#2 Paperboy – Fidanzati di carta

E’ lunedì. E’ risaputo nell’intera galassia che il lunedì è brutto e cattivo. Per fortuna che Chiaraleggetroppo ha tirato fuori dal suo cilindro la fantastica idea dei  “fidanzati di carta” (i suoi fidanzati sono reperibili al #Paperboy)

E mentre comincio a pensare che mi piacerebbe trovare una copertina speciale per questo evento, salva lunedì e salva tutto, vi presento il mio secondo fidanzato di carta

(N.B l’ordine con il quale li presento è assolutamente casuale. Insomma a parte il primo posto di Wulfric *__*)

Gregori Daratrazanoff

(Una breve ricerca su google immagini suggerisce il volto di Hugh Jackman ed io non posso che dirmi d’accordo!)

Gregori è il guaritore dei carpaziani, il braccio destro del principe Mikhail Dubrinsky (Gregori&Mikhail è una delle mie ship più forti di sempre, ma questa è tutta un’altra storia che abita solo nella mai testa purtroppo!) Gregori è un’anima tormentata, alla ricerca della sua metà che lo salverà dal trasformarsi in vampiro.

Visto con gli occhi del suo principe è:

 come acqua che scorre tra le dita – impossibile da trattenere. Era un’autorità a sé, un uomo cupo e pericoloso sul ciglio di un abisso di follia

Visto,tanti anni più tardi, da Savannah, la figlia di Mikhail e sua compagna della vita, è:

Affidabile. Misterioso. Sexy. Spaventoso. Ecco com’era Gregori.

********

Gregori apparteneva a un altro mondo. Era elegante. Pericoloso. Letale. Tuttavia, quando girò la testa e le sorrise, le apparve sensuale e non crudele. I suoi occhi erano gelidi e mortali, vedevano tutto, non si lasciavano sfuggire nulla, eppure, quando la guardava, il freddo acciaio si trasformava in mercurio liquido. Bollente. Eccitante. Sexy. Quasi peccaminoso.

E’ un uomo generoso e forte e sensuale/sessuale, molto prepotente, disposto a tutto pur di proteggere chi ama. Ma io mi sono innamorata di lui aspettando di leggere anche la sua vulnerabilità

Quando lo vide accasciato sul bordo del letto, il ritratto della più profonda disperazione, a Savannah si strinse il cuore. Gregori. Rappresentava la fiducia in se stessi per antonomasia. La totale autorità. Un robot privo di emozioni che non avrebbe dovuto preoccuparsi di averle rovinato la vita per sempre…….. Eppure, l’aria con cui se ne stava lì seduto la straziava. Gregori, che era sempre stato da solo.

E non ne sono rimasta delusa! Insomma per quel che mi riguarda innamorarmi di lui è stato come bere un bicchiere d’acqua!

In ultimo vi consiglio di leggere la saga dei carpaziani di Christine Feehan, almeno i primi 4 libri (io poi l’ho lasciata perchè m’ha stufato), e di lasciarvi conquistare da Gregori ( e da Mikhail)

Bene, anche per questo appuntamento ho chiacchierato abbastanza. Ora vado a recuperare le due/tre puntate di #Outlander, vi do uno scoop:

 Jamie Fraser/Sam Heughan è entrato nel mio personale harem “amanti di carne” (*___*) ,ed lui uno dei motivi per il quale inizierò la saga della Straniera di Diana Gabaldon  che avevo in lista da secoli, anche per la storia comunque che di puntata in puntata mi sembra sempre più bella!

Ci si legge amici :*

Precedente Mary Calmes Tempo al tempo (Timing #1) Successivo James Patterson (Emily Raymond) Il nostro amore è per sempre