Alessia Esse Le notti di Seth (Nel cuore di New York #3)

Ok sono pronta a lasciare andare Seth ….Però no non è vero, ma ad un certo punto la devo smettere di leggere e rileggere e sottolineare e dire altri cinque minuti!

24601929Un’isola.
Due settimane.
Una nuova opportunità.

Di giorno, Seth Wilkinson è un brillante avvocato newyorkese che ha successo con le donne. Di notte, invece, Seth cerca di avere lo stesso successo con gli uomini, ma con effetti disastrosi. La sua bisessualità non è un problema, eppure le cose non sono semplici come sembrano. Quando si tratta di uscire con un ragazzo, infatti, Seth diventa insicuro e impacciato.
È anche per questo che il suo attuale obiettivo è dimenticare Charlie Harris, l’uomo che ha invitato a cena dopo due mesi di punzecchiamenti e battibecchi. Quella serata è indelebile nella mente dell’avvocato, assieme a Charlie e alle sensazioni che con lui ha provato per la prima volta.
Allo scopo di togliersi il personal trainer dalla testa, e di buttarsi alle spalle l’ennesima delusione, Seth accetta di andare in vacanza con i suoi amici. Non sa, però, che anche Charlie si unirà al gruppo.
Quando i due si ritroveranno insieme su un’isola greca per due settimane, la scintilla che credevano spenta si riaccende, e Seth impara finalmente a lasciarsi andare.
Ma la vacanza è destinata a finire, e con essa la magia che i due hanno creato.
Seth sarà in grado di superare le sue insicurezze? E i suoi sentimenti per Charlie sono davvero a senso unico?

Caro Seth Geronimo (Olaf) Wilkinson,
io ti avevo notato subito, fin dalla la tentazione di laura (anche se di te non ho parlato 🙂 ), e si dal tuo Epico finale ne la favola di Thea sapevo, SAPEVO, che il tuo libro sarebbe stato un viaggio fantastico.

Di te e della tua storia ho voluto bene anche alle virgole.

Grazie per
avermi mostrato la tua simpatia,
per la tua golosità (i bomboloni alla nutella la suddetta mangiata nel letto insieme a Charlie ),
di avermi intrattenuto con il tuo nerdismo,
di avermi fatta sorridere con il tuo blaterare quando ti agiti.
Grazie per avermi mostrato la tua vulnerabilità …. Che poi l’unica volta in cui t’avrei, con affetto parlando si capisce, dato na scapocciata è solo per quel “si è fatto tardi buonanotte” (cioè sul serio??? Ma ti si ama anche per questi tuoi momenti minchioni)
Grazie per quel momento in cui hai sentito il discorso fuori dalla porta e hai deciso di scappare… E grazie di aver “chiuso la porta” per non farti ferire. Ma soprattutto grazie di avermi mostrato il tuo essere Uomo ed essere tornato indietro con umiltà quando hai capito la tua cazzata!

E siccome che continuo a leggere e rileggere (e sottolineare) i momenti in cui mi sei più piaciuto, quelli in cui mi sono emozionata per te, e quelli in cui mi hai fatto ridere…. Lo capisci meglio di chiunque altro la faticaccia che sto facendo nel lasciarti andare!

Ahhhh e tante tante grazie ancora per il tuo gentile pensiero 😉

E sono consapevole/colpevole di stare trascurando Charlie in questa recen…lettera. Charlie è stato pure lui un bel personaggio da scoprire. Con il suo pizzetto e la sua immensa sexitudine, con la battuta sempre pronta a punzecchiare Seth, con i suoi “niente” e i suoi silenzi. Charlie che nonostante i calci in culo che la vita gli ha dato ha saputo reagire e vincere. Buon padre nonostante non abbia mai avuto nessun buon esempio in tal senso. (Chi ha letto la favola di Thea SA di cosa parlo!)
Scusa Charlie, voglio bene pure a te :*

Secondo il gioco ideato da @anncleire http://pleaseanotherbook.tumblr.com/ il particolare da non dimenticare è un braccialetto 😉

Precedente lo Stuzzichino del... giorno dopo Successivo Renae Kaye Una luce accecante (The Tav #1)