevrolet Chevelle SS 454 del 1970, Kasey perde la testa sia per l’uomo che per la macchina. Ma Kasey nasconde un segreto imbarazzante: la sua passione per le vecchie muscle car va oltre ciò che viene considerato normale. La sua bizzarra fissazione lo ha portato a isolarsi: dalla famiglia, che lo ha estraniato, e dai colleghi, dai quali si tiene alla larga.
Ma quando Brandon scopre il segreto del bel meccanico, non ne resta affatto disgustato, anzi. Trova che Kasey sia intrigante ed è deciso ad averlo tutto per sé.
Tutto di Brandon sembra mandare su di giri il motore di Kasey, che di certo non disdegna l’idea di sporcarsi le mani con un uomo così affascinante. Ma Kasey è preoccupato di ciò che accadrà dopo: ci sarà un futuro per loro due? Anche se in passato tutte le sue speranze per una relazione a lungo termine sono state deluse, non può fare a meno di sognare che, nonostante la propria mania, Brandon sarà l’eccezione.

Solo 4 capitoli, e la storia risulta un puro concentrato di erotismo in cui il protagonista che si racconta, Kasey, è perfettamente caratterizzato! (Poi oh come racconta “certe fisse” la Sexton c’è solo da innamorarsene!)

Kasey è questo giovane meccanico, che lavora nella parte “no telecamere” di questa famosa officina protagonista del reality show. E’ socialmente “disadattato”, molto chiuso in se stesso, non ha amici, non fa vita sociale, non ha rapporti familiari. C’è un motivo per tutto questo, infatti rimasto orfano da piccolo di madre è cresciuto solo con tre fratelli più grandi e un padre che lo hanno sempre emarginato ed abbandonato a se stesso. Di qui nasce la sua piccola “perversione” per le muscle car, ignorando cosa fossero sono andata a wikipediare.

suo padre era stato un collezionista ma la sua collezione era un’accozzaglia di rottami, ammucchiati sull’erba del giardino dietro casa; molti avevano blocchi di cemento al posto delle ruote. Era stato nei loro interni scuri e ammuffiti che era nato il segreto perverso di Kasey. Ma molte delle auto di suo padre nemmeno funzionavano…..

Kasey adolescente ci passava interi pomeriggi in quelle auto,alla scoperta del sesso, e solo e soltanto li si sentiva veramente e completamente libero di essere se se stesso! Questo con il tempo l’ha convinto di non essere normale.

Un giorno in officina si presenta sto gran figaccione della miseria a bordo di questa Chevrolet Chevelle SS 454 del 1970 che scopre subito il segreto di Kasey e ne resta piacevolmente incuriosito. Brandon, il figaccione proprietario dell’auto, decide che vale la pena dare la caccia a Kasey e gli dice “goditela la macchina in tutti i modi possibili”.

Le scene erotiche sono molto belle e ben descritte, inoltre mi è molto piaciuto il percorso emotivo di Kasey. La sua paura di non essere normale, la sua timidezza e la sua mancanza di fiducia in se stesso da fargli pensare “ma questo che ci vede proprio in me? Bah….”

“Non posso.” Scosse la testa. “Non capisco che cosa vuoi da me.” Non era propriamente vero. Sapeva che cosa voleva Brandon. Quello che non capiva era perché Brandon lo volesse proprio da lui. Era un uomo affascinante e sicuro di sé, ben istruito. Era tutto ciò che Kasey non era.

E poi tutte quelle domande e titubanze del tipo: si vabè è solo una scopata? Sono solo una tacca sulla cintura delle conquiste? Cosa devo aspettarmi dal domani?….
Un percorso quello che fa insieme a Brandon che pian piano lo aiuta ad accettarsi, che chissene se è normale o forse no, che niente gli impedisce di avere amici, e magari di riallacciare vecchi rapporti perduti, e pian poano la paura del domani passa.  Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) spazzolino 🙂

Keira Andrews Una passione proibita (Gay Amish Romance #1)

34053032Quando due giovani uomini Amish scoprono l’amore, rischieranno di perdere tutto?
In un mondo in cui ogni dettaglio – persino l’ampiezza della tesa del cappello – è dettato da Dio e dalle onnipotenti regole della comunità, due uomini osano immaginare una vita diversa.

All’età di diciotto anni, Isaac Byler conosce poco il mondo al di fuori del rigido insediamento Amish di Zebulon, Minnesota, dove non esiste alcun rumprsinga che gli permetta di varcare i limiti di quella ristretta realtà. Isaac sa che presto dovrà ufficialmente unirsi alla chiesa e trovare una moglie, ma desidera ardentemente qualcos’altro… un qualcosa che non può nominare.
Lasciato da solo a mantenere sua madre e le sue sorelle dopo un’oscura tragedia, il carpentiere David Lantz non può più rimandare la sua aggregazione alla chiesa. Ma quando prende Isaac come apprendista, la loro attrazione cresce tra il sudore e la segatura. David condivide i suoi segreti peccaminosi, e lui e Isaac faticano a riconciliare i loro scioccanti desideri col loro impegno verso la fede, la famiglia e la comunità.
Adesso che si sono incontrati, sono disposti a perdere tutto quanto?

Sono stata molto curiosa di questa storia appena letta la trama. Le mie aspettative non sono state affatto deluse!

Premetto che la mia conoscenza degli amish è molto molto scarsa, e che una volta finito leggere questa storia sono andata un po a gugolare. Questa premessa perchè sin dalle prime righe, nonostante la mia ignoranza, non ho avuto nessun problema ad immergermi nella mentalità di questa comunità religiosa, non ho avuto problemi a vedere le cose con gli occhi di un giovane amish.

Isaac è un giovane pronto ad iniziare il suo cammino per diventare un membro attivo della comunità: essere battezzato, sposarsi, fare figli, imparare un mestiere. Isaac non si sente uguale ai suoi coetanei, a lui l’idea di sposarsi non interessa ….  É andando a lavorare con David Lantz, per il quale prova un “peccaminoso” desiderio, che finalmente tutto di se stesso andrà al suo posto! Non solo imparerà il suo mestiere preferito, intagliare il legno, ma scoprirà di non essere solo, che esiste qualcuno che prova i suoi stessi desideri.

David ha la responsabilità di dover badare alle sue sorelle e a sua madre, è un solitario, è in “ritardo” sul suo cammino per unirsi alla chiesa, su di lui e sulla sua famiglia il peso di una precedente tragedia che ha sconvolto e addolorato la comunità. 
Pur considerandolo un gravissimo peccato i due giovani non riescono a resistere a questa attrazione e incominciano questa relazione. Non solo esplorando la loro sessualità (scene dolci e appassionate), ma anche attraverso le loro chiacchierate, si raccontano dubbi/domande

«Se il mondo moderno è tanto malvagio, perché Dio lo ha creato? Se Dio ha fatto la Terra e gli esseri umani in una settimana, non aveva stabilito anche questo? Se torniamo indietro a quando Gesù è nato, il mondo era completamente differente. È cresciuto e cambiato in moltissimi modi. Ma per noi, è come se tutto si fosse fermato all’Ottocento. Perché? Che cosa è cambiato, che cosa ha reso tutte le invenzioni e i progressi successivi tanto peccaminosi e sbagliati? Perché siamo bloccati nel passato, Isaac?»
«Non lo so.» Leccandosi le labbra, David si mise a sedere più dritto, parlando a voce più alta. «E ogni comunità ha il proprio Ordnung. Noi pensiamo di essere migliori degli Amish del Vecchio Ordine e loro ci guardano dall’alto in basso perché siamo troppo primitivi. E disprezziamo tutti i Menoniti, per non parlare degli Inglesi. Ma Dio non ci ha creati tutti uguali?»

speranze/fantasticherie … Mi sono piaciuti molto! Isaac è quello più forte, pronto al primo passo (nonostante le paure), mentre David si lascia abbattere dai suoi tormenti interiori, dal peso delle sue responsabilità.

Questo primo libro finisce con un nuovo inizio, trattasi di una trilogia, ed io sono curiosa di vedere come proseguirà il cammino di Isaac&David

Il particolare da non dimenticare (secondo il gioco ideato da @anncleire) treni 🙂