Brad Boney Il nulla di Ben

“Non c’è niente di rotto che non si possa aggiustare.”

25166911

Ben Walsh sta per diventare uno dei migliori avvocati di Manhattan; ha un fidanzato meraviglioso e amici nell’élite della città. La sua vita è perfetta, finché una telefonata non distrugge tutto: un incidente d’auto porta via tragicamente i suoi genitori e ora deve tornare a Austin per crescere tre fratelli adolescenti che conosce a malapena.
Durante il funerale, Ben incontra Travis Atwood, il vicino di casa dalla parlata texana e dal cuore d’oro. All’inizio, il loro rapporto passa momenti di alti e bassi, tra discussioni e flirt, ma quando il peso della responsabilità comincia a gravare su Ben, si appoggia immediatamente a Travis, e la pressione modella la loro amicizia in qualcosa che somiglia molto all’amore. Ben pensa di aver trovato una soluzione per riavere, oltre alla sua vecchia vita, la sua nuova vita e Travis, ma deve rendersi conto che l’amore non è sempre facile. Riuscirà a capire che un’esperienza orribile potrebbe farlo giungere alla meta a cui era destinato?

Allora ammetto che il mio giudizio sulla storia è falsato un pò dalle mie distrazioni mentali. Una storia bella ma che non mi ha preso tanto, e quando succede ho sempre il dispiacere di aver perduto una bella occasione …. perciò mi riprometto di rileggerlo in un secondo momento!

Cosa mi è piaciuto?

Di sicuro il fatto che racconta un percorso di crescita e maturazione da parte di Ben, giovane avvocato di grido/fidanzato ad un tipo meraviglioso/ di base dal carattere stronzo ed egoista!
Con la morte dei genitori deve rifare i conti con se stesso, deve riordinare le sue priorità, deve assumersi la responsabilità dei suoi fratelli più piccoli. Mi piace il fatto che Ben sbaglia e cade e si rialza di volta in volta più consapevole e maturo.

Mi è piaciuto tanto Travis, ragazzo dal cuore bellissimo malgrado un’infanzia non proprio idilliaca. Travis eterosessuale, che attraversa un momento di confusione e poi sceglie che la cosa più importante di tutte è l’amore, e così si dona corpo e cuore (con un tocco di fanciullezza nel viversela che mi ha fatto piacere leggere!)
Travis che si ritrova a soffrire un certo complesso d’inferiorità rispetto a Ben e che decide di fare qualcosa per se stesso!

Di questa storia mi è piaciuto Quentin, il fratello secondo genito di Ben. Per la sua rabbia nei confronti di un fratello “fantasma” , per avergli dato una possibilità di riscatto. Perchè è un’anima saggia.

Mi è piaciuto il fatto che l’amore non è solo una passeggiata “fra le verdi frasche al fresco…”, ma un cammino dove si inciampa e si cade, e poi ci si rialza a volte da soli altre accettando una mano.

il particolare da non dimenticare, il gioco ideato da @anncleire  http://pleaseanotherbook.tumblr.com/Una mappa dell’Alaska!

Risulta infine che la storia merita comunque di essere letta, e che se io nei suoi confronti resto “fredda” è solo perchè ….. lo ribadisco son distratta da altre cose!

Precedente I still haven’t read #30 Successivo Anteprima Recensione: Susan Laine Il suono dell'amore (Senses and Sensations #1)