16052019 (3 cose)

    • Oggi è giornata da:
    • Programmi per il fine settimana?:
      Scorpacciata di “Raimbow Days” (almeno comincio a spolverare la lista infinita del guardo più tardi)
      In lettura invece…Boh. Mi è stato consigliato dalla mia Cara 44007884Ed ho anche il manga di Ten Count da finire, sono al quarto volume e fino a mo sono super d’accordo con la recensione di ViolettaRocks
    • Un disegno da fare sul mio #bullettogiornalino
       per raccontarmi la settimana appena passata (il primo passo è sempre il più difficile ogni giorno. E no il cielo non è sempre più blu …)

 

Susan Meissner La sciarpa ricamata

Ciao mi chiamo kikka e ultimamente le storie ambientate su due piani temporali diversi stanno diventando una copertina di Linus per il mio cuore! Se qualcuno ha titoli da suggerirmi in proposito lo ricoprirò di eterna gratitudine 🙂

39775244Ellis Island, settembre 1911. Dopo aver perso l’uomo che amava, Clara Wood, infermiera, si prende cura degli emigranti che ogni giorno approdano all’isola in attesa di ottenere il visto d’ingresso negli Stati Uniti. E, un giorno, tra le migliaia di persone sbarcate, un uomo attira la sua attenzione. Ha la febbre, forse è destinato a morire, eppure non si separa mai da una bellissima sciarpa con un motivo di calendule e su cui è ricamato un nome: Lily…
Manhattan, settembre 2011. Taryn Michaels lavora in un negozio di tessuti nell’Upper West Side. Rimasta vedova, è riuscita a trovare un nuovo equilibrio. Eppure non riuscirà mai a cancellare il ricordo del giorno in cui le Twin Towers sono crollate, seppellendo suo marito. E neppure a cancellare il senso di colpa: lei infatti si è salvata grazie a uno sconosciuto che poi è scomparso, portando con sé la sciarpa che Taryn indossava quel giorno: una sciarpa antica, con un motivo di calendule…

«’Tutte le cose belle hanno una storia da raccontare’»

Ellis Island nel 1911: l’infermiera Clara Wood è una romantica sognatrice innamorata dell’amore, potrebbe sembrare un pò superficiale per questa sua capacità facile di innamorarsi. Studia da infermiera e lascia la casa paterna per trasferirsi a New York, accade un fatto doloroso che le ruba l’uomo di cui è innamorata, e lei decide di trasferirsi a Ellis Island e con la scusa di prendersi cura dei migranti si adagia nel suo limbo, resta bloccata nel suo dolore….
Un giorno un migrante in particolare (Andrew) attirerà la sua attenzione a causa di una sciarpa – che apparteneva alla moglie morta durante la traversata – che porta al collo.
Prendersi cura di lui aiuterà Clara a venire a patti con se stessa, a riflettere sull’amore, a capire che non importa scappare e trovarsi un posto dove il dolore non ti può raggiungere perchè il dolore è dentro di noi e prima o poi troverà sempre il modo di farsi ascoltare (questo concetto in particolare mi ha toccato molto)

(La parte ambientata nel 1911 più di una volta, causa il carattere di Clara/le scene e i dialoghi, mi ha fatto pensare ad una fanfction, e questo non è un commento in negativo in questo caso)

Manhattan 2011, 10 anni dopo il crollo delle torri gemelle Taryn fa ancora i conti con gli eventi di quel tragico giorno, con quello che ha perso e il come è successo.

La sciarpa ricamata a sua volta ha un ruolo importante nelle due storie, soprattutto in quella di Taryn secondo me (e lo dico perchè mi è scappata qualche lacrima traditrice).

Questa è una storia che racconta di forza nell’andare avanti e di quello che il dolore insegna, parla d’amore e della speranza che esso racchiude…..

Sappi, però, che l’amore non è una persona. Non è una cosa di questo mondo. Solo ora mi sono resa conto di essermi convinta, a torto, che l’amore scaturisse da un punto dentro di me, un punto che dovevo proteggere.
Invece viene dal cielo, Eleanor. Ci viene dato non perché ci aggrappiamo a lui o ci nascondiamo da lui, ma per donarlo…..Non scegliere di abbandonare l’amore perché hai paura che ti annienti. L’amore è l’unica vera costante in un mondo fragile

Jillian Cantor La lettera perduta

43556715Una misteriosa lettera d’amore sospesa tra passato e presente, verità e inganno. Un segreto di famiglia sepolto nei ricordi; una passione più forte della paura e dell’oblio. 

Austria, 1938. Kristoff, giovane orfano viennese, diventa apprendista presso Frederick Faber, mastro incisore specializzato nella realizzazione di francobolli. Quando il suo mentore, ebreo, scompare durante le devastazioni della terribile Notte dei Cristalli, Kristoff è costretto a mandare avanti la bottega al servizio dei nazisti. Ma la figlia di Faber, Elena, scampata alla cattura e collaboratrice della Resistenza, lo convince a unirsi alla causa, falsificando documenti e inviando messaggi in codice. Per lei, di cui è perdutamente innamorato, Kristoff farebbe qualunque cosa, a costo della sua stessa vita. Los Angeles, 1989. Da bambina, Katie amava accompagnare al mercato delle pulci suo padre, che era sempre alla ricerca di francobolli rari. Ora che l’Alzheimer gli sta togliendo passioni e ricordi, Katie spera di fargli un regalo gradito facendo stimare tutta la sua collezione. L’esperto di filatelia cui si rivolge, Benjamin Grossman, vi scopre una lettera la cui affrancatura, risalente all’inizio del secolo, sembra nascondere un messaggio segreto. Con l’aiuto di Benjamin, Katie decide di svelarne il mistero. Non sa ancora che la ricerca li condurrà a ritroso nel tempo, alla scoperta di una giovane coppia che si era giurata amore eterno, e poi nel presente esaltante di una Berlino che sta cambiando il mondo con la caduta del Muro. Non sa ancora che spetterà a lei, ora, rendere giustizia a quell’amore e a quella promessa. Ispirato a testimonianze reali della Resistenza, un romanzo che scuote le coscienze. Una storia coinvolgente che celebra l’importanza della memoria e i tanti eroi senza nome che con coraggio hanno sfidato i portatori d’odio.

Che bello quando arrivo alla fine della storia e sono commossa, archiviata nel mio scaffale “che bello il mio cuore è colmo di benessere”.

La lettera perduta è un viaggio su due spazi temporali diversi:
il 1938 in Austria,Kristoff va a vivere a casa della famiglia Faber come apprendista incisore di francobolli. Si esercita col bulino e contemporaneamente sperimenta la sensazione di avere una famiglia. Frederick Faber ha due figlie e Kristoff s’innamora della più grande. Tutto scorre e trascorre fino alla notte dei cristalli.
1989 Los Angeles: Katie deve fare i conti con la sua vita che cambia (suo marito decide di divorziare proprio mentre suo padre si ammala di Alzheimer… Il papà di Katie è un collezionista di francobolli, e lei con la scusa di far valutare la sua collezione scopre una lettera con un particolare francobollo, risolvere il mistero di quel francobollo pian piano l’aiuterà anche a snodare la sua nuova vita. Il fatto storico sullo sfondo è la caduta del muro di Berlino.

Di questo viaggio ho amato moltissimo: la coraggiosa ostinazione nella lotta di Elena, la personalità di Benjamin, l’edelweiss e il suo significato, Kristoff quando mi racconta cosa significa per lui stare con la famiglia Faber (il momento in cui ormai tutto è sfasciato, e lui accende le candele dello Shabbat e recita , male la preghiera, è nella mia classifica dei 5 momenti del cuore ….), e fra le mie sottolineature:

“Forse mio padre aveva ragione. Non c’è mai un solo finale, una sola risposta, una sola persona in grado di renderci felici oppure no. Forse possiamo tutti ripartire da zero, essere persone diverse.”

 

S.E. Harmon Recensione Anteprima Blueprint (Rules of Possession #1)

43844357Kelly Cannon è soddisfatto della sua vita. Ha degli amici, una famiglia fantastica e un buon lavoro. La sua vita amorosa, però, fa davvero pietà. E per quale motivo? Perché il suo cuore ha deciso di infrangere due regole importanti: non innamorarsi di un etero e soprattutto non innamorarsi del proprio migliore amico.
Il campione di football Britton “Blue” Montgomery è sotto pressione. Suo padre è interessato solo alla sua carriera di giocatore. I suoi allenatori vogliono che giochi senza infortunarsi di nuovo. E poi ci sono i tifosi, il suo agente e infine sua madre, che è ricomparsa dopo aver lasciato la famiglia anni prima. Come se non bastasse, il suo rapporto con Kelly si fa sempre più incerto, e questo lo spaventa più di qualsiasi altra cosa.
Quando Kelly ammette di essere innamorato di lui, il loro legame è messo alla prova, e Blue deve decidere cosa conta davvero. Non vuole perdere la persona più importante della sua vita, ma il prezzo per tenere Kelly al suo fianco potrebbe essere più alto di quanto lui sia disposto a pagare.
Per fortuna, il suo soprannome in campo è Blueprint, il Prototipo: è l’unico che potrà cambiare le regole del gioco.

Pensieri a caldo:
– Kelly, professore nerd fuori dagli schemi: non il classico goffo/occhialuto/brutto anatroccolo/sfigato ma figo tutto tatuaggi e piercing e simpatia. É stato piacevole – sin dall’inizio – seguirlo mentre si raccontava,più di una volta mi ha regalato qualche sorriso. Innamorato del suo migliore amico Britton Montgomery, stella affermatissima del football conosciuta con il soprannome di Blueprint,, manco a dirlo è etero
– Blueprint è il classico sportivo tutto allenamenti e scopate a destra e sinistra, simpatico da conoscere ma non è che mi è entrato nel cuore. Il fatto è che ad un certo punto della storia gli avrei tirato qualche coppino sulla nuca per l’egoismo con il quale ha trattato Kelly.
-La storia: Kelly lascia il fidanzato perchè non vuole far evolvere la relazione poichè in realtà è innamorato del suo migliore amico etero Blue. Blue è il tipetto che non risparmia le sue doti amorose al genere femminile: una botta e via il suo stile di vita. Unico punto fermo della sua vita è Kelly (e anche la famiglia di lui … Tra l’altro strepitosa la madre di Kelly), ad un certo punto …. le cose tra loro due si fanno eroticamente spinte, ma Blue manda segnali contraddittori “siamo amici, restiamo solo amici. Però ti bacio, tu mi baci, poi facciamo altro e poi …. comunque siamo solo amici e basta”
(ciao bisessualità)
Una sottolineatura per riflettere (e forse provare a non tirare coppini sulla nuca troppo forte):

“Veniamo indottrinati sin dall’infanzia a essere mascolini, duri, aggressivi e soprattutto a non essere finocchi. Puoi essere sciupafemmine, uno stupratore, un padre fannullone ed essere comunque accettato. Però non essere finocchio”

Una sottolineatura che riscatta Blue ai miei occhi:

“una parte di me pensa che potrei innamorarmi di te ….l’altra parte di me sa che sono già innamorato”


Una storia bella da leggere, scritta bene, e dove anche i personaggi secondari si fanno notare ….

 

Recensione Anteprima Heidi Cullinan Il segreto del dottore (Copper Point Medical #1)

43844284Il nuovo brillante ma tenebroso dottore incontra il solare infermiere della porta accanto di Copper Point… e niente può impedire al loro amore di sbocciare.
Il dottor Hong-Wei Wu arriva a Copper Point, Wisconsin, dopo che la pressione di un tirocinio presso un ospedale prestigioso ha bruciato la sua carriera ancora prima che cominciasse. Schiacciato dalla vergogna di aver deluso la sua famiglia dopo tutto quello che ha sacrificato per lui, si propone di vivere una vita tranquilla come chirurgo generale in una minuscola cittadina del nord. I suoi piani, però, non hanno tenuto conto di Simon Lane, il suo gentile, estroverso e attraente infermiere strumentista.
Simon non è pronto ad affrontare un bel chirurgo rubacuori che continua a chiedergli aiuto per ambientarsi e che lo corteggia con fantastici piatti taiwanesi. Non c’è dubbio: il dottor Wu è interessato a lui, e Simon ricambia il suo interesse. C’è solo un problema: la politica del St. Ann scoraggia le relazioni tra i membri dello staff dell’ospedale, il che significa che tra loro non può esserci una storia … a meno che non aggirino le regole.
Tuttavia, una relazione tenuta – letteralmente – nascosta nello sgabuzzino non può portare a un vissero per sempre felici e contenti. Simon non vuole essere un segreto, e Hong-Wei non vuole più impedirsi di vivere la propria vita. Per conquistare la felicità, dovranno far cambiare opinione all’amministrazione dell’ospedale. Ma quali altri segreti finiranno per scoprire su Copper Point… e su loro stessi?

Ad una piccola parte di me questa storia è piaciucchiata abbastanza.  Nella mia testa ha la sigla di Grey’s anatomy, sarà perchè è ambientato in ospedale (un ospedale che si sbatte per campare), per le dinamiche amorose (proibite dal regolamento … c’è stato un momento – mi pare la terza stagione – in cui anche a Grey’s anatomy rompevano le balle con la storia del proibiamo gli intrallazzi tra colleghi).

Copper Point è una piccola e tranquilla cittadina, di quelle in cui tutti si conoscono e tenere un segreto è quasi impossibile, comunque la gente è amorevole e accogliente per lo più. Arriva il nuovo chirurgo Hong – Wei, che sta scappando da se stesso e dal dispiacere che sente di aver dato ai suoi familiari. Il dottor Wu ha questo bisogno di ricominciare, di realizzarsi … Rimane affascinato a prima vista dell’infermiere (Simon) che lo va a recuperare appena arrivato. Restando in tema Grey’s il dottor Wu è la miscela perfetta tra il dottor stranamore e il dottor bollore, con in aggiunta il fascino orientale, ed ha parecchi talenti nascosti 😉

Simon è gentile, carino, unico infermiere strumentista dell’ospedale, adora il suo lavoro, è un gran cacasotto in fatto di relazioni, bimbominchieggia come se non ci fosse domani su drama asiatici e K- pop,…. io per tutto il tempo me lo sono raffigurata come la donzelletta delle favole, e no questo non è che mi ha entusiasmato.

Mentre i nostri baldi protagonisti si destreggiano in una relazione segreta, il segreto di Pulcinella vorrei sottolineare, la comunità accoglie a braccia aperte Hong – Wei dandogli una nuova vera casa e una nuova bella famiglia. Gli amici si raccolgono intorno alla coppia al momento del bisogno.

Io l’ho letto senza infamia e senza lode (mi sono annoiata a tratti, troppo spesso ho pensato che fosse tutto troppo piatto, e i personaggi mi sono sembrati bidimensionali), ci sono state però un paio di scene che mi hanno fatto esclamare ohhh! ,e vi segnalo il dialogo dottor Wu/padre (quel momento soltanto nella mia testa vale le tre stelle che assegno  questa storia)

Joanna Chambers Provocazione (Enlightenment #1)

Storico, M/M, traduttrice Claudia Milani —> con queste premesse (manco ho letto la trama) non sono io che ho scelto è stata questa serie che ha scelto per me! E alla fine di questo primo libro soddisfatta esclamo “Ahhhhh che gioia!”

44659476David Lauriston sta facendo di tutto per affermarsi all’interno del facoltoso mondo legale di Edimburgo. Come se non bastassero le sue umili origini a intralciargli la strada, la recente decisione di difendere un gruppo di tessitori accusati di tradimento fa nascere nei colleghi il sospetto che David possa nutrire simpatie radicali. In questo scenario, l’ultima cosa di cui ha bisogno è accettare di aiutare il fratello di uno dei tessitori condannati a trovare l’agente provocatore che ha istigato la rivolta.
La sua vita personale non va molto meglio. Tormentato dai desideri proibiti verso il suo stesso sesso e dai ricordi dolorosi dell’amico d’infanzia di cui una volta era invaghito, David fa di tutto per condurre un’esistenza casta, pentendosi amaramente ogni volta che i suoi propositi vengono meno.
Ma all’improvviso, nella sua esistenza repressa e disciplinata, irrompe Lord Murdo Balfour.
Cinico, edonista e impenitente, Murdo è il contrario di David. Mentre quest’ultimo rifiuta persino l’idea di contrarre un matrimonio privo di amore al solo scopo di preservare le apparenze sociali, Murdo è deciso a sposarsi, un giorno, senza per questo rinunciare alla compagnia degli altri uomini. Per quanto David possa essere inorridito dall’inveterato egoismo del gentiluomo, non riesce tuttavia a resistergli.
Murdo lo tenta e lo irrita allo stesso tempo, distraendolo dalla promessa di trovare l’agente governativo responsabile del triste destino dei tessitori e costringendolo a riconoscere i propri desideri carnali.
Ma potrebbe Murdo essere più che una semplice distrazione?
Magari proprio l’uomo a cui David sta dando la caccia?

Edimburgo, 1820
i tessitori lottano per i propri diritti. I ricchi lottano per mantenere tutto così com’è. Nelle file dei radicali vengono fatti infiltrare agenti provocatori che hanno il compito di aizzare alla violenza e far catturare i più facinorosi.
David Lauriston, giovane avvocato, prende a cuore la causa dei radicali e si spende per difenderli. Ma ci sono processi che sono persi in partenza purtroppo, e così la storia comincia con una condanna a morte.

David è idealista e romantico,un gran lavoratore, ha disprezzo per se stesso poichè omosessuale (è convinto di essere innaturale),si da dei limiti che non intende superare, si auto flagella con il rimorso ogni volta che cede ai suoi desideri sessuali…. Sceglie di non sposare perchè sa che non potrà mai essere quello che non è. La sua strada viene incrociata da Lord Murdo Balfour, di cui la prima cosa che si nota è la scioltezza con cui convive con se stesso.
Balfour è sicuro di se, e non si fa problemi a vivere i suoi desideri verso gli altri uomini. Ha un carattere cinico e la sicurezza che proviene dal ceto sociale (figlio di un marchese). Un gran bel carattere

Dello sviluppo di tutta questa primo capitolo ho apprezzato:
Lo stile narrativo, descrittivo ma non dispersivo, sciolto e lineare: mi ha dato la sensazione di essere presa per mano e accompagnata in quel contesto storico.
Il modo in cui due uomini si riconoscono affini tramite sguardi o tocchi apparentemente innocui, la prudenza (nel 1820 l’omosessualità era punita dalla legge), gli incontri nei vicoli …Il pudore con cui David vive la parte fisica e la sfacciataggine di Balfour …
La ricerca dell’agente provocatore che ha causato la condanna a morte, e alla deportazione per alcuni: non ha fatto altro che mettere in risalto il carattere di David

MI sono piaciuti anche i personaggi secondari – vi sottolineo il dialogo tra David e suo padre, in un certo senso mi ha commosso – e le varie finestre narrative che sono rimaste aperte per i prossimi libri

Una nuova serie che CONSIGLIO con entusiasmo!

 

Charlie Cochet Re di picche (Four Kings Security #1)

Più o meno si è svolto così:
Io “Iss O Pupaz hai letto della nuova uscita della Cochet? Tu lo hai letto in inglese e non mi ricordo se ti era piaciuto o cosa ….”
Iss O Pupaz: “Secondo me guarda che ti piace, è una lettura divertente dai, Leggilo!”
Mi ha anche detto qualcosa sul resto della serie ma …. l’ho dimenticato. #vecchiaiachenonperdona

44567131L’ex soldato delle Forze Speciali Anston «Ace» Sharpe ora combatte una battaglia diversa, che coinvolge il mondo della sicurezza privata nello stato della Florida. Come comproprietario della Four Kings Security, Ace e gli altri Kings affrontano di tutto, da indagini e trasporti armati alla cyber intelligence e alla executive protection. Presuntuoso, intrepido e sfacciato, Ace non ha paura di correre rischi.
Dopo aver lavorato per anni a fianco del padre Paxton, Colton Connolly è pronto a prendere il comando della Connolly Maritime, ma il pensionamento del genitore viene accantonato quando Colton inizia a ricevere minacce di morte. Come se ciò non bastasse, Paxton firma un contratto con la Four Kings Security per fornirgli protezione giorno e notte, nonostante il suo rifiuto ostinato. La vita di Colton viene così messa sottosopra, e l’ultima cosa di cui avrebbe bisogno è un’ombra, soprattutto se sotto forma del seccante e super sexy Ace Sharpe, che sembra avere la missione di farlo impazzire.
Volano scintille non appena i due si conoscono sulla torrida pista da ballo di un night club. Ma farsi coinvolgere da un cliente, per quanto impetuoso e bellissimo come Colton Connolly, è un limite che Ace non è disposto a superare. Dal canto suo, Colton può essere attratto dall’ex soldato, ma è rimasto scottato da una relazione precedente. Forse è disposto a mettere la sua vita nelle mani di Ace, ma non il suo cuore.
Le notti della Florida si scaldano, e così anche la loro passione. Ace e Colton hanno a che fare con una scelta difficile: buttarsi e rischiare tutto o agire in modo cauto e mollare?
Sempre se Ace sarà in grado di impedire a una minaccia mortale di rubare a Colton il futuro…

Pensieri a casaccio:
Ace Sharp è un cartone animato, è la prima cosa che ho pensato al primo capitolo. Un ex soldato delle forze speciali, un tipo tutto pepe e spiritosaggine.
Ace (re di picche) è parte della King Four Security, insieme a King, Red,Lucky, sono più che compagni d’armi/amici/famiglia. Il loro scopo è proteggere. In questo caso specifico devono farlo con Colton Connolly.
Colton ha ricevuto lettere minatorie e omofobe, ma ha una spiccata tendenza a fottersene, invece suo padre no e quindi gli appioppa la protezione dei Kings.
Colton mi è sembrato all’inizio un gran figo figlio di papà, viziato, ma poi leggendo mi sono innamorata della sua epica e cosmica stronzaggine nell’affrontare Ace, e mi ha regalato momenti di trash che ho amato moltissimo!
Tra i due è subito attrazione sessuale esplosiva, all’inizio cercano di resistere ma si sa che se tieni un cerino acceso vicino alla paglia ….. .
Una storia davvero divertente, scene d’azione, personaggi secondari che si ritagliano il loro giusto spazio (pure quelli pessimi), come dicevo prima una sana quantità di trash che mi riappacifica con il cosmo…. 

K.C. Wells BFF – Best Friends Forever

La storia fa parte della categoria “prenditi il tempo (e caffè o tè, biscotti, cioccolata….) e mettiti comoda che ti racconto …”

43678742Sto per fare qualcosa di straordinario che potrebbe cambiare… tutto.
Ho conosciuto Matt in seconda elementare, e da allora siamo inseparabili. Abbiamo frequentato le stesse scuole, abbiamo studiato allo stesso college. Abbiamo trovato lavoro nella stessa città e condiviso un appartamento. E quando la mia vita ha preso una svolta inaspettata, Matt era lì accanto a me. In ogni momento importante della mia vita, lui c’era. E la cosa più meravigliosa è che, dopo tutti questi anni, siamo ancora migliori amici.
Il che mi porta a questo momento, in cui tutto potrebbe finire: vorrei dirgli che lo amo, che lo amo davvero, ma ho paura di come reagirà. Devo trovare il modo giusto per farlo, perché rischio di perderlo… per sempre.

Quello che mi ha convinto leggendo la trama è che Matt&David nascono come migliori amici. David (voce narrante), che sogna di fare lo scrittore, e grazie a Matt partecipa ad un concorso di scrittura, ma cosa scrivere?
Matt gli suggerisce di scrivere quello che conosce, di scrivere di loro due, di questa stupenda amicizia che nasce da quando erano bimbi alle elementari e che è andata avanti negli anni …. Un’amicizia che è lentamente, e molto inconsciamente da parte di entrambi (picciotti miei lo hanno capito pure i sassi come sarebbe finita), evoluta in amore.

Il racconto è molto in stile diario, una serie di piccoli episodi/fotografie: qualche marachella, la prima introduzione al sesso, il fatto che David è socialmente inetto totale e Matt ha senso dell’umorismo, delle loro famiglie….Di  tutto questo mi sono piaciute le note a margine, che hanno dato un senso di intimità alla voce di David.

Ora dovendo giudicare il primo libro di David gli do 3 stelle d’incoraggiamento :), bravo continua a impegnarti e … Buona vita a te e Matt!
3 stelle le do pure a K.C Wells per l’idea di questa storia, per come ha impostato la storia (lo stile diario io lo amo a prescindere) …. Nel complesso una piacevole storia

Anyta Sunday La vera fortuna (True Love #1)

44583470Benjamin Otto è un estratto di fortuna allo stato puro. Ottimo aspetto. Ottimo cervello. Qualsiasi prova debba affrontare, ottime probabilità di riuscita. Ma che succede quando le cose cambiano?

Il padre di Ben ne ha avuto abbastanza di sborsare quattrini, così gli chiede di trovarsi un lavoro. La sfida è guadagnare abbastanza da finanziare le festività o dover dire al suo fratellino che il Natale è morto.

E poi c’è Sebastian. Il ragazzo del suo corso di Economia Politica che arriva sempre al secondo posto dietro di lui. Il ragazzo che gli ruba l’idea di raccogliere vuoti a rendere per racimolare rapidamente del denaro. Il ragazzo che porta Ben a domandarsi se tutta la sua fortuna gli basterà a vincere il premio che desidera davvero…

“La vera fortuna” è una novella MM a cottura lenta. È un libro autoconclusivo, con un lieto fine, che può essere letto a se stante.

Mio periodo natalizio 2018: non ha fatto quasi nulla (giusto qualche canzone, e neppure con sentimento, niente film della tradizione o letture a tema. Giusto i dolci del periodo), ora in quaresima arriva questa breve (concentrato di 4 capitoli) dolce e calorosa favola che sullo scaffale natalizio ci sta perfetta!

Nell’angolo destro: Ben, colui che ha sedotto la fortuna. Di famiglia benestante, Di cervello promettente. La scommessa vincente al 99%…. Suo padre un giorno lo prende e gli dice “Senti tu hai vita troppo facile e io voglio che impari ad impegnarti davvero nella vita. Perciò ti lancio la sfida, se non raccogli TOT piccioli per le feste di natale, il natale sarà morto e tu avrai deluso il tuo fratellino e pure me.” Sfida accettata!
In tutto questo percorso la cosa che più mi ha soddisfatta è che Ben conosce il valore del bene, sa cosa davvero è importate.
All’angolo sinistro: Sebastian, ottimo ragazzo e gran cervello. Ma per quanto ce la mette tutta arriva sempre un pelo dietro a Ben. Il giovanotto soffre nell’essere eterno secondo. Le circostanze della sfida di Ben lo portano ad avvicinarsi a Sebastian e a vedere quanto il giovane meriti i suoi stessi risultati, e…. coltiva e fa fiorire un dolce sentimento.
Altra cosa che voglio sottolineare è il confronto di Ben con suo padre, mi ha portato a riflettere ed aspettarmi il peggio proprio come lui. E proprio come Ben sono rimasta stupita e felice della reazione di suo padre … Non me l’aspettavo ed è stato bello dirmi “kikka vedi? hai sbagliato, le genti danno soddisfazioni forti qualche volta!”

Una storia che rimette in pace con l’universo, che da benessere al cuore, che quando si arriva alla fine non puoi fare a meno di sorridere e sospirare. Inoltre durante lo svolgimento si gettano le basi per la storia che viene dopo “I veri colori” (del quale troverete un estratto a fine della novella) che riguarda Marco, e che a me personalmente incuriosisce parecchio.

Tal Bauer Nemici dello Stato (The Executive Office #1)

Io… Io… Non so da quanto tempo non mi bimbominchizzavo a tali livelli per una storia. Il mio cuore è tutto tutto di Jack&Ethan 🦄🦄🦄

44299162Un’organizzazione governativa corrotta e segreta che ha il presidente nel mirino.
Un agente del Servizio Segreto che infrangerà ogni regola.
Un presidente che si innamora dell’unica persona di cui non dovrebbe: un uomo.

Jack Spiers, neoeletto presidente degli Stati Uniti, sin dall’inizio del suo mandato si ritrova a dover lavorare incessantemente per evitare che il mondo vada in pezzi.
Tra gli attacchi terroristici che stanno mettendo l’Europa in ginocchio, il continuo esibizionismo aggressivo della Russia e il pantano in Medio Oriente, Jack cerca disperatamente di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale: lavorare per un mondo migliore e più sicuro.
Per l’agente speciale Ethan Reichenbach, Jack Spiers è solo un altro presidente, il terzo in dodici anni. Ethan, che dirige la scorta presidenziale ed è quindi al suo fianco tutti i giorni, si aspettava il solito politico di Washington, arrogante e presuntuoso, ma Jack lo spiazza con il suo umorismo e la sua umanità.
Ci sono regole precise che vietano che si crei un’amicizia tra un agente del Servizio Segreto e il suo protetto. Regole ferree. Inoltre, Jack è vedovo, e Ethan ha sempre evitato di innamorarsi di uomini eterosessuali, così mantiene le distanze. Ma il presidente lo attrae moltissimo e lui non è abbastanza forte da sottrarsi al richiamo.
I due uomini si avvicinano, infrangendo le regole, e il mondo è in bilico sull’orlo della guerra, mentre un’unità governativa corrotta e sotto copertura prende di mira Jack.
Ethan dovrà rischiare ogni cosa per salvare l’uomo che ha scoperto di amare, la presidenza di Jack e il mondo intero.

Ho amato TUTTO di questa storia:
– La costruzione della storia. All’inizio è tutto dal punto di vista di Ethan (ad un certo punto avremo altri punti di vista), il suo è un flusso di pensieri, attraverso i suoi occhi prendiamo confidenza con le regole del suo lavoro, con il suo carattere, con la vita alla Casa Bianca.
L’agente del Servizio Segreto Ethan Reichenbach è un ex militare, è dichiaratamente gay,ed è conosciuto nel suo ambiente come “uomo di ghiaccio” . Ma non è di ghiaccio con il nuovo presidente appena eletto: Jack Spiers.
Jack è …. Jack! ❤😍❤😍❤😍
Simpatico e alla mano,con la voglia di fare del bene e cambiare in meglio il mondo, odia la ribalta dei riflettori. Un presidente diverso da tutti quelli che lo hanno preceduto. Inoltre è un uomo molto solo (vedovo e chiuso al romanticismo), ed in Ethan cerca un’amicizia (amicizia che scivolerà nell’amore….)
E tutti e due sono due uomini molto coraggiosi e forti, sono l’amore puro ….
– La perfetta alternanza tra il romance e l’azione e intrigo politico, tradimenti…. Scene al cardiopalma da mozzare il fiato, e mettersi a strillare contro i cattivi e incoraggiare i buoni (emh emh …. io l’ho fatto ), ipotizzare il traditore e cambiare idea di continuo perchè se conoscete il telefilm 24 sapete che il traditore è sempre quello che non ti saresti mai aspettato…. Io per non sbagliare continuavo a sospettare tutti…
– della storia d’amore che nasce e cresce il concetto che più ho amato è quello del non mettere un’etichetta all’amore. Per Jack passa in secondo piano l’improvviso interesse omosessuale perchè quello che conta è l’amore: “più m’innamoro e più mi sento attratto da te” affermerà ad un certo punto.
– Ho sorriso, mi sono sciolta di pucciosismo, potrei aver esternato la mia bimbominchiaggine tramite audio compromettenti , di sicuro ho aggiornato il mio taccuino della fanghirlositudine…. ..