Alexis Hall Glitterland (Glitterland #1)

25975309 L’universo è una palla stroboscopica che tengo nel palmo della mano.
Ash Winters, ex giovane promessa della scena letteraria britannica e ora scrittore cronicamente depresso di romanzi pulp, ha rinunciato all’amore, alla speranza, alla felicità e soprattutto a se stesso. Trascorre la vita nell’attesa della successiva ricaduta, tormentato dal fantasma delle aspettative altrui.
Poi, un incontro casuale a una festa di addio al celibato lo getta tra le braccia di Darian Taylor, un aspirante modello dell’Essex che vive in un mondo fatto di gel per capelli, abbronzature artificiali e sfilate. Per sua stessa ammissione, Darian non è certo un campione d’intelligenza, ma sa preparare un eccellente pasticcio di carne e riesce a far ridere Ash, ricordandogli cosa significa travalicare gli opprimenti confini imposti dall’ansia.
Ma Ash vive all’ombra di se stesso da così tanto tempo che non è capace di vedere la luce oltre lo scintillio. Può un uomo che non ha fiducia in se stesso credere nella felicità? E come può un uomo che non crede nella felicità lottare per ottenere la propria?

…..Declassato da una prima persona a una terza. Da soggetto a oggetto. Stavo scomparendo nelle frasi della gente. Avrei voluto parlare, ma non osai. Non sapevo come sarebbe potuta andare. Se la mia voce si sarebbe spezzata. Se ciò che avrei detto avrebbe avuto senso. Se avevo ancora il diritto di volere qualcosa. Dopotutto, che poteva farsene una persona sana delle parole di un matto?…..

Mi sentivo sottile come carta velina e completamente privo di corpo. A brandelli. …..Se solo fossi stato capace di sfuggire anche da me stesso. Magari non sarebbe stato così tremendo sparire del tutto, galleggiare via in mille frammenti sotto la luna, come fili di un merletto lacerato.
Smettere di esistere.

Avete presente quelle storie e quei personaggi che toccano nervi scoperti che in genere cerchiamo di ignorare? Devono essere stati quei “piccoli particolari” che mi capita, e mi è capitato, di condividere con Ash ,che mi hanno creato “disagio” al punto di dire “Lo mollo!”
E quindi GRAZIE alla mia cara Iss O Pupaz sia per avermi obbligato a leggere questa storia che per avermi incoraggiato a proseguire, perchè a mollare  avrei fatto malissimo!!!

La testa di Ash è quella di un depresso maniaco bipolare, un gran bel casino. Ash è un uomo che vive nell’attesa della prossima caduta, la depressione gli ha rubato le piccole gioie e i colori delle piccole cose.
Azioni che si danno per scontate e banali come andare a fare la spesa, sono fonte di ansia&panico per Ash. La dolce sicurezza delle mura di casa tua, la depressione che ti rende prigioniero di te stesso. All’improvviso un pirata tutto lustrini e parlata sgrammaticata e rozza, gentile e sensibile, forse non troppo intelligente, anche se secondo me invece Darian è un sacco intelligente poichè la sua è l’intelligenza del cuore, entra nella vita di Ash e … Abbatte i limiti, apre porte e finestre e fa cambiare l’aria.

E’ una storia bellissima e delicata, dove sia Ash che Darian sono personaggi molto corposi, dove i personaggi secondari lasciano traccia nel cuore del lettore. Non solo il sentimento d’amore che pian piano s’insinua nella loro vita, ma il senso di amicizia e la gentilezza, la possibilità di sbagliare e poi chiedere scusa e…. Il coraggio di Ash di provarci!!!!

Come mi ha commentato Iss O Pupaz, e io condivido, è una storia bella perchè è curata nella scelta delle parole, perchè è bello che l’amore sia anche un “prendersi cura” ….Persino la ricetta a fine storia è un tocco che non lascia indifferenti.

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è flardigan

Precedente La Pillola #14 Successivo Anteprima Recensione N.R. Walker Cuore di terra rossa 2 (Red Dirt #2)